Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Per certi versi la Toyota Mirai è una delle auto più pionieristiche che tu abbia mai visto. Non solo evolve il design delloriginale di sei anni in qualcosa che è molto più di una gioia per gli occhi, ma abbassa anche il prezzo, ed è solo una delle due auto disponibili nel Regno Unito che è un carburante a idrogeno- veicolo elettrico a celle (FCEV; la Hyundai Nexo è laltra).

Sotto alcuni altri aspetti, tuttavia, la Toyota Mirai è una delle auto più ostacolate che tu abbia mai visto. Non per colpa propria, di per sé, ma perché le stazioni di rifornimento di idrogeno (HRS) sono così incredibilmente rare nel Regno Unito e in altri paesi. Una rapida ricerca su Google mostra solo otto HRS esistenti nel Regno Unito secondo UKH2Mobility ; altre fonti suggeriscono 14 siti in tutto il paese.

Quindi la Toyota Mirai di seconda generazione è davvero qualcosa di più di una prova di concetto e perché qualcuno dovrebbe prendere in considerazione lacquisto di una?

Il nostro parere veloce

Allora per chi è la Toyota Mirai? Beh, non molte persone. Perché, in questo momento, la disponibilità di stazioni di rifornimento di idrogeno (HRS) nel Regno Unito è molto limitata. Se la tua guida è costruita attorno a percorsi e intervalli specifici in cui è disponibile lidrogeno, allora potrebbero interessarti tassi di leasing decenti da Toyota (Toyota cita "tassi di noleggio per contratti commerciali completamente mantenuti, inclusa la manutenzione, a partire da £ 435 al mese (IVA esclusa)" in il Regno Unito). Per tutti gli altri, tuttavia, è semplicemente unopzione senza accordo.

Davvero, il Mirai è una vetrina per il potenziale dellidrogeno. La discussione intorno a questo è ciò che rende la Mirai unauto eccitante e diversa. Perché largomento per le celle a combustibile a idrogeno - rifornimento più rapido, autonomia costante per tutto lanno (poiché non è influenzato dalla temperatura), oltre a potenziali credenziali di produzione più ecologiche - potrebbe essere visto come più forte di quanto non lo sia per i veicoli elettrici a batteria pura. Ma si dà il caso che lo slancio dietro i veicoli elettrici sia in pieno svolgimento, mentre per lidrogeno è in relativa infanzia.

Così finiamo da dove cominciamo: per certi versi la Toyota Mirai è una delle auto più pionieristiche che tu abbia mai visto; in un altro, invece, è ostacolato per la maggior parte dei potenziali clienti. Quella natura ciclica è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno: più conversazioni e investimenti sulle opzioni di carburante alternativo per un futuro più verde.

Toyota Mirai (2021) prima guida: largomento per lidrogeno

Toyota Mirai (2021) prima guida: largomento per lidrogeno

Pro
  • Sembra significativamente migliore del predecessore
  • Il calo dei prezzi rispetto alla prima generazione è significativo
  • Interni e tecnologia ben arredati
Contro
  • Così poche stazioni di idrogeno che il rifornimento di carburante sarà impraticabile per la maggioranza
  • Pesante e un po goffo da guidare

Largomento per lidrogeno

Se ogni stazione di servizio nel Regno Unito avesse improvvisamente una pompa di idrogeno apparsa durante la notte - come per magia, il che non è possibile per numerose ragioni logistiche - allora lidrogeno sarebbe, per molti, la scelta più ovvia rispetto a un veicolo elettrico (EV).

Pocket-lintToyota Mirai 2021 recensione foto 12

Come mai? Perché puoi fare rifornimento di idrogeno proprio come unauto a benzina o diesel: è veloce, ci vogliono solo pochi minuti. Un veicolo elettrico impiega da diverse dozzine di minuti a diverse dozzine di ore per ricaricarsi a seconda della fonte di ricarica.

Anche linfrastruttura delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici è molto povera nel Regno Unito, fatta eccezione per limplementazione del SuperCharger di Tesla, e vari fornitori di stazioni di ricarica rapida caricano una quantità enorme - più persino della benzina o del diesel - che se non stai ricaricando a casa, allora I veicoli elettrici possono essere costosi oltre che scomodi per i viaggi a lungo raggio. Lidrogeno, al momento in cui scriviamo, costa vicino agli attuali equivalenti di carburante (circa £ 12/kg).

Lidrogeno è anche probabilmente unopzione più ecologica. La sua produzione potrebbe utilizzare vari sistemi esistenti per essere considerata carbon negative, ma ciò richiederebbe investimenti per aumentare, cosa che non sta accadendo universalmente in questo momento. Poiché i veicoli elettrici probabilmente spostano le emissioni piuttosto che neutralizzarle, e ci sono ancora grandi domande sullapprovvigionamento e il riciclaggio delle batterie, il futuro completamente elettrico che viene venduto potrebbe non essere così infallibile come sembra.

Pocket-lintToyota Mirai 2021 recensione foto 34

Infine cè la considerazione termica. Lidrogeno non soffre di riscaldamento/raffreddamento come fa la batteria di un veicolo elettrico, quindi lautonomia rimarrà la stessa per tutto lanno. Inoltre, poiché lidrogeno crea un po di calore in quanto alimenta un motore elettrico, che può essere utilizzato per scopi di riscaldamento, i veicoli elettrici sono piuttosto freddi allinterno durante linverno, a meno che non si accendano i sistemi di riscaldamento e si scarichino ulteriormente la batteria e il potenziale di autonomia.

Tuttavia, con le stazioni di rifornimento di idrogeno così poche e lontane tra loro in questo momento, realizzare questi benefici non è pratico per le masse. Quindi il Mirai è più segnale di intenti nel dimostrare il potenziale di questa tecnologia.

Evoluzione del design

Il che, se stai ancora leggendo fin qui, ci porta al Mirai di seconda generazione. Mentre la prima generazione sembrava una Prius semifusa, il modello 2021 è unauto dallaspetto molto più sofisticato.

È più lungo, ora costruito sulla piattaforma TNGA di Toyota, e ha un aspetto molto più sportivo, un po come una Camry di lusso. È caratteristico, in particolare perché sarà avvistato molto raramente sulla strada. Oh, e quei cerchi in lega da 20 pollici sono particolarmente belli.

Parte del vantaggio della nuova piattaforma è che il Mirai di seconda generazione è anche più grande delloriginale, quindi allinterno si ottiene spazio extra per tutti gli occupanti. Toyota ha assemblato i serbatoi delle celle a combustibile in una tri-formazione per distribuire la loro posizione e il loro peso intorno al veicolo senza intralciare lo spazio.

Seduto al posto di guida e cè una ricchezza di controlli e spazio sullo schermo - incluso, in questa macchina allestita, uno specchio digitale reale - che colpisce un ragionevole equilibrio tra pulsanti fisici a sfioramento e controlli touchscreen. Non è necessario scavare tra pile di pagine touchscreen virtuali, a differenza di alcune auto di altri produttori, grazie ai comandi del volante a regolazione rapida e simili.

Lo schermo montato sul cruscotto è di 12,3 pollici, che si estende lungo una buona parte del cruscotto. Il software è ben integrato, tuttavia, quindi è possibile capovolgere, ad esempio, i controlli del riscaldamento dal lato del guidatore ai passeggeri con il semplice tocco di un pulsante, se lo si desidera.

Troviamo il sistema di navigazione di Toyota visivamente piuttosto datato e difficile da seguire, ma non è stato un problema con Android Auto (e Apple CarPlay ) ben integrato a bordo. Abbiamo semplicemente collegato il nostro telefono - che prima era appoggiato sul pad di ricarica wireless Qi per ottenere un po di energia extra - utilizzando una porta USB e il nostro amico Google si occupava invece della navigazione e di Spotify.

Un display head-up completo (HUD) - che è unenorme estensione di 10,1 pollici - aggiunge visuali della linea di vista per tutti i dettagli importanti, come la velocità attuale, lasciando il display del conducente su scala più piccola libero di presentare informazioni selezionate, come come selezioni della modalità di economia e di guida.

Pocket-lintToyota Mirai 2021 recensione foto 2

È un posto tranquillo dove sedersi durante la guida, offrendo il giusto equilibrio tra comfort e praticità che aiuta a sostenere che questo FCEV è unopzione berlina di lusso di nicchia ma logica per un numero selezionato di acquirenti.

Guida e autonomia

Laltra cosa dellidrogeno è che può fornire unautonomia abbastanza decente da un serbatoio pieno. È descritto in chilogrammi (kg) anziché in litri per i veicoli a carburante o in kilowatt (kW) per i veicoli elettrici.

Pocket-lintFoto interni Toyota Mirai 16

La Mirai 2021 ha una capacità di 5,6 kg, che si dice fornisca circa 400 miglia (640 km) di autonomia da pieno a vuoto. Dato che lidrogeno costa circa £ 12/kg, nel Regno Unito costerebbe circa £ 67 per riempire il serbatoio. Questo è previsto solo per diminuire in futuro, non aumentare.

Che cos'è il Pocket-lint daily e come lo ricevi gratuitamente?

Quindi il Mirai mantiene la sua promessa a distanza? Nelle nostre mani avevamo lauto che restituiva 1,25 kg/100 km (62 m) secondo il display interno. Alcuni calcoli veloci e stai parlando di 280 miglia (450 km) - se stai guidando spesso a ritmo, schiaffeggiandolo in modalità sportiva e così via. Ottenere oltre 300 miglia di autonomia non dovrebbe essere un problema, ma dovrai sapere dove si trova la prossima stazione di idrogeno e valutare come si inserisce nel tuo viaggio attuale e futuro.

Sebbene le cifre del Mirai non siano una lettura mozzafiato - il tempo 0-62mph è di 9 secondi - in realtà è un piccolo numero piuttosto vivace. Premendo lacceleratore vedrai il suo motore elettrico sfrecciare in azione e trasportarti a passo duomo. Non male considerando che pesa circa 2 tonnellate.

Pocket-lintToyota Mirai 2021 recensione foto 25

Quella massa può essere percepita nellunità però. È solo a trazione posteriore e a volte un po scomposta se chiedi molto. Vai più tranquillo ed è unesperienza perfettamente confortevole, proprio come ti aspetteresti da una berlina di lusso.

Per ricapitolare

Per certi versi la Mirai di seconda generazione è una delle auto più pionieristiche che tu abbia mai visto, perché è un veicolo a celle a combustibile a idrogeno (FCEV). Allo stesso modo, tuttavia, è ostacolato per la maggior parte dei potenziali clienti, perché le stazioni di rifornimento di idrogeno sono attualmente così poche e distanti tra loro.

Scritto da Mike Lowe.