Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - DJI ha fatto una grande dichiarazione lanciando il drone Mavic Pro.

Per la prima volta i progressi tecnologici migliori e più utili dellazienda sono disponibili in un prodotto che costa meno di 1.000 sterline. Inoltre, quel prodotto è facilmente il drone più portatile e facile da usare fino ad oggi.

Con il suo impressionante elenco di specifiche, il design innovativo e il costo relativamente basso, sicuramente il Mavic Pro non può non stupire?

Recensione DJI Mavic Pro: Design

Forse la caratteristica più impressionante del Mavic Pro è la sua dimensione. Abbiamo visto molta della tecnologia prima, su droni come il Phantom 4 , ma non labbiamo mai vista racchiusa in un prodotto così compatto e portatile.

Il Mavic Pro è anche un prodotto dallaspetto molto più cattivo, con più contorni e spigoli spigolosi di un bombardiere stealth, piuttosto che la finitura arrotondata a bulbo del Phantom.

A differenza della serie Phantom, anche il Mavic Pro non poggia su un set integrato di supporti simili a elicotteri. È quasi disteso sul ventre, appoggiato sulle zampe corte che sporgono verso il basso dalle braccia del quadrirotore.

Queste braccia sono insolite in quanto possono essere facilmente ripiegate sul corpo. I bracci anteriori si piegano verso linterno verso la parte superiore del telaio, mentre i bracci posteriori ruotano verso il basso per infilarsi nella parte inferiore, lasciandoti con un prodotto che si adatta facilmente alla tua mano e può essere gettato in uno zaino.

Siamo riusciti a metterlo in uno dei nostri zaini più piccoli e abbiamo ancora molto spazio per una fotocamera, un obiettivo di riserva e il controller. Non è nemmeno pesante da portare in giro: non è diverso dal portare una borsa per laptop sulla schiena.

Pocket-lintdji mavic pro recensione immagine 4

Per renderlo così compatto, i progettisti hanno anche dovuto ricreare la fotocamera e il sistema cardanico a tre assi che lo tiene in posizione e offre una stabilizzazione fluida. Non è solo molto più piccolo del Phantom, ma si trova sulla parte anteriore del drone, piuttosto che penzolare da sotto.

Per quanto riguarda le pale del quadrirotore, sono state progettate in modo tale da non doverle sistemare nella posizione corretta prima di prendere il volo. Basta avviare i motori per forzarli nel loro corretto orientamento, ottimizzato per il volo.

Recensione DJI Mavic Pro: come iniziare

Prima di decollare, il drone deve essere collegato al telecomando incluso, che può essere potenziato con laggiunta di uno smartphone per fungere da schermo per gestire la fotocamera del drone e altre funzionalità. Per passare da una modalità allaltra - essenzialmente solo volare e volare con lacquisizione della fotocamera - cè un pulsante di scorrimento sotto un lembo sul lato destro del drone.

Per accendere il drone e il controller, è sufficiente fare doppio clic, quindi tenere premuti i pulsanti di accensione per alcuni secondi. Sul drone stesso, questo è lunico pulsante in alto. Il pulsante di accensione del telecomando è un pulsante più tradizionale con licona del pulsante di accensione universale stampata. Una volta accesi entrambi, dovrebbero connettersi automaticamente entro pochi secondi.

Scattata con il drone DJI Mavic Pro. Tanto bello???? #drone #volare

Un video pubblicato da Cam Bunton (@cambunton) su

Per utilizzare uno smartphone in combinazione con il controller, è sufficiente scaricare lapp DJI Go, collegare il telefono utilizzando il cavo Micro-USB o Lightning incluso e fissarlo nelle impugnature personalizzate del controller.

Avvia lapp, seleziona Modalità fotocamera e il telefono è pronto per essere utilizzato. Nella nostra esperienza, è sempre meglio usare lo smartphone oltre al controller. Offre un modo molto più semplice per controllare varie funzionalità e ha una miriade di impostazioni. È inoltre necessario assicurarsi che la fotocamera metta a fuoco correttamente per lacquisizione di video e foto.

Prima di decollare, assicurati che il display del telefono mostri che la posizione GPS è stata registrata, la posizione della casa è aggiornata e dice che è pronto per volare. Nel complesso, il processo è fluido e senza preoccupazioni come si potrebbe immaginare.

Recensione DJI Mavic Pro: lesperienza di volo

Se sei un pilota di droni per la prima volta, non cè drone migliore con cui iniziare del Mavic Pro. È quasi troppo facile da controllare.

Pocket-lintdji mavic pro recensione immagine 5

Il suddetto telecomando ha due joystick, che controllano laltezza del drone, la direzione del drone e il movimento del drone. Ci sono anche due ruote di scorrimento sul retro, una delle quali regola langolazione del gimbal della fotocamera, laltra che è programmabile. Per impostazione predefinita, mostra le informazioni sulla batteria sul piccolo schermo monocromatico del telecomando.

Il telecomando è compatto e facile da impugnare e può essere utilizzato da solo o in combinazione con il tuo smartphone. Lo smartphone diventa essenzialmente un monitor per visualizzare il feed della telecamera dal vivo con una risoluzione fino a 1080p, ma ha anche i propri tasti funzione sullo schermo per controllare latterraggio, il ritorno a casa e guardare informazioni come la durata della batteria del drone, la potenza del segnale e così via.

Lapp contiene anche tutte le modifiche alle impostazioni che puoi apportare e ci sono dozzine di opzioni diverse che puoi modificare. Parte delle opzioni di impostazione sono interamente focalizzate sulla fotocamera, in modo da poter modificare la risoluzione di foto e video, la riproduzione e una serie di altre normali opzioni della fotocamera.

Cè una miriade di opzioni per cambiare il modo in cui funzionano le cose, dalla sensibilità del telecomando allevitamento degli ostacoli del drone. Che si tratti di cambiare la sensibilità dei joystick o di dire al drone di fermarsi davanti agli ostacoli o di sorvolarli, dipende da te.

Per decollare, cè un pulsante di decollo che tocchi sullo schermo, quindi "scivola per decollare". Il drone quindi si solleva da terra e si libra di qualche metro prima di usare il joystick sinistro per lanciarlo in aria.

dji mavic pro recensione immagine 23

Una volta che il drone è in aria, puoi scegliere come vuoi farlo volare. Naturalmente, puoi semplicemente navigare manualmente usando i joystick.

Cè una modalità per principianti che è davvero utile per i principianti, in quanto limita quanto in alto può volare il drone e quanto lontano si allontana dal punto di partenza. Cambia anche la sensibilità del controller in modo che tu possa abituarti a ciò che fa tutto senza che si schianti accidentalmente in mare in una grande palla di fiamme.

Cè una modalità gesto, in cui lo segnali con una manciata di gesti preimpostati. Prima saluta per attirare la sua attenzione, poi digli di fare un selfie. Nella nostra esperienza, la modalità gesto era incostante: a volte funzionava, altre volte non riconosceva i nostri gesti.

La caratteristica più consistente nei nostri test è stata ActiveTrack. Quando viene attivato, disegna un quadrato su un oggetto sullo schermo, quindi la fotocamera si blocca su di esso. Per impostazione predefinita, il gimbal regola langolo e la direzione della telecamera per seguire loggetto mentre il drone si libra in posizione.

Tuttavia, ci sono altre modalità di volo che utilizzano la tecnologia di tracciamento per seguirti o un oggetto. Se segue da dietro, volando in avanti, la sua tecnologia di evitamento degli ostacoli assicura che non si schianti contro nulla mentre vola autonomamente, sorvolando gli ostacoli o fermandosi di fronte a loro (a seconda di come lhai impostato).

dji mavic pro recensione immagine 24

Può anche girare intorno a te o alloggetto o passare alla nuova modalità terreno che utilizza i sensori nella parte inferiore del drone per garantire che non si avvicini mai troppo al suolo mentre si sale su una collina, indipendentemente da quanto sia alto o ripido il terreno ottiene.

Naturalmente, per i corridori, cè la modalità sportiva che fa muovere il drone fino a 40 miglia allora, che, per inciso, disattiva il sistema di evitamento degli ostacoli. Allestremo opposto dello spettro cè la modalità treppiede che rallenta le cose e aumenta la sensibilità del controller per ottenere movimenti piacevoli, fluidi e lenti. Perfetto per le riprese cinematografiche

I migliori droni 2022: opzioni per principianti e avanzate per girare video 4K e acquisire foto ad alta risoluzione

Recensione DJI Mavic Pro: caratteristiche

Man mano che gli elenchi di funzionalità vanno, non ce ne sono molti che corrispondano alla varietà di funzionalità tecnologiche utili e leader di mercato del Mavic Pro, almeno non a questo prezzo o in un dispositivo così piccolo.

Innanzitutto, la batteria da 3.830 mAh, nonostante sia compatta, è stata progettata per gestire tra i 21 ei 27 minuti di volo, a seconda del tipo di volo che stai facendo, in quali condizioni e quanto velocemente. È una distanza massima di otto miglia, a condizione che non ci sia vento. Ovviamente la batteria dura un po meno se il drone è costretto a fare i conti con una brezza tesa.

Pocket-lintdji mavic pro recensione immagine 15

Nella nostra esperienza, raramente abbiamo ottenuto qualcosa vicino a 27 minuti di volo. Essendo lautunno, e quindi fisicamente impossibile sfuggire al vento, il drone è stato costretto a lavorare sodo per combattere gli elementi, con conseguente scaricamento della batteria in 20 minuti.

Tra i lati positivi, è stato dimostrato quanto sia bravo il drone a combattere il vento. Mentre si poteva dire che i motori stavano lavorando duramente per mantenere il drone in aria e in posizione, è comunque riuscito a rimanere molto stabile. Questa è una buona notizia per scopi di cattura.

Poi cè la trasmissione proprietaria OcuSync integrata nel nuovo controller, che ha una portata fino a 4,3 miglia (7 km). In altre parole, se lo fai volare il più lontano possibile prima di perdere il segnale, molto probabilmente esaurirà la batteria prima di tornare da te. Questa stessa tecnologia di trasmissione viene utilizzata nel nuovo visore di tipo VR Goggles per la visuale in prima persona attraverso la fotocamera del drone.

Come con il Phantom, ci sono una serie di importanti sensori e processori integrati nel MavicPro, che lo rendono incredibilmente facile da usare e di fascia molto alta.

A partire dalle basi, ci sono GPS e GLONASS per tenerlo connesso a oltre 20 satelliti di posizionamento per assicurarti che sappia sempre dove si trova. Poi, nella parte inferiore, ci sono sensori per rilevare la distanza dal suolo e telecamere per riconoscere parti specifiche del terreno.

dji mavic pro recensione immagine 25

Per fare ciò, registra alcuni video mentre sta decollando. Fai volare il drone, quindi premi licona del pulsante di ritorno a casa sullo schermo dello smartphone e utilizza il GPS/GLONASS per tornare alla posizione. Mentre si avvicina allatterraggio, acquisisce altri video utilizzando le telecamere a fuoco dal basso, che si sovrappone al video catturato al decollo, per abbinarli e assicurarsi che atterri esattamente nello stesso punto da cui è partito. DJI afferma che può atterrare a un pollice dalla sua posizione di partenza.

Tuttavia, abbiamo avuto risultati contrastanti con questa funzione. Un paio di unità che abbiamo testato sono atterrate perfettamente ogni volta, con una precisione spaventosa. Considerando che un altro drone che è stato inviato al nostro ufficio ha fallito ogni volta. Invece di atterrare da dove è decollato, sarebbe semplicemente atterrato ovunque si trovasse in quel momento. Anche se ci assicuravamo che registrasse correttamente la posizione di casa e volando via da quella posizione, sarebbe comunque caduto dove si trovava.

Recensione DJI Mavic Pro: Fotocamera

Molti dei risultati finali della fotocamera e del video del Mavic Pro dipendono molto da quanto sei bravo a controllare il drone. Soprattutto quando si tratta di riprese video. Se desideri una panoramica fluida e riprese cinematografiche, devi imparare a controllare i joystick senza problemi. Per fortuna, non ci vuole troppo tempo per imparare.

Per la maggior parte, i risultati finali della fotocamera sembrano buoni. Cè un sacco di colori e dettagli nelle immagini e nel video.

A volte abbiamo riscontrato che non è riuscito a regolare lesposizione e la messa a fuoco per abbinare scene più chiare o più scure. Come con lapp della fotocamera dello smartphone, toccare una parte diversa dellimmagine dovrebbe cambiare la messa a fuoco e lesposizione in modo che corrispondano, ma a volte ci lascerebbe con unimmagine molto scura come risultato.

Il video può essere tremolante se il drone ha a che fare con il vento, ma il gimbal fa un buon lavoro nel complesso nel gestire qualsiasi movimento indesiderato. E cè sempre la stabilizzazione post-scatto tramite software per uniformare ulteriormente i risultati.

Un problema che potrebbe essere migliorato è che la fotocamera non mette a fuoco automaticamente senza che tu tocchi lo schermo dello smartphone per mettere a fuoco. Ciò significa che se desideri registrare video o scattare foto, dovrai avere un telefono connesso.

Prime impressioni

È difficile pensare a un drone migliore in circolazione allo stesso prezzo del Mavic Pro. Il concorrente più vicino, in termini di prezzo, è la GoPro Karma che costa più o meno la stessa cifra se vuoi che la fotocamera sia inclusa.

La differenza, tuttavia, è che lultimo quadricottero di DJI è molto più facile da trasportare e ha un posizionamento GPS molto migliore e una tecnologia per evitare gli ostacoli.

In breve, se hai mille sterline da spendere per una fotocamera sospesa nel cielo, è improbabile che trovi qualcosa che si avvicini al DJI Mavic Pro.

Da £ 999, Amazon

Scritto da Cam Bunton.