Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Non cè dubbio che la Mini sia unicona dellautomobilismo. Alcuni potrebbero obiettare che questa Mini - la BMW Mini - non rientri in quella categoria, ma ci permettiamo di dissentire. È unutilitaria di qualità, molto popolare, che si guida bene e offre molti comfort.

È anche una delle poche icone che è stata convertita in elettrica. La VW e-Golf è stata forse lunica altra degna di nota, mentre la maggior parte delle auto elettriche in circolazione sono nuove, con nuovi design, nuovi look, per una nuova generazione.

Quindi, come fa la Mini Electric - o la Mini Cooper SE come dovrebbe essere conosciuta - ad attraversare questo divario elettrico?

Il nostro parere veloce

La Mini Electric è stata progettata per trattenere il più possibile il DNA di Mini e in molti modi è stato eseguito bene.

Quello che ovviamente ti manca è la gamma Mini Cooper S. La domanda che devi porti è se 130 miglia sono sufficienti per soddisfare le tue esigenze. Per molti, ciò spinge la Mini Electric nella seconda categoria di auto o pendolari.

Ma pensiamo anche che Mini abbia sbagliato un trucco. Questa è una grande rinascita per Mini, linizio di qualcosa di nuovo, e non possiamo fare a meno di pensare che laggiornamento di alcuni aspetti degli interni - in particolare il display centrale, linterfaccia utente e i dati presentati ai conducenti di auto elettriche - potrebbe essere migliore .

Se sei un fan di Mini, la buona notizia è che questa è davvero lesperienza Mini come la conosci e la ami. È solo elettrico, con tutti i lati positivi che porta.

Alternative da considerare

Pocket-lintalternative immagine 1

Honda e

La Honda e è una rivale stretta della Mini Electric, con una statura compatta simile e progettata per sedersi nello stesso spazio. Anche la gamma è simile, ma ciò che offre la Honda e è qualcosa di completamente nuovo e rinfrescante. Se hai voglia di cambiare, è la Honda che vuoi.

Pocket-lintAlternative immagine 2

Kia e-Niro

La Kia e-Niro è una delle migliori auto elettriche in circolazione. È più costoso, ma ottieni molta più macchina, con quasi 300 miglia di autonomia, posti per cinque anziché quattro, ed è anche efficiente.

Recensione Mini Electric: una Cooper S per la generazione elettrica

Recensione Mini Electric: una Cooper S per la generazione elettrica

4.0 stelle
Pro
  • Divertente da guidare
  • Ottimi sedili
  • Compatto per la guida urbana
  • è una mini
Contro
  • Lautonomia è bassa
  • Il display interno potrebbe essere progettato meglio
  • Linterfaccia non sembra particolarmente adatta ai conducenti di veicoli elettrici

È completamente Mini dallesterno

La Mini Electric è la Mini Hatch. Ci sono alcuni dettagli gialli rivelatori in alcuni punti - così come quella griglia chiusa - che evidenziano che questa è la versione elettrica dellauto, ma per il resto è molto simile alla versione a benzina da un punto di vista esterno.

Pocket-lintMini Electric immagine 1

Ciò significa che hai lo stesso aspetto generale della Mini Hatch, anche fino alla caratteristica paletta sul cofano che avresti trovato su una Cooper S a benzina. Esistono diverse versioni della Mini Electric, chiamate Level 1, Level 2 e , aspetta, Livello 3 - intensificare le opzioni man mano che vanno.

La maggior parte di queste differenze sono allinterno, ma man mano che avanzi ci sono più colori per le selezioni di vernice, ad esempio, e le opzioni delle ruote. La Mini Electric si aggrappa anche ad alcune delle sue opzioni di personalizzazione, come il tetto colorato o le calotte degli specchietti retrovisori esterni, che possono aggiungere un po di personalità.

Non cè molto da dire sul design esterno: se ti piace la Mini normale , ti piacerà lElectric. Certo, il notevole vantaggio sono le dimensioni: con così tante auto sempre più grandi, questo è un modello compatto, tanto da essere davvero unauto da pilota, visto che i due sedili posteriori sono un po stretti, anche per i bambini.

Pocket-lintMini Electric immagine 1

Prima di tutto questa è unauto urbana; facile da parcheggiare, ideale per le strade più strette e facile da infilare in ununità più piccola, cosa di cui potresti aver bisogno quando ricarichi a casa.

Gradito cambiamento allinterno, ma non abbastanza lontano

Adoriamo guidare la Mini e questo non cambia con lElectric. I sedili parzialmente in pelle del nostro modello di prova di livello 2 erano fermi e di supporto, portando loro stessi alla guida in stile go-kart per cui la Mini è nota. Niente di tutto ciò cambia per il modello completamente elettrico.

Nemmeno il boot. È ancora piccolo (a 211 litri), ma abbastanza grande per le borse o lo shopping di un weekend di coppia, ma è un po un po stretto se vuoi aggiungere dei bambini al mix. Come un portello di tre porte che ottiene laccesso ai posti posteriori è una compressione, ma questo non è diverso neanche dal portello normale.

Gran parte dellinterno è un riflesso dellesterno - esattamente quello che ti aspetteresti di trovare, con interruttori in stile retrò e una disposizione dei controlli che è strettamente correlata alla BMW - la mela non cade lontano dallalbero - anche se ciò non non si applica immediatamente ai display interni.

Il grande cambiamento riguarda il display del conducente, che passa a una disposizione digitale compatta che mostra le informazioni importanti in modo abbastanza ordinato. Piuttosto che i quadranti stravaganti che si sono evoluti negli ultimi anni, è solo un display piatto a forma di pillola, che ti fornisce dettagli di potenza e carica ai bordi, mentre informazioni come velocità e autonomia si trovano al centro.

Essendo unevoluzione dei quadranti della Mini, è davvero buono e non sarebbe una sorpresa vederlo in altre Mini, poiché è solo un po più moderno, anche se non è estremamente personalizzabile. Ti mostra solo lessenziale, con altre informazioni sul display centrale.

Pocket-lintMini Electric immagine 1

Questo ci porta alla cosa che non è cambiata e che ha davvero bisogno di: il display centrale. Appeso al grande design rotondo centrale, questo si rifà al design retrò originale della nuova Mini. Ora è stato tutto digitalizzato, ma si tratta in gran parte del design piuttosto che della funzione. Il display è relativamente piccolo e non estremamente intuitivo in senso moderno, con solo linterfaccia utente a più livelli della BMW (in colori fantasiosi) che risale a oltre un decennio.

Anche se questa non è la fine del mondo, è più difficile da aggirare rispetto ad alcuni sistemi moderni - e questa è unauto completamente moderna. Cè il supporto per Apple CarPlay , mentre Android Auto arriverà nellestate 20202 per migliorare le cose, ma nessuno di questi sistemi è attualmente molto buono per i veicoli elettrici in particolare.

La Mini Electric fa alcune indennità per il suo stato elettrico, come poter trovare un caricabatterie nei punti di interesse sulla mappa (puoi anche perfezionare lelenco per mostrarti solo le soluzioni di ricarica a cui sei abbonato, ad esempio) , ma sembra tutto un po troppo distante. Preferiremmo che le opzioni specifiche per i veicoli elettrici fossero davanti e al centro, perché è spesso ciò a cui vuoi accedere come conducente di veicoli elettrici.

Certo, non è sempre così se fai la ricarica a casa e ti muovi per andare al lavoro a breve distanza, ma non appena guidi/esci dai sentieri battuti con la Mini Electric, ciò diventa più importante, soprattutto perché si tratta di un auto con autonomia limitata.

Altre modifiche arrivano tramite gli interruttori retrò. Cè la possibilità di cambiare modalità di guida (come in effetti cè sul modello a benzina), ma per un guidatore di veicoli elettrici "verde" è spesso più importante perché è lì che otterrai più autonomia - e più autonomia equivale a una maggiore tranquillità.

Ma soprattutto cè anche un interruttore per cambiare il livello di rigenerazione. Questo è il processo che riporta la carica nella batteria quando si toglie lalimentazione o si preme il freno. È posizionato convenientemente e, in questo caso, molto meglio di quelle auto che potrebbero voler nascondere le opzioni di rigenerazione in un menu.

Mini Electric gamma e batteria

Cè una batteria da 32,6 kWh nella Mini, che secondo lazienda è buona per 145 miglia per carica. Per avvicinarti a quella cifra dovrai guidare in modo economico. Le medie che abbiamo ottenuto dalla Mini sono state di 15,6 kWh per 100 km, che calcoliamo come circa 4 miglia per kWh, quando si guida in modo sensato. Ciò porterebbe lautonomia a circa 130 miglia realizzabili, ma questa autonomia dipenderà molto da come e dove si guida lauto, da quanto è caricata e così via.

Per la maggior parte del tempo, lauto riportava unautonomia inferiore a 100 miglia, ad esempio 85 miglia con una batteria al 92 percento, sul display del conducente. Di nuovo, questo è calcolato dalle medie recenti, ma non è sempre una cifra molto vera di ciò che otterrai. Più a lungo possiedi e guidi lauto, meglio farai i conti con queste cifre.

Pocket-lintMini Electric immagine 1

La guida in città ti dà più rigenerazione, la guida in autostrada vede la batteria scaricarsi molto più velocemente. È un po irritante che Mini fornisca i dati sui consumi in kWh per 100 km in macchina (che in realtà non significa nulla per nessuno) ma elenchi le miglia per kWh sul suo sito web. Un po di coerenza per aiutare le persone a capire cosa stanno ottenendo sarebbe daiuto.

Inoltre, non cè modo di sfuggire al fatto che la Mini Cooper SE abbia una piccola batteria e il dividendo che ottieni per questo è un tempo di ricarica inferiore (naturalmente), un peso inferiore e un costo inferiore. È qui che il compromesso si trova davvero, perché la Mini Cooper SE Level 1 arriva a £ 24.900; che costa circa £ 10k in meno rispetto a qualcosa come Kia e-Niro, che ha il doppio della capacità della batteria e unautonomia di circa 300 miglia.

La ricarica della Mini utilizza il connettore CCS sul quarto posteriore, che accetta fino a 50 kW, che vedrà lauto caricata all80% in 36 minuti. Non è la velocità di ricarica più veloce in circolazione (la ricarica da 150 kW è ora disponibile nel Regno Unito), ma non importa a causa della capacità della batteria.

Pocket-lintMini Electric immagine 3

Cosa significa questo in termini reali? Ci vorrebbero circa 12 ore per caricare il Mini Electric su una presa a muro standard. Installa una wallbox e stai guardando meno di 4 ore, quindi è una facile ricarica durante la notte, anche se stai usando solo una presa standard.

Beatitudine di guida

Abbiamo detto prima che questa è unauto da guida, soprattutto per le dimensioni, ma anche per il modo in cui guidano le Mini. Queste auto hanno sempre cercato di essere reattive, rapide da accelerare e manovrabili - e questo è il caso anche della Mini Electric, che si sente molto simile ad altri modelli Cooper S.

È più pesante, ma il motore da 135 kW ti darà 184 CV, portandoti da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi. Non è velocissimo, ma è rapido da 0-30 che è lestremità importante di quella scala, specialmente per i conducenti urbani.

Pocket-lintMini Electric immagine 1

Il Mini Electric è un giro solido, ma con un baricentro basso, si maneggia molto bene. È unottima macchina sulle strade B, che affronta le curve in velocità con poco rollio nel corpo dellauto o nel corpo del guidatore grazie a quei sedili.

Sportivo può significare che è un po duro sui dossi e questo è vero qui: non lo farai galleggiare su dossi suburbani a velocità. Ma questo è il punto di vista di Mini: vuole che tu pensi a una guida sportiva, una posizione che ha servito bene lazienda negli ultimi anni. Da quel punto di vista, la Mini Electric non delude le aspettative.

Per ricapitolare

Progettata per trattenere il più possibile il DNA di Mini, la Mini completamente elettrica esegue bene quellidea. Se ami la Mini, adorerai lElectric. Ma ci sono aree in cui Mini avrebbe potuto andare oltre, come laggiornamento del display centrale interno, che rimane un po datato.

Scritto da Chris Hall.