Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Le cuffie Marshall Major 3 Bluetooth sono tra le migliori cuffie wireless on-ear che abbiamo testato negli ultimi anni: devi solo immergerti nella nostra recensione di un paio di anni fa per ricordare a te stesso perché.

Tuttavia, qualsiasi cosa più di un anno o due è un lungo periodo di tempo nella tecnologia, quindi Marshall è tornato con un aggiornamento alle lattine collaudate, in qualche modo infrangendo lasticella delle superbe prestazioni della batteria della versione precedente e presumibilmente ripetendo anche il suo grande suono .

Apparentemente il Major 4 gestirà fino a 80 ore di utilizzo wireless prima che tu debba caricarlo, cosa che chiunque abbia delle cuffie wireless saprà essere una cifra davvero impressionante, non da ultimo in un set di cuffie relativamente piccole come queste.

Marshall ha anche aggiunto la ricarica wireless, rendendo il processo ancora più semplice quando vuoi ricaricare quella batteria, con 15 minuti di ricarica che apparentemente ti fanno guadagnare 15 ore di ascolto, che sono numeri impressionanti, con lopzione di una connessione da 3,5 mm se sei in gravi difficoltà. Infine, anche la porta di ricarica cablata ha visto un piccolo aggiornamento, passando a USB-C, che è sempre apprezzato.

Le altre modifiche sono più sottili, compresi i cuscinetti auricolari più morbidi che apparentemente renderanno le sessioni di ascolto un po più confortevoli e un design generale che è più ergonomico in piccoli modi, e presenta ancora quella piccola manopola in ottone che è fatta per un controllo così facile su parte delle cuffie Marshall.

Il Marshall Major 4 può essere preordinato da Marshall a partire da ora per $ 149, £ 129 o € 149 e verrà effettivamente rilasciato il 14 ottobre di questanno.

Scritto da Max Freeman-Mills. Modifica di Adrian Willings.