Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il mercato dei droni ha un leader: DJI. Questa azienda ferocemente riservata è in grado di portare più funzionalità high-tech a prodotti a prezzi competitivi rispetto a qualsiasi concorrente. Con droni come Mavic Pro che già mostrano tecnologie - non solo sono high-tech, ma si ripiegano nelle dimensioni di una bottiglia dacqua - ci siamo chiesti cosa avrebbe offerto lazienda in seguito.

E questa è la risposta: il DJI Spark. In qualche modo - presumibilmente usando una qualche forma di magia oscura - lo Spark presenta molte delle stesse tecnologie del Mavic, ma in un prodotto che sta letteralmente nel palmo della tua mano.

Recensione DJI Spark: Design

  • 143 x 143 x 55 mm
  • Pesa 300 g
  • Disponibile in rosso, blu, verde, giallo e bianco

Il DJI Spark in definitiva assomiglia un po a un Mavic Pro molto più piccolo. Ci sono molti modi in cui è diverso, ma è molto più simile al Mavic nella forma e nella forma rispetto agli altri droni dellazienda, come il Phantom 4 .

La fotocamera dello Spark si trova nella parte anteriore su un piccolo sistema cardanico e le sue gambe sono solo sporgenze minime sul lato inferiore del quadricottero. I quattro bracci sono situati vicino alla parte superiore, il che significa che cè un buon paio di pollici di spazio tra le pale dellelica e il terreno. A differenza del Mavic, però, non si ripiegano e sono completamente rigidi.

Ciascuno dei bracci dellelica ha un anello luminoso a LED sottostante, che brilla di colori diversi a seconda delle varie situazioni. Nella modalità di controllo gestuale, ad esempio, mostrano un grigio solido per confermare che riconoscono il tuo palmo. Oppure lampeggiano in giallo per dirti che sei troppo lontano o troppo vicino. Allo stesso modo, cambiano colore durante il processo di decollo: quando decollano dalla tua mano, diventano rossi per farti sapere che puoi lasciarti andare e il drone quindi si libra sul posto.

La superficie superiore del drone è ricoperta da un guscio di plastica che, per la prima volta per DJI, è disponibile in una varietà di colori audaci. Puoi scegliere tra bianco, blu, giallo, rosso e verde lime.

Pocket-lintImmagine hardware DJI Spark 3

Gran parte del corpo di Spark è occupato dalla sua batteria rimovibile, che ha un meccanismo di scorrimento su ciascun lato per rilasciare i fermi che lo tengono in posizione e facilitano la rimozione.

Vicino alla parte anteriore, tra i piedini anteriori e la parte inferiore, ci sono un paio di sensori e una fotocamera utilizzata per misurare la distanza dal suolo, dal palmo o da qualsiasi altra superficie. Vicino alla parte superiore, sopra la fotocamera, cè un pannello quasi completamente opaco che copre un altro paio di sensori utilizzati per il sistema di evitamento degli ostacoli. Sul retro troverai un lembo che copre le porte microSD e microUSB.

Recensione di DJI Spark: lesperienza di volo - modalità gesto della mano

  • FaceAware rileva il tuo viso
  • Decolla e atterra dal tuo palmo
  • Segue i gesti delle mani nellaria

DJI Spark è il primo drone dellazienda con la possibilità di essere controllato utilizzando solo i gesti delle mani. DJI è così sicuro di questo metodo di controllo che puoi acquistare il drone senza telecomando. Nella nostra esperienza, come con qualsiasi nuova funzionalità rivoluzionaria in molti prodotti, la funzionalità non era coerente al 100%. In effetti, ha funzionato solo dallinizio alla fine circa il 50% delle volte.

Ma quando ha funzionato sembrava pura magia. Evoca il tuo Jedi interiore.

Tenendo il drone in una mano, con le dita lontane dalle lame, un doppio tocco del pulsante di accensione avvia i minuscoli motorini dello Spark. Accelerano gradualmente fino al punto in cui il drone è pronto a volare e le luci nella parte anteriore diventano rosse informandoti che ora puoi lasciarlo andare. Lascialo andare e si libra sul posto. Proprio come per magia.

Con il braccio teso, le dita chiuse rivolte verso lalto e il palmo verso il drone, cerca le luci verdi per confermare che la Spark si è agganciata alla tua mano. Quindi è possibile fare un gesto su, giù, sinistra o destra e la Spark segue. Se sei troppo lontano o troppo vicino, le luci del drone lampeggiano in giallo.

Quando funziona, è fantastico: il drone segue il movimento lentamente e senza intoppi. Tuttavia, abbiamo scoperto che molte volte il drone non si è bloccato sulla nostra mano, o lo ha fatto inizialmente, ma poi si è fermato senza una ragione apparente. È interessante notare che la nostra mano sinistra ha avuto molto più successo della nostra destra, ma non abbiamo idea del perché. Giochi mentali.

Altri gesti includono il gesto selfie, che consiste nel creare una forma rettangolare con indici e pollici o cercare di attirare la sua attenzione alzando le braccia in aria. Questo non ha funzionato molto bene nei nostri test.

Al termine, tieni semplicemente un palmo piatto sotto il drone e lo rileva utilizzando i sensori nella parte inferiore del corpo, per poi abbassarsi e atterrare. Per fortuna, questo ha funzionato praticamente ogni volta che labbiamo provato. Tuttavia, un telecomando sarebbe utile nel caso in cui non funzionasse.

Recensione di DJI Spark: lesperienza di volo - classico stile remoto

  • Può utilizzare telecomando e/o telefono (telecomando non incluso nel pacchetto base)
  • Fino a 2 km di autonomia con telecomando
  • Fino a 100 m di raggio con il telefono

Volare con un telecomando è un modo molto meno casuale per controllare il DJI Spark. Se acquisti un controller, è praticamente identico al controller del Mavic Pro: semplicemente non ha uno schermo di stato integrato e il tuo smartphone si connette ad esso in modalità wireless (e non utilizzando un cavo dotato di connettore Lightning o USB).

Sebbene non sia necessario un telefono inserito nel controller, aggiungerne uno semplifica la selezione delle varie modalità di volo, la visualizzazione degli indicatori di stato e il feed della telecamera in diretta sullo schermo.

Se hai già pilotato un drone DJI, in particolare il Mavic Pro, il controllo dello Spark ti sembrerà immediatamente familiare. Come il Mavic, puoi selezionare la modalità ActiveTrack, il che significa che puoi selezionare un oggetto o una persona che la telecamera deve seguire.

Pocket-lintDJI Spark immagine volante 2

Ci sono due tipi di voli ActiveTrack: Trace traccia un bersaglio da dietro o davanti, o può girarci intorno; Il profilo segue un soggetto da una prospettiva fissa, muovendo la telecamera.

Entrambi i tipi di tracciamento attivo hanno funzionato bene nei test, anche se suggeriamo di garantire che non vi siano potenziali ostacoli da nessuna parte vicino al drone. Non è in grado di evitare nulla di lato, o dietro, solo davanti.

Questo sistema di evitamento frontale è comunque utile. Ci ha impedito di far volare la Spark sugli alberi e ci ha persino assicurato che il drone si allontanasse da noi se ci avvicinassimo ad esso.

DJI Spark: caratteristiche e durata della batteria

  • Batteria da 1.480 mAh, fino a 16 minuti di volo (in genere 12 minuti nei nostri test)
  • Sensori di prevenzione degli ostacoli sulla parte anteriore
  • Funzione di ritorno a casa

Oltre alle modalità di volo intelligenti e al volo gestuale, Spark è dotato di una serie di tecnologie per rendere il volo più facile di quanto tu possa immaginare. La regolazione automatica del vento assicura che il drone possa librarsi con una brezza, anche se abbiamo visto movimenti correttivi molto più corretti rispetto a quanto visto su droni più grandi. Essendo più piccolo e leggero, sembra che debba lavorare di più per rimanere stabile.

I migliori droni 2022: opzioni per principianti e avanzate per girare video 4K e acquisire foto ad alta risoluzione

Pocket-lintDJI Spark immagine volante 4

Come i suoi fratelli maggiori, i sistemi di localizzazione GPS e GLONASS di Spark possono essere utilizzati per vedere esattamente dove si trova il drone utilizzando la mappa della vista a volo duccello allinterno dellapp. Viene anche utilizzato per registrare la posizione del decollo da casa. Quando la batteria dello Spark si scarica troppo, o in qualche modo fai volare il drone al di fuori della sua portata di 1,2 miglia, tenterà automaticamente di tornare in questa posizione. Nei nostri test lo ha fatto in modo affidabile, anche se non è atterrato esattamente dove è decollato, ma entro pochi metri.

Se voli in condizioni senza vento a un ritmo costante e lento, DJI afferma che puoi ottenere fino a 16 minuti di volo. Nella nostra esperienza, utilizzandolo come farebbe qualsiasi utente normale, con almeno un po di vento, siamo arrivati da qualche parte tra 10-12 minuti prima che si attivasse lavviso di batteria scarica e siamo dovuti tornare alla base per la ricarica.

Recensione DJI Spark: Fotocamera

  • Gimbal a 2 assi per la stabilizzazione
  • Sensore CMOS da 1/2,3"
  • Risoluzione 12MP
  • Acquisizione video 1080p

La fotocamera dello Spark è bilanciata su un gimbal a doppio asse che, insieme al volo stabilizzato del drone, fa un lavoro decente nel creare filmati fluidi.

Puoi vedere un live streaming attraverso il telecomando sul tuo telefono in 720p HD mentre sei in volo, che è senza ritardi e chiaro per tutto il tempo.

Anche i risultati finali sono decenti. Anche se lo Spark sembra lottare un po con i livelli di luce contrastanti in modalità automatica, con una buona luce produce molti colori ricchi.

La cattura è Full HD 1080p, quindi una risoluzione più alta rispetto allo streaming live, il che, sebbene decente, significa che non ottieni lo stesso livello di dettaglio di 2,7 K/4 K con frame rate elevati delle fotocamere dei droni più avanzate in circolazione.

Considerando quanto sia piccolo lo Spark, siamo contenti di come siano venute fuori molte immagini e filmati. Non competono del tutto con le fotocamere su misura, ma la risposta alla luce e la nitidezza complessiva daranno al tuo smartphone una corsa per i suoi soldi. Inoltre il tuo smartphone non può volare.

Prime impressioni

Ci sono un sacco di piccoli droni là fuori, ma quasi tutti sono essenzialmente giocattoli e non possono essere considerati come fotocamere volanti portatili di fascia alta. La Spark, invece, potrebbe esserlo. Non ai livelli dei film di Hollywood, ma è comunque in grado di catturare filmati decenti.

Tuttavia, unarea che deve essere migliorata, come con la maggior parte dei droni, è la durata della batteria. Uscire sapendo che la batteria può durare solo 10 minuti di volo non è lideale, non importa quanto sia comodo e piccolo il drone.

Per questo motivo e per quanto incoerente sia la modalità di controllo dei gesti, consigliamo di acquistare il pacchetto Fly More Combo. Viene fornito con una batteria di riserva, il telecomando fisico, le protezioni dellelica e un hub di ricarica della batteria per ricaricare fino a tre batterie contemporaneamente. È più costoso, a £ 699 anziché £ 519 del pacchetto standard di droni, ma è più che probabile che avrai comunque bisogno di tutto quel kit.

Per un primo tentativo di qualcosa di così piccolo e così ben equipaggiato, la Spark è un divertimento fantastico. Non cè nientaltro di simile sul mercato in questo momento, il che lo rende un drone con poca o nessuna concorrenza.

Considera anche

DJI Mavic Pro

Dato che Spark non ha davvero un prodotto comparabile nelle sue dimensioni, il Mavic Pro è la cosa migliore da considerare. È un drone più serio che è altrettanto facile da pilotare. È più grande, più ricco di funzionalità e ha una fotocamera e un sistema cardanico migliori. Inoltre, si piega alle dimensioni di una normale bottiglia per bevande per un facile trasporto.

Leggi la recensione completa: Recensione DJI Mavic Pro: un drone portatile incredibilmente potente

Scritto da Cam Bunton.