Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Quando abbiamo guidato il Rav4 allinizio del 2020 nel suo formato ibrido autocaricante (HEV) , abbiamo riscontrato che la sua autonomia massima di un miglio o due con alimentazione elettrica era piuttosto limitante. Ma il suo cugino elettrico plug-in, il 2021 Rav4 PHEV, è ora qui, vantando molta più autonomia (fino a 46 miglia per carica) e molto più vigore nella sua modalità di guida ibrida.

Loriginale Rav4 è stato lanciato sul mercato oltre 25 anni fa e ha definito il SUV crossover. Ma i tempi sono cambiati molto nei due decenni e mezzo da allora, e ci è voluto del tempo prima che il Rav4 – che ora è nella sua veste di lifting di quinta generazione – si senta davvero come se si adattasse al mondo moderno. In questo formato plug-in, tuttavia, ci si sente a casa.

-

Il nostro parere veloce

Il plug-in Toyota Rav4 è una sorta di rivelazione: in questo formato PHEV lauto è completamente trasformata, offrendo unautonomia decente solo elettrica e una guida raffinata.

Anche laggiunta della batteria non è stata un problema per lo spazio - il bagagliaio perde 60 litri, ma tutti e cinque i sedili hanno esattamente lo stesso spazio e la stessa disposizione di prima - ma ha aumentato il prezzo richiesto di un livello considerevole. In quanto tale, il plug-in Rav4 sta bussando alla porta del prezzo richiesto di £ 51k della Volvo XC60 Recharge, che è un posto rischioso in cui sedersi.

Detto questo, il Rav4 PHEV ha una migliore autonomia solo elettrica rispetto a quasi tutti gli altri PHEV sul mercato, quindi se stai realisticamente guidando per 40 miglia sulla scuola/percorso commerciale o per i pendolari nelle vicinanze ogni giorno, allora, beh, Raramente non brucerò mai carburante reale.

Certo, cè spazio per la modernizzazione della tecnologia di bordo - almeno questa volta ci sono Apple CarPlay e Android Auto - ma in termini di spazio, comfort e una raffinatezza di guida che supera i suoi cugini Rav4, questo plug-in ospita un sacco di fascino. È una solida base per un futuro crossover SUV Toyota esclusivamente elettrico, su questo non cè dubbio.

Recensione ibrida plug-in Toyota RAV4: qualcosa di RAVelation

Recensione ibrida plug-in Toyota RAV4: qualcosa di RAVelation

4.0 stelle
Pro
  • Il plug-in ha più senso dellHEV: molta più autonomia
  • Spazio interno considerevole: può ospitare facilmente cinque adulti
  • Vola in modalità EV - per un massimo di 46 miglia
Contro
  • Design che crea divisioni
  • Non è economico - molto più costoso in forma PHEV
  • La disposizione della tecnologia degli interni sembra un po datata
  • Un po ringhio quando la carica del veicolo elettrico è esaurita

Design e interni

Come abbiamo detto del modello HEV: non cè modo di sfuggire allo stile audace del Rav4. La sua sezione anteriore sembra appartenere a un camion che potresti trovare sfrecciare lungo le autostrade americane, le sue luci a LED che tagliano per dargli un po di personalità. Quindi siamo in qualche modo seduti sul recinto qui: alcuni ameranno il suo aspetto, altri non così tanto.

In termini di proporzioni, questo è un veicolo grande, leggermente più grande del precedente modello di quarta generazione, che lo rende unopzione ideale per le famiglie. I sedili posteriori della Rav4 offrono molto spazio - abbastanza facilmente per tre adulti - senza tagliare nello spazio del bagagliaio (che ha ancora 520 litri - che è di 60 litri in meno sul modello HEV a causa della batteria del PHEV).

Il PHEV si distingue anche dagli altri modelli Rav4: cè una griglia e un telaio a rete scura, il paraurti ha una modanatura metallica anteriore e posteriore, mentre le leghe sono da 19 pollici su misura per questo modello.

Allinterno quello "speciale PHEV" continua, con nuovi rivestimenti per quello che Toyota chiama un look più sportivo grazie alla cucitura rossa nella pelle che non troverai in altri modelli Rav4. Ci piacciono molto le cuciture, specialmente sui sedili, e che non cè stata la tentazione di provare a essere "verdi" nello stile come se questa macchina salvasse sia il pianeta che la tua anima.

Seduto al posto di guida è un posto comodo da vedere, questo modello Dynamic aggiunge extra come i sedili anteriori riscaldati, che erano molto necessari nelle condizioni fredde e umide di gennaio sulle strade del Regno Unito.

Tecnologia

Tuttavia, la disposizione della configurazione tecnologica sembra un po stanca ora: quegli interruttori dei sedili riscaldati, ad esempio, sembrano plasticosi e economici. Lintera configurazione ha solo una sensazione di ultima generazione, specialmente per unauto che bussa alla porta di £ 50k.

Quando acquisti una nuova auto, ti aspetti che la tecnologia più recente e migliore venga davvero al seguito. Toyota sta ascoltando però: mentre il precedente HEV mancava di Android Auto e Apple CarPlay, questo modello PHEV ha entrambe le opzioni a bordo.

Ci è voluto un po di tempo prima che il nostro Android Auto si attivasse per qualche motivo - strano, dato che questa volta stavamo usando un Samsung Galaxy Note 20, non un telefono di marca cinese (come ZTE, che ci ha causato problemi in passato) - ma quando lo ha fatto ha funzionato a meraviglia. Forse un po troppo bene, in realtà, poiché Android ha avuto la precedenza sulla navigazione, il che significa che il nostro percorso programmato da Toyota è stato relegato. Non che, con Android Auto, utilizzerai mai il sistema visivamente inferiore di Toyota per essere onesti.

Per vedere tutto quello che sta succedendo cè un display touch-control da 8 pollici per infotainment davanti e al centro, che è sollevato in alto per consentire rapidi sguardi negli occhi. Preferiremmo che fosse integrato in modo più discreto, in realtà, più in basso nella sezione del cruscotto, poiché è molto più attuale.

Pocket-lintFoto di revisione ibrida plug-in Toyota Rav4 24

Altre prelibatezze tecnologiche includono un sacco di sicurezza e assist. Cè una telecamera di parcheggio posteriore, che è particolarmente utile in un SUV su larga scala come questo, insieme allavviso di deviazione dalla corsia e allassistenza allo sterzo. Una serie di pulsanti e controlli sono rapidamente accessibili dal volante, quindi non ti perderai quando si tratta di accendere e spegnere qualcosa (un errore che altri marchi eccessivamente tecnologici hanno commesso con i loro veicoli elettrici , come il VW ID3 ).

Guida e autonomia

Finora gran parte di quanto detto su questo Rav4 plug-in valeva anche per la versione mild hybrid. Certo, ci sono alcune modifiche al design e la lungimiranza di aggiungere la tecnologia in-car Android/Apple. Ma non è drammaticamente diverso.

Pocket-lintFoto recensione ibrida plug-in Toyota Rav4 30

Tranne che lo è davvero una volta che inizi a guidare: questa è tutta unaltra esperienza sulla strada rispetto a qualsiasi altro Rav4. In effetti, quella combinazione di motore elettrico e motore a combustione (lo stesso 2,5 l del resto della gamma) è a volte feroce - e in effetti in un modo molto buono - poiché ci sono 302 CV totali disponibili nel PHEV (rispetto ai 219 CV del versione HEV).

In modalità solo elettrica puoi scattare lontano dai semafori a passo duomo e andare avanti - a 60 mph in 6 secondi - e continuando fino a 84 mph senza interruzioni dal motore a combustione. Non che stiamo suggerendo di volare dai semafori a velocità illegali, ma il fatto che tu possa conservare solo EV significa, in teoria, che il plug-in Rav4 soddisferà molti viaggi brevi senza mai bisogno di bruciare carburante.

Con unautonomia fino a 46 miglia, può percorrere una discreta distanza anche da solo. Un sacco di altri veicoli simili superano le 27 miglia, quindi sono inning impressionanti da Toyota. Soprattutto per qualcosa che è relativamente veloce rispetto alla concorrenza: una Volvo XC60 Recharge è un po più agile, ma anche un po più costosa, ma non offre unautonomia così ampia.

Pocket-lintFoto di revisione ibrida plug-in Toyota Rav4 14

Cè anche una discreta raffinatezza dal motore elettrico del Rav4: è fluido e silenzioso, per una comoda crociera ad alta velocità. In effetti, tanto che una volta che la carica elettrica si esaurisce e sei in combustione solo lo sentirai davvero: è un basso più ringhiante, ha i giri molto più forti (ovviamente) e sembra unauto un po diversa.

Questo perché, come gli altri ibridi Toyota, la Rav4 utilizza una trasmissione CVT, che in realtà non è così coinvolgente come alcune altre auto là fuori. Nessun problema per le lunghe percorrenze autostradali, ma dimostra come un po di moderna modifica - ovvero il motore elettrico e la capacità di ricarica plug-in - possa dare i suoi frutti per unauto del genere.

Ci sono anche quattro modalità di guida da considerare: Modalità EV, come descritto, a 84mph max per un massimo di 46 miglia; Modalità Auto EV/HV, in cui vengono utilizzati sia il motore a combustione che il motore elettrico in condizioni di forte richiesta, tornando a EV solo quando il rallentamento e le condizioni lo consentono; Modalità HV, che seleziona automaticamente la modalità ottimale in base allo stile di guida e alla carica della batteria per la massima efficienza; e la modalità di ricarica, che ripristina il livello di carica della batteria quando si percorrono lunghe distanze in attesa di tornare alla guida urbana dei veicoli elettrici (è fondamentalmente una carica di spinta dal motore di rigenerazione/combustione).

Pocket-lintFoto recensione ibrida plug-in Toyota Rav4 40

Siamo riusciti a raggiungere 32 miglia solo in modalità EV - ed è stato allora che labbiamo davvero martellato per provare a vedere quanto velocemente potrebbe essere esaurito in condizioni normali di guida. È ancora meglio di molto di quello che troverai là fuori, e non dubitiamo che una guida più consapevole dal punto di vista economico lo spingerà fino al traguardo delle 40 miglia. Ottimo lavoro, Toyota.

Per ricapitolare

Certo, il suo aspetto divisivo e la sua tecnologia un po datata sono aspetti negativi, ma nel suo formato plug-in questo crossover SUV ha la migliore gamma esclusivamente elettrica della categoria, uno stile di guida che è raffinato ben oltre i suoi cugini Rav4 e un sacco di fascino . È un po caro, quindi senza dubbio avrai anche unidea della gamma Recharge di Volvo, ma per la giusta base di clienti la Toyota vincerà.

Scritto da Mike Lowe.