Recensione Sony LinkBuds: un nuovo tipo di auricolari

Sony ha creato qualcosa di diverso con i LinkBud. Non hanno un auricolare, ma utilizzano invece un design ad anello aperto. (credito immagine: Pocket-lint)
Il design significa che il rumore esterno è sempre udito, così puoi stare attento a ciò che ti circonda a casa o all'esterno. (credito immagine: Pocket-lint)
L'audio viene trasmesso tramite piccoli fori attorno all'anello che proiettano il suono nell'orecchio. (credito immagine: Pocket-lint)
Un supporto adatto nella parte superiore di ogni gemma lo tiene nell'orecchio. Ciò garantisce che siano più comodi della maggior parte degli auricolari. (credito immagine: Pocket-lint)
Puoi scambiare i sostenitori adatti per assicurarti che rimangano nelle tue orecchie. Abbiamo scoperto che funzionano bene, anche durante l'esecuzione. (credito immagine: Pocket-lint)
Sono facili da configurare grazie al supporto di Google Fast Pair e Microsoft Swift Pair. Abbiamo anche scoperto che è stato veloce accoppiarli a un iPhone 13. (credito immagine: Pocket-lint)
La minuscola custodia di ricarica ha una durata della batteria di 12 ore, con 5,5 ore disponibili negli auricolari stessi. (credito immagine: Pocket-lint)
Il supporto per la ricarica rapida tramite USB-C ti offre un'ora di riproduzione con soli 10 minuti di ricarica. (credito immagine: Pocket-lint)
Unici e diversi, i Sony LinkBud sono ottimi per le videochiamate o per l'uso quando devi anche essere consapevole del mondo che ti circonda. (credito immagine: Pocket-lint)
#}