Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Quando Apple ha acquistato Beats by Dre per 3 miliardi di dollari nel 2014, entrambe le società avevano qualcosa da guadagnare. Apple è entrata nel redditizio mercato emergente delle cuffie di moda, mentre Beats ha avuto accesso al cervello del team di sviluppo tecnologico di Apple.

Fino al 2019, ciò ha visto la tecnologia Apple trovare la sua strada nelle cuffie progettate da Beats. Con il Powerbeats Pro, invece, il presidente di Beats Luke Wood ci ha detto che si tratta del primo vero progetto congiunto dove tutto – interno ed esterno – è stato pensato insieme ad Apple.

Forse più significativamente, il Powerbeats Pro è stato il primo paio di auricolari true wireless di Beats. È stato uno degli ultimi grandi marchi audio a entrare nello spazio, ma lattesa è valsa la pena. Continua a leggere per scoprire perché.

Il nostro parere veloce

Nel complesso, non pensiamo che ci sia un paio di auricolari senza fili più completo dei Powerbeats Pro. Offrono unincredibile durata della batteria, un suono piacevole e una vestibilità che è sia abbastanza comoda da essere indossata per lunghi periodi sia abbastanza sicura da portarla nelle tue sessioni di allenamento più estreme.

Sebbene il prezzo richiesto possa sembrare alto, pensiamo che sia giusto. I Powerbeats Pro hanno un prezzo superiore agli AirPods, ma offrono una durata della batteria molto più lunga al di fuori della custodia e un suono migliore. Inoltre, sono ancora un buon £ 50- £ 100 in meno rispetto alla concorrenza di Bose, Sennheiser, B&O o Master & Dynamic.

Certo, i Powerbeats Pro non offrono i livelli di isolamento acustico di alcuni altri, e forse non suonano altrettanto premium, ma non ce nè abbastanza per giustificare una spesa extra, a meno che non si tratti di suono e cancellazione del rumore è la cosa più importante per te.

Questa recensione è stata pubblicata per la prima volta in anteprima il 17 aprile 2019 ed è stata aggiornata come recensione completa.

Alternative da considerare

Pocket-lintalternative powerbeats pro immagine 1

AirPods Pro

scoiattolo_widget_168834

Se la cancellazione del rumore è un grosso problema per te, otterrai prestazioni e funzionalità simili da AirPods Pro, ma con lANC inserito. Non siamo sicuri di consigliarli come buoni auricolari da corsa o da allenamento, ma loro re fantastici tuttofare.

Pocket-lintBose Soundsport Immagine libera 1

Bose Soundsport gratuito

scoiattolo_widget_143654

Bose è forse lunica altra azienda che produce auricolari sportivi senza fili di alta qualità. Questi sono più costosi della coppia Beats, ma sono un ottimo compagno di corsa con quel classico profilo sonoro Bose, perfetto per le lunghe percorrenze.

Recensione Beats Powerbeats Pro: compagni di allenamento perfetti

Recensione Beats Powerbeats Pro: compagni di allenamento perfetti

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Ottima vestibilità e suggerimenti
  • Il suono è impressionante
  • La durata della batteria davvero lunga
  • Il chip H1 aggiunge praticità per gli utenti di iPhone
  • Brillante per la corsa/lesercizio
Contro
  • Lisolamento/cancellazione del rumore non è eccezionale sui treni rumorosi
  • Il coperchio della custodia è un po fragile quando è aperto
  • Nessuna custodia di ricarica wireless

squirrel_widget_148688

Progettato per le orecchie di tutti

  • Costruzione scolpita/leggera
  • Gancio flessibile sopra lorecchio
  • Resistente allacqua/sudore
  • Colori Navy, Ivory, Khaki e Black al lancio

Guardalo per un paio di secondi e vedrai immediatamente la somiglianza tra Powerbeats 3 e Powerbeats Pro. Guarda più da vicino, o addirittura metti gli auricolari Pro sulle orecchie, comunque, e sentirai che stai indossando un paio di auricolari completamente nuovi.

Lalloggiamento si è notevolmente ridotto in termini di dimensioni e peso, ma, cosa più importante, ci sono angoli e contorni più morbidi attorno alla plastica per garantire che siano molto più comodi da indossare. Anche la sporgenza in plastica è stata riangolata e presenta i driver sulla punta dellorecchio per garantire che non prema contro quella leggera cresta allinterno dellorecchio. Questa sporgenza ha anche una sottile "finestra" lucida a forma di pillola che copre il sensore di luce ambientale, che consente agli auricolari di rilevare quando sono nelle orecchie.

Pocket-lintBeats Powerbeats Pro recensione immagine 2

Quindi anche il gancio sopra lorecchio è stato ridisegnato e riorientato, assicurandosi che aderisca più comodamente allorecchio, ma senza mai tirare o scavare e diventare scomodo da indossare.

Gli auricolari Pro si sentono leggeri e sono ben adattati senza sentirsi troppo comodi o allungare lorecchio. È davvero un capolavoro in forma.

Il più delle volte, quando indossi auricolari sportivi con ganci sopra lorecchio, sei consapevole che ti stanno addosso; o senti il gancio affondare leggermente nella parte superiore delle orecchie, oppure senti il cavo che scorre dietro il tuo collo che ti picchietta leggermente mentre corri. Con Powerbeats Pro si sentono praticamente senza peso e non ci sono cavi che sfiorano la parte posteriore del collo. È unesperienza molto liberatoria.

Un altro motivo per cui Beats ha ridisegnato i contorni e gli angoli è stato per quegli allenamenti sudati, per garantire che il sudore in eccesso non si attaccasse o si depositasse su di essi. Gli angoli e gli spazi vuoti aiutano a creare canali in cui eventuali schizzi di luce o sudore possono filtrare dallaltro lato.

Anche i gommini in silicone sono stati ridisegnati per creare una migliore tenuta nellorecchio, comoda e posizionata esattamente nel posto giusto. Questo non significa solo una vestibilità comoda, ma la tenuta è assolutamente la chiave per un buon suono. Chiunque abbia corso con gli auricolari saprà che non appena quel sigillo non si posiziona bene, perdi tutta la presenza nella musica e finisci per ascoltare canzoni metalliche e tranquille. Con Powerbeats Pro non è mai così.

Tanto che anche più di sei mesi dopo averli esaminati per la prima volta, i Powerbeats Pro sono ancora il nostro paio di auricolari preferiti quando ci alleniamo o corriamo. Sono davvero gli auricolari più comodi e sicuri che abbiamo testato finora.

Pocket-lintBeats Powerbeats Pro recensione immagine 4

Neanche questo è tutto. Entrambi gli auricolari Powerbeats Pro offrono la stessa identica selezione di controlli. Ottieni un bilanciere del volume su entrambi, oltre a un pulsante per riprodurre / mettere in pausa o saltare i brani, il che significa che non importa se usi il sinistro o il destro. Ciò non significa solo che non devi ricordare quali controlli sono presenti su quale auricolare, ma puoi anche essere destrorso o mancino e avere tutti gli stessi controlli se stai utilizzando un solo auricolare per le telefonate.

Nella parte inferiore troverai due punti di contatto rotondi, che si allineano con i punti di contatto di ricarica nella custodia rigida inclusa nella confezione. Grazie alla condivisione dello stesso chip H1 degli AirPods, la custodia funziona allo stesso modo di quella degli AirPods: aprila per la prima volta e avvia la modalità di associazione, pronta per la connessione con il tuo telefono.

Tuttavia, il caso stesso è piuttosto grande. Ma comprensibile così. Con il design delle Powerbeats Pro, era necessario creare qualcosa di abbastanza grande da contenere gli auricolari, ma anche per contenere una batteria abbastanza grande da caricare completamente due volte questi auricolari.

Tecnologia AirPods

  • Chip H1
  • Supporto "Ehi Siri"
  • Associazione iCloud su più dispositivi

Implementando lo stesso chip H1 che si trova allinterno degli AirPods, Beats ha abilitato alcune funzionalità avanzate, come il risveglio "hey Siri". Ma aiuta anche a mantenere forte la connessione tra i due auricolari. Ma cè di più che fa una grande differenza.

Perché le cuffie Philips Go sono perfette per lo sport e l'esercizio

In primo luogo, utilizzando alcuni microfoni e accelerometri esterni, Powerbeats Pro utilizza il beamforming per garantire che riceva sempre la tua voce durante le telefonate o le videochiamate e annulla il rumore esterno.

Pocket-lintBeats Powerbeats Pro recensione immagine 5

In secondo luogo, il chip H1 è un ottimo ottimizzatore della batteria, che consente a Beats di richiedere fino a nove ore di riproduzione musicale al di fuori della custodia di ricarica. Era ridicolo per un paio di auricolari senza fili al momento del lancio, ma da allora è stato visto in alcuni altri in- ear, come MW07 Pro e Melomania 1 , per esempio. In combinazione con la batteria nella custodia, sono fino a 24 ore di musica dal cavo Lightning tra una ricarica e laltra.

Per ridurre al minimo lutilizzo della batteria, sono presenti sensori per rilevare quando gli auricolari vengono rimossi dalle orecchie. Nella parte inferiore di ciascun auricolare sono presenti sensori ottici, in grado di rilevare quando sono coperti dalle orecchie. Nel frattempo gli accelerometri rilevano quando muovi le gemme, per mettere in pausa la musica. Se vengono tenuti in mano, lontano dalle orecchie e dalla custodia di ricarica, passano alla modalità di risparmio energetico per risparmiare ancora più batteria.

Siamo rimasti davvero colpiti anche dalla longevità di Powerbeats Pro. Erano così lontani e al di sopra di qualsiasi altro auricolare senza fili in termini di longevità che era quasi incredibile. Al giorno doggi, sono una delle poche coppie diverse che offrono una longevità molto migliore rispetto alle generazioni precedenti.

Tirando fuori questi auricolari per una corsa di 40 minuti, lindicatore della batteria sulliPhone ha mostrato che era diminuito solo di qualche punto percentuale dopo. Ciò che significava nella nostra tipica settimana lavorativa era che potevamo uscire per tre corse da 40 minuti - e persino andare a Londra dal Galles del Nord in treno (tre ore a tratta) - e avevamo ancora la batteria rimasta senza nemmeno bisogno di considerare la ricarica.

Come le precedenti versioni cablate, Powerbeats Pro è dotato di una tecnologia di ricarica rapida. Solo cinque minuti di aggancio alla custodia di ricarica sono sufficienti per darti più di 90 minuti di riproduzione.

Pocket-lintBeats Powerbeats Pro recensione immagine 14

Per gli utenti di Apple iPhone ottieni il vantaggio di una facile connessione e associazione grazie a quel chip H1. Unattraente finestra pop-up appare sullo schermo per collegare gli auricolari non appena si apre il coperchio della custodia e, una volta accoppiati, vengono automaticamente associati a tutti gli altri dispositivi Apple collegati allo stesso account iCloud.

Sebbene gli utenti Android/PC non ottengano quellabbinamento iCloud/istantaneo, ottieni comunque tutti gli altri vantaggi principali della tecnologia Apple allinterno degli auricolari. Hai ancora quel raggio che si forma per le chiamate vocali, un suono eccezionale, la durata della batteria e la connessione. Quindi manca un po di praticità, ma questi sembrano ancora un ottimo paio di dispositivi senza fili di lunga durata per gli utenti Android, specialmente se sei attivo.

Suono ridisegnato

  • Driver in alluminio stile pistone
  • Sfiato bass reflex sul retro

Oltre a rimodellare gli esterni, anche la meccanica del suono è stata modificata. Allesterno, vedrai piccoli fori vicino alla punta dellorecchio, oltre a una piccola griglia sul retro. Insieme, questo agisce come una sorta di bass reflex, simile a quello che si ottiene in un paio di altoparlanti di fascia alta - lì per assicurarsi che non si finisca per sentire troppa pressione nellorecchio in qualsiasi momento.

Pocket-lintBeats Powerbeats Pro recensione immagine 7

In aggiunta a ciò, Beats ha scelto di non utilizzare un altoparlante/driver in stile tradizionale. Non cè "pelle" tesa su un pilota che può affaticarsi e perdere qualità nel tempo. Invece, gli ingegneri hanno implementato un driver in alluminio a pistone che si muove su e giù allinterno dellauricolare. Questo meccanismo significa un controllo del suono più affidabile, coerente e preciso, riducendo al minimo la distorsione e aumentando la gamma.

Abbiamo ascoltato una varietà di brani diversi durante i test e il risultato è davvero eccezionale per un auricolare in questa categoria di prezzo. Alla fascia bassa della gamma di frequenza - come le note basse del basso - cè molto impatto, ma in modo stretto e controllato. Allo stesso modo, sia le voci degli alti che quelle del baritono suonano chiare e dinamiche, mentre le canzoni con un sacco di riverbero hanno unapertura, senza mai sentire come se un aspetto stesse lasciando il posto allaltro.

Un esempio è stato Karma Police dei Radiohead , che inizia con una bella chitarra acustica e voce tranquilla, prima di introdurre la batteria e il basso più pesanti. Ciò che amiamo è come la chitarra acustica rimanga presente, chiara e piena delle sue caratteristiche originali, anche mentre il ritmo più pesante lo spingeva in alto.

Nove mesi dopo, e il suono è buono come quando labbiamo ascoltato per la prima volta. Questo dopo decine di corse, a volte in condizioni di pioggia e freddo.

Cè un elemento che non è così forte su questi come altri in-ear, ma è di progettazione. La cancellazione del rumore non è affatto forte. Cancellano più rumore ambientale intorno a te rispetto agli AirPod originali o di seconda generazione, ma ti lasciano comunque abbastanza consapevole di ciò che ti circonda.

Molte volte, questa non è necessariamente una cosa negativa: senti le auto in arrivo quando sei fuori a correre al buio. È fantastico per essere consapevoli del traffico. Daltra parte, quando sei seduto sul treno e puoi ancora sentire il sottile ronzio delle persone che chiacchierano e il rumore del motore, puoi essere tentato di alzare gli auricolari molto più forte di quanto sia salutare farlo per affogarli. .

Per ricapitolare

Nel complesso, non pensiamo che ci sia un paio di auricolari senza fili più completo dei Powerbeats Pro. Ottieni unincredibile durata della batteria, un suono piacevole e una vestibilità che è sia abbastanza comoda da essere indossata per lunghi periodi sia abbastanza sicura da portarla nelle tue sessioni di allenamento più estreme.

Scritto da Cam Bunton.