Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Tesla ha annunciato l'espansione di un programma pilota che consentirà ai conducenti di altre marche di veicoli elettrici nel Regno Unito e in Europa di sfruttare la sua rete di punti di ricarica rapida Supercharger.

I nuovi Paesi inclusi nel test allargato sono Austria, Belgio, Spagna, Svezia e Regno Unito, ognuno dei quali riceverà una manciata di stazioni che saranno aperte a un uso più ampio. Nel Regno Unito si tratta di 15 stazioni, per un totale di 158 caricatori.

Il sistema richiederà ai proprietari di altri veicoli elettrici (EV) di avere l'app Tesla sul proprio smartphone per accedere alla stazione di ricarica, ma dovrebbe consentire loro di ricaricare indipendentemente dalla marca scelta.

Per mitigare il rischio di infastidire i proprietari di Tesla che scopriranno che le loro stazioni di ricarica potrebbero essere più affollate di prima ora che sono state aperte, Tesla sta garantendo prezzi più bassi per i proprietari delle sue auto.

Le tariffe per gli altri veicoli varieranno da sito a sito, a quanto pare, il che significa che non abbiamo una struttura tariffaria chiara a cui fare riferimento. Tesla offrirà anche un pacchetto di iscrizione a 10,99 sterline al mese nel Regno Unito per accedere a tariffe più basse per i kWh, anche se non è chiaro se si tratta della stessa tariffa bassa che subirebbe un proprietario di Tesla.

Elon Musk, che in primo piano è coinvolto in una complessa acquisizione di Twitter, ha già detto che il sistema potrebbe arrivare negli Stati Uniti, ma non abbiamo alcuna tempistica per quanto riguarda i test.

Auto elettriche del futuro: le prossime auto alimentate a batteria che saranno sulle strade entro i prossimi 5 anni

Scritto da Max Freeman-Mills.