Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Per alcune persone di una certa età, la Vauxhall Corsa riporterà i ricordi della "prima auto". Basta uno sguardo su e giù per qualsiasi strada nel Regno Unito rivelerà diverse generazioni della Corsa, così popolare è stata questa vettura in passato, ma più recentemente è stata superata dalla Ford Fiesta come una delle piccole auto più vendute.

Il nuovo design di Vauxhall è certamente di buon auspicio per il futuro della Corsa, ma lopzione di una versione elettrica aggiunge uninteressante svolta alla storia di questa vettura. Con molti più concorrenti ora nello spazio delle piccole auto elettriche, la Corsa-e rappresenta la storia che si ripete nel suo potenziale successo?

Il nostro parere veloce

La Vauxhall Corsa-e è una piccola grande auto elettrica che ha molto da offrire. Non è unica come la Honda-e, non è premium come la Mini Electric, o carina come la Fiat 500e, ma li batte tutti in termini di autonomia - offrendo anche una ricarica più veloce di alcuni modelli piccoli.

Poiché è piccola, è anche più conveniente di molte delle auto elettriche sulla strada. Sì, si perde spazio e un po' di praticità, ma per chi cerca una piccola auto elettrica, sareste pazzi a non considerare la Corsa-e.

Proprio come la Corsa è stata una prima auto per molte persone, potrebbe essere il caso che la Corsa-e sia una prima auto elettrica anche per molte persone. Dimenticate qualsiasi supposizione che potreste avere sul nome del marchio, questa è un'esperienza completamente nuova - e ci piace molto.

Recensione Vauxhall Corsa-e: crociera elettrica compatta

Recensione Vauxhall Corsa-e: crociera elettrica compatta

4.0 stelle
Pro
  • Divertente da guidare
  • Una delle auto elettriche più convenienti sulla strada
  • Sembra grande
Contro
  • Interni non proprio di alta qualità come alcuni
  • Stupido grafico della gamma
  • Sedili posteriori compatti

sembra molto meglio

È giusto dire che la generazione precedente di Vauxhall non era i veicoli più belli che avesse mai messo sulla strada. Anche se la Corsa non sembrava male, la Mokka più grande è uscita molto velocemente e, come abbiamo detto nella nostra recensione di quel modello più grande , il nuovo design ti dà molto da vedere.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 10

La Corsa-e condivide alcuni spunti di design con la sorella maggiore, con un avantreno più sportivo e quella cresta lungo il cofano che le conferisce un po più di carattere. Cè poco per separare la combustione dai modelli elettrici quando si tratta di aspetto, a differenza della differenziazione che vedrai, ad esempio, nella Mini Electric rispetto al resto di quella gamma.

Le proporzioni della Corsa sono migliori rispetto al modello uscente, mostrato qui con ruote bicolore da 17 pollici - che otterrai sullassetto SRi Nav Premium ed Elite Nav). Il SE Nav Premium - il punto di ingresso per il modello elettrico - ottiene invece ruote da 16 pollici.

Non ci sono enormi differenze esterne alla carrozzeria mentre si passa attraverso i livelli di allestimento: luci aggiuntive nel paraurti anteriore conferiscono un aspetto più sportivo, mentre SRi Nav Premium ed Elite Nav Premium hanno vetri posteriori oscurati e un tetto nero per dargli un po più di appeal sul marciapiede.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 9

Il top di gamma ottiene anche una diversa griglia sul davanti. Puramente decorative, le macchie di metallo gli danno una piccola spinta rispetto ai modelli con specifiche inferiori. Tutto sommato, è una Corsa, ma non come la conoscete - anche se rimane una normale hatchback - Vauxhall non è stata tentata di trasformarla in una sorta di crossover.

Un interno che si adatta

Entra nella cabina e parte di ciò che vedrai ti sarà familiare. La Corsa-e condivide i componenti con altri modelli del gruppo Stellantis - ovvero Citroen , DS Automobiles , Peugeot - tutti seduti sulla stessa piattaforma modulare comune (o CMP come viene chiamata). Questo spiega parte della familiarità tra questi marchi: in sostanza, sono più o meno la stessa macchina.

Labitacolo della Corsa-e è ovviamente abbastanza piccolo perché è unauto compatta, ma cè un bagagliaio da 267 litri (che si restringe leggermente rispetto alla versione a combustione). Non cè ruota di scorta e spazio sotto il pavimento minimo qui, ma il bagagliaio è abbastanza grande per la spesa settimanale o per un fine settimana.

Il sedile posteriore è più adatto ai bambini o alluso occasionale. Lo spazio per le gambe non è enorme, ma cè spazio per la testa per gli adulti, quindi non è così male nei viaggi più brevi. La Vauxhall Mokka-e o la Citroën ë-C4 sono un po più generose se hai bisogno di più spazio.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 18

Per il guidatore e il passeggero anteriore, tuttavia, non è una preoccupazione: con tanto spazio per la testa, le ginocchia e i gomiti per mantenere le cose a proprio agio. I sedili sono molto comodi anche a livello di Elite Nav, abbinando un tessuto con finiture in pelle per dare loro un aspetto premium.

La maggior parte della cabina utilizza plastica dura, che è dove le cose sono leggermente diverse dai modelli che arrivano un po più costosi. Cè materiale soft-touch nella parte superiore del cruscotto, ma poi una combinazione di plastiche più dure e materiali lucidi altrove, con materiali più premium limitati agli inserti delle portiere e ad altri punti di contatto.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 42

Non è un problema a questo prezzo, ma alcuni potrebbero guardare la Mini Electric o la Honda e e preferire quegli interni, ma poi sono anche un po più costosi.

Una dotazione tecnica familiare

Se hai letto le nostre recensioni di altre auto basate su CMP, saprai che la disposizione tecnica è generalmente la stessa su tutti questi modelli: infatti, lesperienza di fondo è la stessa sia sulla Corsa-e che sulla DS 3 Crossback E-Tense o Citroën ë-C4.

Vauxhall offre due dimensioni del display centrale in base al modello che acquisti: cè un 7 pollici su SR e SRi; risparmiando il 10 pollici per il modello Elite. Il display più piccolo ha controlli touch affiancati per portarti nelle aree principali - chiamate, navigazione, musica - mentre il display più grande ha pulsanti fisici sotto per navigare in tutte queste aree, che pensiamo sia la disposizione migliore.

Mentre le case automobilistiche cercano sempre più di ridurre il numero di pulsanti, qui sei ben servito, con accesso diretto alle aree chiave del sistema di infotainment per ridurre al minimo il tocco sul display. Allo stesso tempo, il display da 10 pollici espanso non viene utilizzato al massimo, i lati sinistro e destro spesso vengono lasciati vuoti.

Tutti offrono navigazione, DAB e Bluetooth proprio come ti aspetteresti, con una connessione USB per alimentare Android Auto o Apple CarPlay , che alcuni potrebbero preferire rispetto al sistema predefinito. Certamente, il sistema di controllo vocale di Vauxhall non si avvicina nemmeno allesperienza di Google Assistant disponibile tramite Android Auto.

I servizi predefiniti funzionano abbastanza bene, ma rimaniamo leggermente cinici sulla mappatura e sul sistema di punti di interesse che utilizza per trovare stazioni di ricarica. Sebbene i punti di ricarica siano elencati sulla mappa, sono molto obsoleti e quindi non sono davvero un modo affidabile per trovare la tua prossima ricarica: è meglio usare unapp come Zap-Map o Plug Share, o addirittura la ricerca vocale su Google Maps ti restituirà più dettagli rispetto alle mappe predefinite nellauto.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 27

Cè un pulsante per andare direttamente ad alcune delle informazioni elettriche, comprese le statistiche di base. Non si fa molto di questi però: una media di base per il tuo viaggio e un grafico che mostra le medie nel tempo. Sul nostro modello, come abbiamo visto sulla DS3 E-Tense, la scala era sbagliata, quindi il grafico era totalmente inutile, quindi probabilmente è una semplice correzione del software, ma non è utile quanto le informazioni che otterrai dallelettrico di Kia automobili, per esempio.

A questo livello superiore sullElite Nav Premium hai anche una telecamera posteriore e una vista dallalto verso il basso durante la retromarcia, quindi è incredibilmente facile infilarti in spazi di ricarica ristretti, oltre allingresso senza chiave e un pulsante di avvio, oltre a sedili e volante riscaldati .

È importante sottolineare che, qualunque modello tu scelga, ottieni la tecnologia di cui hai bisogno. Sebbene la nostra preferenza sia per il livello più alto, ovviamente, non è molto diverso da quello che troverai negli allestimenti più convenienti e, soprattutto, lesperienza di guida è molto simile.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 19

LElite Nav Premium nella foto qui ti costerebbe £ 31.710, quindi sospettiamo che molti opteranno per i modelli di livello inferiore, che partono da poco più di £ 21.000.

Guida, autonomia e ricarica

La buona notizia per la Corsa-e è che ottiene lo stesso carico di molti altri modelli sul mercato di quel super gruppo Stellantis. Se stai cercando auto elettriche da acquistare, queste statistiche diventeranno sempre più familiari.

La Corsa-e ha una batteria da 50 kWh, un motore da 100 kW che aziona le ruote anteriori, che produce circa 136 CV e una coppia di 260 Nm. Questo è lo stesso per tutti i livelli di allestimento, il che è rinfrescante, perché significa che lunità è praticamente la stessa, indipendentemente dal modello selezionato.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 31

Vauxhall cita unautonomia di 209 miglia. Le prestazioni nel mondo reale dipenderanno da come guidi, da quanto è caricata lauto, se hai bisogno dellaria condizionata e dal tempo (quanto fa caldo/freddo), ma comunque questa è una gamma utile.

Durante i nostri test, siamo riusciti a ottenere fino a 5,5 miglia per kWh in unattenta guida in città, che sarebbe tornata più di 275 miglia; in una guida più spensierata eravamo più vicini a 4 miglia per kWh, che avrebbero restituito 200 miglia. La leggerezza della Corsa-e è un vantaggio rispetto ai veicoli più grandi perché ne otterrai un po più di autonomia.

Ci sono tre modalità di guida - eco, normale, sport - con la prima che attenua la risposta dellacceleratore e aumenta la rigenerazione al decollo e riduce il controllo del clima; questultima coppia, nel frattempo, offre una guida più performante con una risposta dellacceleratore più immediata. Ci sono anche due posizioni sulla "levetta del cambio" - con D per la guida normale e B che ti dà un po più di rigenerazione del decollo, consentendo una minore frenata.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 30

Guidare in ambienti urbani ha molto senso poiché ti abituerai presto a sollevare il piede e ad avere la rigenerazione del rallentamento dellauto mentre ti avvicini a un incrocio. Tuttavia, questo sistema non ti consente di fermarti completamente come accadrà su Nissan Leaf o Fiat 500e, quindi dovrai tamponare il freno quando effettivamente devi fermarti.

La velocità da 0 a 100 km/h è di 7,6 secondi, ma è davvero la velocità da 0 a 30 km/h che percepisci fuori linea, il che la rende unauto divertente e scattante, ideale per le strade B o per la guida urbana.

La sospensione è più solida rispetto ad alcuni dei modelli francesi a cui è paragonabile, tuttavia, e questo la rende un po più sportiva nelle curve. Ma allo stesso tempo, non si sente eccessivamente accidentato su strade dissestate o dossi.

Pocket-lintOpel Corsa-e recensione foto 46

Ciò lo rende unottima guida nel complesso. E mentre molte auto stanno diventando più grandi, con i veicoli elettrici che compaiono principalmente nel segmento dei crossover, ci sono solo pochi modelli che si sentono più adatti alla vita di città. In particolare, la Mini Electric ha un motore leggermente più potente e guida un po più come un go-kart, ma la Corsa-e ha una batteria più grande, che offre una migliore autonomia.

Cè il supporto per la ricarica CC da 100 kW, che gli conferisce un vantaggio rispetto alla Renault Zoe (che offre solo una ricarica da 50 kW di serie), quindi nel segmento delle auto piccole cè molto da fare. Quella ricarica da 100 kW vedrebbe lauto fino all80% della batteria in circa 30 minuti; un tipico cambio completo su un caricabatterie domestico da 7kW sarebbe di circa 7 ore e mezza.

Per ricapitolare

Una delle auto più convenienti sulla strada, che offre una ragionevole autonomia ed economia, in un design che è facile da vedere. È compatta, quindi più adatta alle coppie o ai pendolari che alle grandi famiglie, ma l'attrattiva maggiore è che si ottengono la stessa batteria e lo stesso motore a tutti i livelli di prezzo, il che la rende una buona performance.

Scritto da Chris Hall. Modifica di Stuart Miles.