Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Google ha ampliato la sua offerta di hardware, con un numero crescente di dispositivi Pixel. Per quanto riguarda le cuffie, ora sono disponibili tre set: Pixel Buds Pro e Pixel Buds A-Series.

Le Pixel Buds di seconda generazione sono lentamente scomparse dai rivenditori, lasciandoci solo questi due set tra cui scegliere.

Hanno molti punti in comune, ma rappresentano comunque una sfida quando si tratta di scegliere gli auricolari intelligenti di Google. Qual è il migliore per voi?

Prezzo e disponibilità

  • Pro: $199,99 / £179 / €219
  • Serie A: $99 / £99,99 / €99

I Google Pixel Buds Serie A sono disponibili da subito a un prezzo accessibile di $/£/€99 e offrono auricolari connessi con l'Assistente Google profondamente integrato. Sono ampiamente disponibili presso i rivenditori.

I Pixel Buds Pro sono nuovi e raddoppiano il prezzo a $199 / £179 / €219. Non sono ancora disponibili, ma saranno in pre-ordine dal 21 luglio e nei negozi dal 28 luglio.

È possibile trovare i Pixel Buds più vecchi presso alcuni rivenditori, ma non consigliamo di pagarli più di $/£/€99.

squirrel_widget_6832007

Design e costruzione

  • Pro: Custodia: 63,2 x 50 x 25 mm; 62,4 g / Auricolari: 22,33 x 22,03 x 23,72 mm; 6,2 g
  • Serie A: Custodia: 63 x 47 x 25 mm; 52,9 g / Auricolare: 20,7 x 29,3 x 17,5 mm; 5,06 g

Google ha applicato un design simile ai Buds Pro e ai Buds Serie A, ma la custodia dei Buds Pro è leggermente più grande e più pesante di circa 10 grammi.

Ne consegue che anche le Buds Pro sono più grandi e più pesanti, con un corpo ovviamente più grande rispetto alle Buds A-Series. Il contenuto tecnologico è molto più elevato, quindi ha perfettamente senso.

Le Buds A-Series sono dotate di un piccolo braccio di gomma che fuoriesce dalla parte superiore per aiutarle a rimanere nell'orecchio; le Buds Pro non ne sono dotate e non possiamo dire che sia un problema: non l'abbiamo mai trovato così utile.

Le Buds A-Series sono disponibili nei colori Sage e White, mentre le Buds Pro sono disponibili nei colori Charcoal, Fog, Lemongrass e Coral.

Uno degli obiettivi di Google con il design dei Pixel Bud è stato quello di avere un involucro incredibilmente liscio: è come un sasso che si desidera accarezzare e girare tra le mani e sembra che l'involucro dei Buds Pro sia lo stesso.

Entrambi gli auricolari hanno un grado di protezione IPX4, quindi sono resistenti al sudore, ma la custodia delle Buds A-Series non ha alcuna protezione, mentre quella delle Buds Pro è IPX2.

Audio e cancellazione attiva del rumore

  • Pro: driver da 11 mm, ANC, modalità trasparenza, Silent Seal
  • Serie A: Driver da 12 mm, blocco passivo del rumore

Entrambe le cuffie utilizzano il tocco capacitivo o la voce per il controllo. È possibile toccare o scorrere le estremità delle cuffie per controllarle. Entrambe dispongono di un accelerometro per rilevare il movimento, mentre le Buds Pro includono anche un giroscopio. Le Buds A-Series non dispongono di controlli tattili del volume, ma sembra che le Buds Pro ne siano dotate.

Google ha anche dichiarato che l'audio spaziale arriverà sulle Pixel Buds nel 2022 e probabilmente il giroscopio servirà proprio a questo.

Queste cuffie sono dotate di diversi driver, ma è la cancellazione attiva del rumore (ANC) a fare la differenza.

Le Buds Pro hanno tre microfoni rispetto ai due della Serie A. Le Buds Pro hanno aperture molto più grandi ed evidenti sul corpo degli auricolari. In questo modo le Buds Pro sono in grado di rilevare i rumori esterni e di cancellarli, in modo da non essere disturbati.

Google sta anche spingendo una tecnologia chiamata Silent Seal, progettata per consentire agli auricolari di adattarsi a qualsiasi orecchio e fornire ottimi risultati. Il tutto è guidato da hardware e algoritmi personalizzati di Google.

L'ANC probabilmente significa che la qualità del suono delle Buds Pro sarà migliore: la nostra più grande critica alla serie A delle Buds è che non hanno una buona tenuta, quindi non bloccano il rumore esterno in modo molto efficace.

Quando Google ha lanciato la serie A delle Buds (e le precedenti Pixel Buds), ha dichiarato che parte dell'obiettivo era evitare di sentirsi tagliati fuori dal mondo circostante. L'obiettivo delle Pixel Buds Pro, invece, è quello di escludere l'utente, e probabilmente questa sarà un'esperienza più apprezzata.

Naturalmente esiste anche una modalità di trasparenza che lascia passare i rumori esterni, in modo da poter essere consapevoli di ciò che ci circonda.

Batteria e ricarica

  • Pro: 11 ore di ascolto, 31 ore totali; 7 ore di ascolto, 20 ore totali con ANC
  • Serie A: 5 ore di ascolto, 24 ore in totale

Entrambe le cuffie offrono la ricarica USB-C, ma solo le Buds Pro offrono la ricarica wireless Qi (come le Buds di seconda generazione). C'è anche una grande differenza nella durata della batteria.

Le Buds serie A offrono solo 5 ore, ma le Buds Pro arrivano a 11 ore. La durata scende a 7 ore con l'ANC, ma è comunque superiore a quella delle Buds serie A.

In questo caso, le Buds A-Series offrono 24 ore totali, mentre le Buds Pro ne offrono 31, che scendono a 20 ore con l'uso dell'ANC.

Sembra che le Buds Pro siano le cuffie da scegliere per quanto riguarda la durata della batteria.

Caratteristiche

  • Pro: Assistente Google, traduzione in tempo reale, equalizzazione del volume, Multipoint
  • Serie A: Assistente Google, traduzione in tempo reale

Gran parte dell'esperienza intelligente offerta dalle Pixel Buds deriva dalla profonda integrazione con Google Assistant e il dispositivo Android. Sia le Buds Pro che la serie A offrono questa funzione, quindi ci aspettiamo che l'esperienza sia la stessa.

Entrambi offrono anche la traduzione in tempo reale, un'altra abilità che Google sta spingendo attraverso Android. Entrambe offrono anche la funzione Google Fast Pair, per cui la connessione al telefono è davvero semplice.

Ma oltre a questo, le Buds Pro offrono un paio di funzionalità aggiuntive. Innanzitutto la connettività multipoint, che consente di connettersi a più dispositivi e di passare istantaneamente da uno all'altro, ad esempio guardando un film sull'iPad e rispondendo a una chiamata sul telefono.

Poi c'è l'equalizzazione del volume, che sostiene di bilanciare l'uscita audio a prescindere dal livello del volume, in modo che suoni sempre bene.

Conclusioni

Le Buds Pro dispongono di un paio di funzioni aggiuntive che consentono di offrire un'esperienza di qualità superiore rispetto alle Pixel Buds Serie A. La cancellazione attiva del rumore sarà il fulcro di questa caratteristica, in quanto cambierà l'utilizzo quotidiano degli utenti, aumentando l'isolamento in luoghi affollati e migliorando il suono della musica: le Buds Serie A non possono competere con questa caratteristica.

La parte migliore delle Buds A-Series è l'intelligenza con cui lavorano con Google Assistant e il telefono, e le Buds Pro offriranno anche questa esperienza.

È probabile che le Buds Pro siano migliori in tutto e per tutto, cosa che confermeremo non appena le avremo provate in prossimità del lancio, ma c'è una cosa da considerare: se non utilizzate mai l'ANC e non volete farlo, allora le Buds A-Series a metà prezzo delle Buds Pro potrebbero essere le cuffie perfette per voi.

Tuttavia, riteniamo che le Buds Pro, in quanto offerta premium, saranno le cuffie che tutti vorranno.

Maggiori informazioni su questa storia

Quando confrontiamo i prodotti, non ci limitiamo a mostrarvi le schede tecniche affiancate, ma interpretiamo le informazioni in base alla nostra esperienza.

Le migliori cuffie Lightning del 2022 per il tuo iPhone o iPad

Le Pixel Buds Pro non sono ancora state rilasciate, quindi non possiamo giudicarle direttamente, ma abbiamo usato a lungo le Pixel Buds e le Pixel Buds A-Series, quindi proveniamo da un punto di vista di esperienza.

Non appena avremo usato le Pixel Buds Pro, aggiorneremo il confronto per approfondire l'esperienza del mondo reale e assicurarci che abbiate le informazioni migliori, sia per orientare la vostra decisione di acquisto, sia solo perché volete sapere come si confrontano.

Scritto da Chris Hall.