Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Mentre molti produttori si atteggiano e pontificano sui piani per lelettrificazione delle loro auto , Nissan sta rilasciando un vero e proprio veicolo elettrico di seconda generazione, la nuova Nissan Leaf.

Il mondo è cambiato molto dal lancio nel 2010 della Leaf originale e lelettrificazione è allordine del giorno per tutti.

Mentre unazienda come Tesla potrebbe prendere molti dei titoli e aggiungere una scintilla alle auto elettriche, è Nissan che ha la ricchezza di esperienza e in realtà, la Leaf è probabilmente lauto che si adatta a più conducenti del Regno Unito.

Quindi è questa lauto elettrica più calda sulla strada?

TomTom Go Navigation App è un'app di navigazione mobile premium per tutti i conducenti

Il nostro parere veloce

La nuova Nissan Leaf prende molto le lezioni apprese dalla vecchia Leaf e si traduce in unauto pratica, comoda e molto divertente da guidare. Cè un maggiore appeal nel design, una maggiore autonomia e molta tecnologia in questa auto elettrica, quindi se non ti senti mai perso - in effetti, sembra davvero la rivale di qualsiasi altra hatchback che potresti prendere in considerazione.

Ma negli ultimi anni la concorrenza è aumentata. Alcuni potrebbero essere attratti dalleconomico Ioniq di Hyundai o dalla e-Golf più familiare e convenzionale, ma la batteria più grande della nuova Leaf mette entrambi in ombra. Cè il fascino del distintivo della BMW i3 che è molto più di una dichiarazione allinterno, ma anche molto più costoso.

Per noi la nuova Nissan Leaf è una specie di trionfo. È una berlina con pochi compromessi, si guida bene, è comoda e cè molto per tenerti connesso, divertirti e al sicuro sulle strade.

La nuova Nissan Leaf non dovrebbe piacere solo a chi cerca unauto elettrica, ma a chiunque cerchi una nuova hatchback compatta.

Alternative da considerare...

Pocket-lintalternative immagine 4

Hyundai Ioniq

Lelettrico puro di Hyundai è uno dei modelli elettrici più convenienti su strada, ma è ancora molto ben equipaggiato in termini di tecnologie. Non può eguagliare la gamma della Leaf perché ospita una batteria più piccola e le opzioni di rigenerazione basate su paddle sono un po meno facili da comprendere rispetto alle-Pedal di Nissan. La Leaf offre anche interni di qualità superiore, ma la Ioniq offre un po più di spazio e un prezzo un po più basso.

Pocket-lintAlternative immagine 3

BMW i3

La BMW i3 è diventata piuttosto iconica ed è sicuramente un leader quando si tratta di design, soprattutto per gli interni di questa vettura. Quel badge porta anche un po di pedigree, ma poi è anche un modello leggermente più costoso e, di nuovo, la batteria non è capiente come quella del Leaf, quindi non può eguagliare lautonomia.

Pocket-lintAlternative immagine 1

Renault Zoe

Se il costo è un problema, Zoe ha la meglio. È il più piccolo dellultima generazione di veicoli elettrici oltre ad avere una delle portate più brevi, ma se stai cercando una city car compatta, la Zoe è dove dovresti cercare. È divertente e ben progettato, se non cercando di raggiungere i livelli più alti che sono alcune delle alternative. Quello che ottieni, tuttavia, è lautomobilismo senza emissioni per non molti soldi.

Recensione Nissan Leaf (2018): elettrica per le persone

Recensione Nissan Leaf (2018): elettrica per le persone

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Design
  • Comfort
  • Gamma
  • Molte caratteristiche tecnologiche
  • Un sacco di livelli di allestimento per offrire opzioni di prezzo
  • Offerta di uninstallazione gratuita del caricatore a muro
Contro
  • Qualità degli interni migliorata da alcuni rivali

Design: voltare pagina

  • Nuovo design più sportivo
  • bagagliaio da 435 litri

Una delle prime auto elettriche che abbiamo mai visto è stata la G-Whiz. Diciamo auto, ma è difficile dire educatamente che aspetto ha. Basti dire che era strano e cera anche un pizzico di strano nelloriginale Leaf . Parte di questo si riduce al design aerodinamico, alla ricerca dellefficienza ed è qualcosa che vediamo anche in modelli come Hyundai Ioniq e Toyota Prius , ad esempio.

Pocket-lintNissan Leaf recensione immagine 7

Il nuovo Leaf, tuttavia, rimuove di gran lunga lo stigma della stranezza dei veicoli elettrici che il vecchio design Leaf potrebbe portare. Questa è ora unauto dallaspetto molto più contemporaneo, con pieghe e angoli nella carrozzeria come potresti trovare su qualsiasi altro portello a 5 porte. In molti modi, è unauto più ordinaria.

Di positivo cè che è meno probabile che le persone guardino il design e poi decidano di acquistare una Golf (ricordate, cè anche una e-Golf ), ma allo stesso tempo (e questo potrebbe essere un aspetto negativo), la nuova Leaf potrebbe non risaltare come un veicolo elettrico come prima. Posizionalo accanto alla nuova Micra o Qashqai e puoi vedere la somiglianza con la famiglia e non è affatto grandioso come qualcosa come la BMW i3 .

Tuttavia, ci piace molto del design. È ben proporzionato, cè una dimensione del bagagliaio competitiva (più grande della vecchia Leaf) e lopzione per una finitura bicolore con un colore del tetto a contrasto lo rende completamente moderno, con la carrozzeria bianco perla e il tetto nero metallizzato dallaspetto accattivante.

Pocket-lintNissan Leaf recensione immagine 3

Tocchi di blu ti ricordano che si tratta di unauto elettrica (perché il blu è diventato color de rigueur per i veicoli elettrici), mentre i nuovi fari ti danno un aspetto più sportivo. Con così tanti cambiamenti, cè molto fascino per la nuova Leaf, sia che tu la acquisti per zero emissioni di scarico, sia semplicemente perché desideri una nuova auto.

Lunico aspetto negativo è che linclinazione del parabrezza ha portato a montanti anteriori piuttosto spessi e non cè alcuna opzione per alzare il volante - lamentele abbastanza minori.

Interni New Leaf

  • Aumento della qualità rispetto ai vecchi, ma non corrisponderà a marche più alte

Scivola al posto di guida e il contrasto con la vecchia Leaf è notevole. Ancora una volta, è un movimento verso una sensazione di essere più normale. Lunico ritorno alla vecchia Leaf è la manopola del selettore dellunità e alcune finiture in plastica nera lucida rimanenti in alcuni punti. Tuttavia, tutto sembra più considerato ora, con tocchi di qualità in tutta la cabina.

Abbiamo guidato solo il grado Tekna, il livello di allestimento più alto, quindi non possiamo essere del tutto sicuri di come questo assetto cambi sui livelli inferiori, ma a questo livello superiore cè molto da apprezzare. La pelle presenta cuciture blu, portando un sollevamento al bordo anteriore del cruscotto e ai punti di contatto dei gomiti, così come i sedili.

Quei sedili sono molto comodi, offrendo supporto per impedirti di rotolare quando colpisci quelle curve veloci e lasciando unimpressione sportiva. A questo livello si ottengono anche sedili anteriori e posteriori riscaldati e un volante riscaldato.

Il nuovo layout degli interni condivide gli interruttori con altre Nissan, con il display centrale da 7 pollici (di nuovo, a seconda del livello di allestimento) che offre sia il tocco che i pulsanti. Mentre puoi premere il pulsante della mappa sul display, premendo i pulsanti fisici si riduce al minimo il disordine delle impronte digitali. Detto questo, 7 pollici non sono enormi e Nissan potrebbe essersi probabilmente evoluta lontano da quei pulsanti fisici con un display più grande con una maggiore attenzione allinterfaccia utente.

In termini di qualità è migliorata da modelli come BMW o VW e-Golf, ma ha un vantaggio rispetto alla Hyundai Ioniq, sebbene ciò si rifletta generalmente nei prezzi di questi modelli. La nuova Nissan Leaf parte da appena £ 21.990, ma con lallestimento Tekna arriva a £ 27.490

Alla base del montante centrale troverai una presa USB posizionata sopra un piccolo sgabuzzino che è perfetto per far cadere il tuo telefono - e con Apple CarPlay e Android Auto in offerta (yay!) è un layout conveniente.

Pocket-lintNissan Leaf rivedere limmagine degli interni 19

Lo strano selettore di unità appiattito rimane dal vecchio Leaf e siamo ancora perplessi dal suo design. Perché, quando ci sono molte altre implementazioni per le automatiche, la Foglia ha questo strano nocciolo? Tuttavia, dà un po di carattere e ti ricorda che sei seduto su una foglia.

Scivola nella parte posteriore e scoprirai che cè un apprezzabile spazio per la testa - anche da adulto oltre i 6 piedi, anche se lo spazio per le ginocchia non è enorme - ma allora quale portello a 5 porte è enorme sul sedile posteriore? Anche lo spazio del bagagliaio è ora più grande di prima con 435 litri, competitivo per questa classe di auto, ottenuto grazie alla riorganizzazione di alcuni interni da parte di Nissan per darti più spazio utilizzabile rispetto a prima.

Qual è la gamma della nuova Leaf?

  • Batteria da 40kWh
  • 235 miglia (NEDC)
  • 258 miglia ciclo urbano WLTP, 168 miglia ciclo combinato WLTP
  • 0-62 in 7,9 secondi

La Leaf offre accesso e avviamento senza chiave su tutti i modelli, quindi è semplicemente un caso di premere il pulsante di accensione. Lunico rumore che otterrai sono le ventole del climatizzatore che si accendono mentre il display del conducente lampeggia. Questo è un display diviso, con un normale tachimetro seduto sulla destra e occupa circa un terzo dello spazio, mentre il resto è un display digitale.

Questo ti dà la possibilità di cambiare molte delle informazioni intorno alle tue preferenze, o sfogliare vari altri display di informazioni. Sospettiamo che la maggior parte opterà per il misuratore di potenza per molto tempo, che ti mostra quanto stai spendendo e quanto stai recuperando attraverso la rigenerazione.

Pocket-lintNissan Leaf rivedere limmagine del display del conducente 4

Il nuovo Leaf è dotato di una batteria da 40kWh, quindi questa è più grande di tutti i modelli precedenti. Questa batteria più grande offre una gamma maggiore anche se fisicamente riempie lo stesso spazio della vecchia batteria da 30 kWh. Le cifre ufficiali arrivano a 235 miglia (NEDC, se si vuole confrontare con altri veicoli elettrici - la vecchia Leaf era di 155 miglia in questo test), ma la nuova Leaf è stata misurata anche utilizzando il nuovo test WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicle Procedura di prova).

Questo è un nuovo standard di test di cui probabilmente sentirete parlare molto in futuro poiché è progettato per testare in condizioni molto più moderne rispetto al vecchio test NEDC. La Leaf arriva a 258 miglia per il ciclo urbano, o 168 miglia sul ciclo combinato nel test WLTP.

Insieme a una maggiore autonomia rispetto al modello precedente, cè anche più potenza, che genera 110 kW, che sono circa 150 ps e significa che puoi ottenere da 0-62 mph in circa 7,9 secondi. Ma la cosa che senti veramente è la coppia di 320 Nm. Sappiamo tutti che i veicoli elettrici sono bravi a fornire tutta la loro potenza allistante ed è così che si sente la Foglia.

Pocket-lintNissan Leaf rivedere limmagine degli interni 17

Quindi quella cifra da 0 a 100 km/h è un po fuorviante, perché quando metti giù il piede, la Foglia salta silenziosamente verso lorizzonte. È un piacere da guidare, perché entrando in autostrada non manca la potenza per prendere velocità, o sorpassare un ciclista in salita è un gioco da ragazzi.

Il risultato è che la Leaf si sente piuttosto agile sulle ruote. È unauto piccola e vivace, tanto felice di tenere il passo in autostrada quanto è la prima a allontanarsi dalle luci nella guida urbana; si sente distintamente senza compromessi.

Lauto è stata configurata per un aspetto più sportivo di quanto ci si potrebbe aspettare, estendendo alcune di queste caratteristiche di design alla guida. Ci piace il peso dello sterzo, che porta positività, con il controllo che ti tiene nella direzione giusta. È molto divertente da guidare ed è anche molto comodo.

Pocket-lintNissan Leaf recensione immagine 9

Non cè nemmeno una grande quantità di rumore. Naturalmente, non cè rumore del motore o regolazione dello scarico a cui pensare, solo il leggero ronzio delle ventole dellaria condizionata. Man mano che vai avanti cè il rumore delle gomme e alle velocità più alte un po di rumore del vento, anche se di certo non è affatto male. Viaggiando a 70 miglia allora in autostrada, cè ancora una sensazione di relativa tranquillità.

Come funziona le-Pedal Nissan Leaf?

  • Lacceleratore offre la rigenerazione del decollo
  • Modalità di guida D, B ed eco offerte

Una delle "novità" che offre la nuova Leaf è le-Pedal. Nissan dice che questo cambierà il tuo modo di guidare, quindi vale la pena parlarne un po di più. Per chi ha familiarità con i veicoli elettrici, ciò che fa davvero e-Pedal è collegare la rigenerazione dellenergia con il sollevamento dellacceleratore. Questo effetto frenante aggiuntivo del motore significa che devi usare meno il freno, riducendo efficacemente lo spreco di energia.

Dire che cambierà il tuo modo di guidare potrebbe essere un po esagerato, ma è sicuramente una caratteristica interessante. Le-Pedal è opzionale, qualcosa che devi attivare usando linterruttore - ed esiste insieme alla modalità eco e alle modalità di guida D e B.

Pocket-lintNissan Leaf recensione driver immagine display 1

Usando e-Pedal, la rigenerazione inizia non appena ti alzi, quindi lauto non procederà per inerzia. È un assetto simile alla rigenerazione della Hyundai Ioniq Electric (sebbene limplementazione sia molto più semplice per il guidatore della Leaf) e il risultato è che puoi usare il motore per rallentare lauto piuttosto che premere il freno. La BMW i3 offre la stessa configurazione con la rigenerazione del decollo, quindi offre anche un approccio di guida simile a un pedale.

Le-Pedal bilancia anche in modo intelligente la sua azione in base allo stato di carica dellauto, quindi se sei al 100% di carica e ti alzi, allora sono i freni ad attrito che poi rallentano lauto, ma è un equilibrio perfetto tra il motore e i freni, quindi è solo un rallentamento graduale della macchina.

Lo abbiamo testato scendendo dal Monte Teide a Tenerife, circa 2000 metri di discesa e non cera bisogno di usare il freno. Tuttavia, cè una decisione da prendere sullequilibrio tra rigenerazione e mantenimento dello slancio, perché perdere troppa velocità significherà che dovrai accelerare di nuovo. Questo è il divertimento della guida dei veicoli elettrici. È importante sottolineare che, una volta alla guida, e-Pedal ha perfettamente senso, quindi dovrai a malapena pensarci.

Quello che è meno divertente è la modalità eco. Come nella vecchia Leaf, premere il pulsante eco ti darà la massima autonomia, ma allo stesso tempo la risposta dellacceleratore è temperata (tra le altre cose) e con il ritmo passa molto il divertimento di guidare questa macchina.

Come si carica la Nissan Leaf?

Nissan mira a rendere la ricarica il più semplice possibile, perché il cambiamento di mentalità dalla stazione di servizio alla presa di corrente è uno degli ostacoli alla proprietà. La nuova Leaf è predisposta per tre modalità di ricarica:

  • 50kW - ricarica rapida, da 40-60 minuti all80%
  • 7kW - wallbox, 7,5 ore - offerto gratuitamente
  • Presa a muro domestica, 21 ore

Questi sono i numeri ufficiali forniti da Nissan, quindi li selezioneremo a parte. La ricarica più veloce viene dai caricabatterie CHAdeMO installati che utilizzano la corrente continua per caricare la tua auto. Da quando ricevi lavviso di batteria scarica sulla tua Leaf, puoi tornare all80% di carica in 40-60 minuti.

Questi caricabatterie CHAdeMO sono sparsi per il Regno Unito (controlla www.plugshare.com per individuarli) in luoghi come parcheggi di supermercati, stazioni di servizio, pub e così via e hanno il cavo collegato ad essi.

Nissan fornisce i cavi per entrambi gli altri tipi di ricarica, collegandosi a una wallbox domestica installata (i nuovi clienti Leaf hanno anche diritto allinstallazione gratuita di un caricabatterie, che è un grande vantaggio), ad alcuni caricabatterie pubblici installati o semplicemente collegandosi a una presa a muro.

Pocket-lintNissan Leaf recensione immagine 11

Quella batteria più grande significa tempi di ricarica più lunghi, sebbene la velocità di ricarica nellauto sia stata aumentata rispetto alla vecchia Leaf per mantenere le cose in movimento.

Essere in grado di ricaricare da una normale presa a muro domestica significa che nella maggior parte delle situazioni, ovunque ti trovi, sarai in grado di collegare in qualche modo lauto, ma con una rete di ricarica elettrica in continua espansione, instradando tramite un caricabatterie o trovandone uno in un parcheggio pubblico non è difficile. Ciò potrebbe cambiare nei prossimi anni con laumento della domanda, ma sospettiamo che la stragrande maggioranza dei proprietari ricaricherà a casa la maggior parte del tempo.

Naturalmente, i prezzi che pagherai dipendono da molti fattori: a casa la tua tariffa domestica e in pubblico, a quale servizio di ricarica potresti scegliere di aderire, ad esempio Polar Network. In definitiva, il modo in cui organizzerai la ricarica sarà dettato da come utilizzerai la tua auto: se fai brevi viaggi a scuola e al supermercato, la ricarica a casa potrebbe essere tutto ciò di cui hai bisogno. Se ti muovi regolarmente più a lungo, devi considerare anche questo: puoi caricare sul posto di lavoro e così via?

Un veicolo elettrico carico di tecnologia

  • ProPilot
  • Parcheggio ProPilot
  • Apple CarPlay e Android Auto
  • Telecamere di parcheggio e rilevamento a tutto tondo
  • Sistema audio strepitoso

Non cè carenza di tecnologia nella Nissan Leaf. A parte il fatto che è elettrico e cè molta tecnologia coinvolta, ci sono anche molte funzioni di assistenza alla guida.

Innanzitutto, cè lopzione per ProPilot , qualcosa che è incluso nel rivestimento superiore di Tekna. ProPilot offre una combinazione di cruise control adattivo con guida di corsia attiva. È davvero progettato per luso su autostrade e strade a doppia carreggiata e può essere attivato premendo un pulsante sul volante.

Pocket-lintNissan Leaf rivedere limmagine degli interni 8

Questo può quindi impostare e monitorare la distanza dal veicolo che precede e quindi gestire laccelerazione e la frenata per mantenerti alla distanza e alla velocità prescelte. Identificherà quindi la segnaletica orizzontale a sinistra e a destra per mantenerti nella corsia - e in questo caso non è solo un avvertimento sulla partenza, ma gestisce fisicamente anche lo sterzo per mantenere lauto in corsia. Per chi ha una mente più tecnica, questo conta come livello di autonomia SAE 2.

È, tuttavia, come tutti questi sistemi, progettato come assistenza alla guida, quindi se lasci andare il volante, ti avviserà, prima di rallentarti fino a fermarti con le luci di emergenza accese, perché presumerà che tu sia stato inabile in qualche modo.

In pratica ProPilot funziona molto bene nella guida in autostrada. Il cruise control adattivo funziona come fanno molti altri sistemi simili e abbiamo scoperto che lo sterzo potrebbe gestire la maggior parte della guida in autostrada senza intervento. Tuttavia, se le strade sono dissestate, potrebbe avere difficoltà a identificare esattamente dove si trovano le linee e riportare il controllo al conducente, cosa che è successa a noi su alcuni tratti di strada più accidentati.

  • Guidare con Nissan ProPILOT: rimuovere il lavoro di gambe

Cè anche un parcheggio automatico sotto forma di parcheggio ProPilot. Questo eseguirà una manovra di parcheggio parallela o rettilinea, identificando lo spazio e permettendoti di parcheggiare lauto - con sterzo e movimento gestiti dal veicolo, per una semplicità totale.

Al di fuori delle funzionalità di guida, ci sono Android Auto e Apple CarPlay offerti in alcuni livelli di allestimento, il che significa che puoi cambiare il touchscreen centrale nella piattaforma che preferisci, con un facile accesso a musica, chiamate e navigazione, se lo desideri.

Pocket-lintNissan Leaf rivedere limmagine degli interni 6

La navigazione dellauto è abbastanza buona e ti darà funzionalità come trovare stazioni di ricarica, oltre a evidenziare se non hai lautonomia per raggiungere la tua destinazione, così puoi includere una sosta di ricarica sul percorso (ricorda, se ti fermi in uno di quei caricabatterie CHAdeMO, ti servirà solo un caffè e una sosta di comfort e poi avrai di nuovo una buona carica).

Abbiamo anche avuto il sistema audio Bose a 7 altoparlanti potenziato sulla nostra auto di prova di grado Tekna ed è molto buono. La mancanza di rumore di fondo aiuta anche qui.

Infine cè lapp NissanConnect EV. Questo ti dà un collegamento alla tua auto dal tuo smartphone in modo che tu possa fare varie cose dallesterno dellauto. Un esempio è il preriscaldamento: in modo che mentre la tua auto è ancora collegata alla carica, puoi pre-condizionare la temperatura interna, disappannare o sbrinare i finestrini e così via, così lauto è pronta per guidare non appena esci dal tuo porta dingresso.

Per ricapitolare

La nuova Nissan Leaf è una specie di trionfo. È una berlina con pochi compromessi, si guida bene, è comoda e cè molto per tenerti connesso, divertito e al sicuro sulle strade. La nuova Nissan Leaf non dovrebbe piacere solo a chi cerca unauto elettrica, ma a chiunque cerchi una nuova hatchback compatta.

Scritto da Chris Hall.