Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il Mini 3 Pro è una bestia completamente diversa da quello che abbiamo visto in precedenza da DJI, sgusciando il tag entry-level dei suoi predecessori e offrendo un'opzione davvero convincente per tutti i partecipanti.

Con l'originale Mavic Mini, rilasciato nel 2019, DJI ha prodotto un impressionante drone video e fotografico che rientrava nell'importante categoria di peso sub-250g richiesta per bypassare le restrizioni sui droni. Per farlo, però, l'azienda ha rimosso alcune delle caratteristiche che si trovano sulle sue opzioni più grandi, più pesanti e più premium.

Con una fotocamera a bassa specifica e meno sensori, quindi, il primo Mavic Mini era più un drone entry-level - con un prezzo entry-level da abbinare. L'introduzione del Mini 2 ha visto migliorare le specifiche, ma c'erano ancora molte omissioni per soddisfare i criteri di peso.

Il modello di terza generazione cambia questo, aggiungendo alcune delle caratteristiche più impressionanti di DJI mentre anche, crucialmente, rimane sotto 250g.

La quantità di tecnologia racchiusa in questo piccolo quadcopter è davvero sbalorditiva, quindi diamo un'occhiata a ciò che questa mini meraviglia può fare.

Il nostro parere veloce

DJI ha preso la maggior parte delle caratteristiche dai suoi droni di punta e in qualche modo li ha spremuti in qualcosa che si piega in un ingombro più piccolo di molti smartphone, ed è pesante come un criceto.

Non solo rende le cose più facili quando si tratta di rimanere in linea con le normative locali, ma lo rende anche molto meno di un fastidio da trasportare e, quindi, effettivamente uscire dalla borsa e utilizzare di più.

Pur privilegiando certamente la funzione sulla forma, gli aggiornamenti del design sono anche incredibilmente intelligenti, rendendo la Mini 3 Pro uno strumento creativo estremamente versatile. L'esperienza di volo non è seconda a nessuno, e siamo rimasti stupiti di quanto bene un mezzo di queste dimensioni e peso possa gestire il vento. Durante i nostri test, abbiamo trovato facile e sicuro volare, grazie all'abbondanza di sensori e modalità di volo autonomo. Infine, e forse la cosa più importante, l'immagine prodotta è fantastica.

Il nostro unico desiderio è che si possa avere per un po' meno denaro, ma sentiamo che gli aggiornamenti giustificano l'aumento del costo. Quindi, così com'è, il Mini 3 Pro è il nostro drone preferito fino ad oggi.

Recensione DJI Mini 3 Pro: Piccole dimensioni, grandi caratteristiche

Recensione DJI Mini 3 Pro: Piccole dimensioni, grandi caratteristiche

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Ancora sotto i 250g
  • Inclusione di FocusTracking e MasterShots
  • Apertura più ampia e sensore più grande
  • 48MP foto
  • Voli lunghi e stabili
Contro
  • Può diventare costoso se vuoi il controller RC Pro
  • La modalità di ripresa verticale non gioverà a tutti

squirrel_widget_6831881

Scegliere le opzioni

  • Mini 3 Pro senza RC - €739 / £639
  • Mini 3 Pro Standard - €829 / £709
  • Mini 3 Pro con DJI RC - €999 / £859
  • Kit accessori Fly More - €189 / £159

Ci sono più opzioni che mai quando si tratta di scegliere un pacchetto Mini 3 Pro. Questo include un'edizione particolarmente eccitante - uno che viene fornito con il nuovo controller standalone DJI RC. Diamo una rapida occhiata a ciò che ogni opzione ti dà.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 27

In primo luogo, c'è la possibilità di acquistare il Mini 3 Pro con una sola batteria e nessun controller remoto. Non sarai in grado di usarlo senza un controller, ma, poiché il Mini 3 Pro utilizza lo stesso controller RC-N1 del Mini 2, Air 2 e Mavic 3, coloro che hanno già un controller possono risparmiare qualche soldo comprandolo senza. Avrete anche alcuni accessori di base, come la protezione gimbal, eliche di ricambio e viti, insieme a un cavo type-C.

Poi, c'è l'edizione standard, che viene fornita con tutto ciò che è stato menzionato sopra e il controller RC-N1 che conosciamo e amiamo.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 28

La variante più allettante e costosa viene fornita con tutto lo stesso kit ma sostituisce il controller RC-N1 con il nuovo controller DJI RC. Questo controller ha un display touchscreen integrato da 5,5 pollici, che ti permette di far volare il drone senza l'uso del tuo smartphone. Essenzialmente, c'è un telefono Android stripped-down costruito direttamente nel dispositivo, quindi, mentre è costoso, è abbastanza un buon valore per la tecnologia che è inclusa.

È interessante notare che non c'è un Fly More Combo per il Mini 3 Pro. Invece, è possibile acquistare il kit di accessori Fly More separatamente. Il kit ti dà due batterie aggiuntive, un hub di ricarica a tre scomparti, una custodia per il trasporto e più viti ed eliche. L'hub di ricarica è ottimo - si collega con un cavo USB-C standard e può caricare tre batterie in una volta, e ha anche un'uscita USB Type-A che può essere utilizzata per caricare il controller remoto o il telefono. È un bel kit, ma pensiamo che il prezzo richiesto sia un po' troppo alto.

Design e caratteristiche

  • Peso di decollo: 249g
  • Lunghezza diagonale: 247mm
  • Memoria: Slot per schede MicroSD

Il cambiamento di design più evidente con il Mini 3 Pro è l'inclusione di due enormi sensori di rilevamento degli ostacoli nella parte anteriore del drone. L'estetica non è così bella come il design elegante e snello dei suoi predecessori, con il cambiamento che dà al drone un'atmosfera da rana. Pensiamo che la maggior parte sarebbe d'accordo, però, che la funzionalità aggiunta più che compensa.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 29

Un aspetto del design che è particolarmente intelligente è il modo in cui la parte anteriore del drone è modellata per non ostruire la vista della fotocamera. L'area tra i sensori anteriori spazia all'indietro, permettendo al gimbal di puntare verso l'alto con un angolo di quasi 90 gradi senza ostruzioni. Questo significa che è possibile ottenere scatti ad angolo basso che non sono mai stati possibili sui modelli precedenti, e ancora non sono possibili su un sacco di modelli di fascia alta del marchio.

Il gimbal riprogettato è anche più robusto e meno incline ad inclinarsi quando si vola ad alta velocità. Inoltre, aggiunge qualcosa di unico al Mini 3 Pro: la vera ripresa verticale. Il modulo della fotocamera può ruotare di 90 gradi per girare video e foto in verticale, che sono più adatti alle piattaforme di social media come Instagram e TikTok. La ripresa verticale è anche ottima quando si tratta di scattare foto di grandi edifici, cascate o fiumi senza compromettere la qualità dell'immagine.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 35

Quando è piegato per essere riposto, il Mini 3 Pro ha più o meno le stesse dimensioni del Mini 2. Tuttavia, DJI è riuscita in qualche modo a montare eliche più grandi su questa versione. Queste sono più efficienti rispetto alle eliche precedenti, e quindi ci danno un tempo di volo leggermente più lungo, oltre a creare un suono più basso.

Il controller RC-N1 rimane completamente invariato rispetto alle versioni precedenti, quindi, se si opta per l'edizione standard, non ci saranno sorprese. Il nuovo controller DJI RC, d'altra parte, è molto eccitante. Lo schermo integrato è grande a circa 5,5 pollici e diventa molto luminoso per volare alla luce diretta del sole - alla pari con il nostro Google Pixel 5.

Il peso è quasi lo stesso dell'RC-N1 e di uno smartphone medio combinato, arrivando a 390 grammi. Rispetto all'RC-N1, si perdono due pulsanti dalla parte anteriore del controller, ma si guadagna un pulsante aggiuntivo per la spalla e un cursore. Ci sono anche altri due pulsanti funzione programmabili sul retro del controller.

Abbiamo trovato il controller DJI RC un piacere da usare, con il più grande vantaggio che il nostro telefono non era legato per la durata dei nostri voli. Dal momento che i tempi di volo stanno diventando sempre più lunghi, possiamo solo vedere questo sempre più desiderabile. Il touchscreen è stato anche molto reattivo, e l'app DJI Fly ha funzionato perfettamente, funzionando proprio come su uno smartphone.

Ergonomicamente, il DJI RC si è sentito meglio, anche se va detto che le nostre mani sono sul lato più grande e questo probabilmente dipenderà dall'individuo. L'unica cosa che non ci è piaciuta della RC è quanto tempo ci vuole per l'avvio. È comprensibile, dato che sta avviando Android, ma può essere un po' frustrante se sei di fretta.

L'esperienza di volo

  • Velocità massima: 35.8mph in modalità Sport
  • Tempo massimo di volo: 34 minuti con batteria standard
  • Evitare gli ostacoli in tre direzioni

Quando si tratta di volare, abbiamo davvero messo il DJI Mini 3 Pro attraverso i suoi passi, volando in alcuni venti forti che erano ben al di sopra delle velocità che DJI raccomanda (scusa, DJI).

Anche nelle condizioni più difficili, la Mini 3 Pro si è comportata in modo ammirevole.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 2

All'inizio eravamo nervosi, perché il drone è così leggero che si può solo immaginare che venga soffiato via, per non tornare mai più, ma è rimasto esattamente dove gli abbiamo detto, ondeggiando solo leggermente. Quando si guarda il feed video, potrebbe anche essere stato su un treppiede, rimanendo liscio e stabile anche quando è stato costretto a librarsi a 35 gradi per combattere i venti laterali.

Anche la velocità ci ha sorpreso - è un drone molto vivace, e la mancanza di peso significa che può accelerare sorprendentemente veloce in modalità Sport. Potrebbe non essere veloce come alcuni dei droni più grandi di DJI, ma la rapida accelerazione lo fa sentire come uno dei più veloci in giro.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 1

Il Mini 3 Pro utilizza il sistema di trasmissione OcuSync di DJI, che aumenta la risoluzione video live a 1080p - rispetto ai 720p del Mini 2. Inoltre, si ottiene una portata di 12 km, che è di due chilometri in più rispetto al predecessore. Non ci siamo avvicinati a questo limite, ma l'abbiamo portata abbastanza lontano e non abbiamo mai sperimentato una perdita di segnale video. Si può dire che ha una portata più che sufficiente per la maggior parte degli utenti.

I maggiori cambiamenti nell'esperienza di volo sono dovuti ai nuovi sensori tridirezionali per evitare gli ostacoli. I sensori permettono di volare con molta più sicurezza in spazi ristretti, in quanto eliminano essenzialmente il rischio di collisione, che era un grosso ostacolo per gli utenti delle generazioni precedenti. Soprattutto con l'aumento del prezzo, volare il Mini 3 Pro in spazi ristretti senza sensori non sarebbe qualcosa per i deboli di cuore.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 45

I nuovi sensori sbloccano anche ActiveTrack, così come ulteriori QuickShots e MasterShots. Nei nostri test, tutte queste modalità autonome hanno funzionato molto bene. Mentre si utilizza ActiveTrack, il Mini 3 Pro beneficia di APAS 4.0, che rileva gli oggetti nel percorso di volo del drone e cerca di muoversi in modo intelligente intorno a loro, pur mantenendo il soggetto nell'inquadratura. Non è così avanzato come il sistema sull'ammiraglia Mavic 3, ma fa un buon lavoro e riesce a far sembrare le cose abbastanza fluide mentre improvvisa in base agli spunti ambientali.

L'unico piccolo problema che abbiamo trovato con l'esperienza di volo è che il Mini 3 Pro ha bisogno di una superficie piana da cui decollare, le superfici irregolari possono spesso significare che le eliche colpiscono il terreno, che di solito è evitato avendo un carrello di atterraggio più grande. Non è la fine del mondo, perché di solito è possibile trovare un posto abbastanza piatto da cui decollare, ma non è qualcosa che abbiamo dovuto prendere in considerazione con altri droni.

Fotocamera e qualità dell'immagine

  • Sensore CMOS da 1/1.3 pollici
  • Obiettivo f1.7 equivalente a 24 mm
  • Video 4K 60fps / foto 48MP
  • Vera ripresa verticale

Il sistema della fotocamera ha visto una serie di aggiornamenti rispetto al Mini 2 - il più notevole è il sensore più grande. Questo aumenta la risoluzione delle foto fino a un enorme 48MP, rispetto ai soli 12MP del Mini 2. Anche il framerate video riceve una spinta, offrendo ora 4K 60fps, quando la generazione precedente arrivava al massimo a 30fps. Infine, l'apertura è aumentata a f1.7, che, combinato con il sensore più grande, migliora notevolmente le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità.

Pocket-lintDJI Mini 3 Pro recensione foto 36

I video della Mini 3 Pro sono superbi. C'è abbondanza di dettagli sia nelle luci che nelle ombre in una moltitudine di condizioni di luce. DJI dice che utilizza il doppio ISO nativo del sensore per applicare automaticamente un effetto HDR ai filmati girati a framerate fino a 30fps. Abbiamo girato principalmente a 4K 30fps, quindi potremmo ringraziare questa tecnologia per la grande gamma dinamica. Qualsiasi filmato girato a 60fps è ancora bello, ma non offre lo stesso livello di flessibilità.

Anche i colori prodotti dal profilo standard sembrano accurati e vividi. C'è anche un profilo D-Cinelike, per coloro che preferiscono applicare il proprio grado di colore ma, sfortunatamente, il primo firmware con cui abbiamo fatto la maggior parte dei nostri test non lo aveva incluso. Questa è una grande inclusione e qualcosa che rende la Mini 3 degna del suo moniker Pro.

Non sorprende che non ci sia un'apertura regolabile sul Mini 3 Pro, e questo può rendere le transizioni di luce improvvise un po' più stridenti mentre la fotocamera fa del suo meglio per adattarsi. È facilmente correggibile impostando manualmente l'esposizione, ma è qualcosa a cui fare attenzione, a prescindere.

Anche le foto del Mini 3 Pro sono eccellenti, e il salto di risoluzione è molto evidente quando si ingrandisce l'immagine. Se stai facendo il pixel peeping, la nitidezza è, come al solito, migliore al centro del fotogramma, ma la nuova fotocamera fa un lavoro stellare nel produrre un'immagine piacevole a basso rumore in una varietà di condizioni di luce.

Naturalmente, ora c'è anche la ripresa verticale. Nella nostra esperienza, i risultati sono molto simili alle riprese tradizionali, solo con un'inquadratura verticale. Il gimbal fa un ottimo lavoro nel mantenere le cose ferme e fluide, dovrete solo lavorare un po' di più per mantenere il vostro soggetto nell'inquadratura. Vertical FocusTrack non è stato aggiunto al nostro firmware di pre-release, ma immaginiamo che toglierebbe un sacco di problemi a questo formato.

Per ricapitolare

Il DJI Mini 3 Pro è il nostro nuovo drone preferito. Ha quasi tutte le caratteristiche che si possono desiderare dai droni più grandi della DJI, ma è rimpicciolito in un fattore di forma piccolo e leggero. L'immagine è superba, il volo è fluido e si sente appena nello zaino. Il nostro unico desiderio è che non costasse così tanto. Pensiamo che ci siano più che sufficienti aggiunte per giustificare l'aumento di prezzo, ma questo lo mette fuori dalla portata di molti consumatori. Se il Mini 3 Pro avesse un prezzo più vicino ai suoi predecessori, pensiamo che potrebbe essere il drone perfetto.

Scritto da Luke Baker.