Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Grazie alle modifiche al software, i veicoli Tesla vengono regolarmente aggiornati e migliorati con nuove intelligenze e funzionalità. Una di queste funzionalità è in sviluppo da molto tempo, ma sta finalmente per essere distribuita alle masse.

Questo aggiornamento è una funzione di controllo del semaforo e dei segnali di stop che fa parte del sistema di pilota automatico di Tesla. Tramite un nuovo aggiornamento software, lazienda sta migliorando il suo sistema di navigazione Autopilot per gestire i semafori e i segnali di stop.

Il miglioramento di questo sistema ha iniziato a comparire per gli utenti con accesso anticipato a marzo e ora si sta diffondendo più ampiamente negli Stati Uniti.

Come parte dellaggiornamento del software 2020.12.6 (che è ancora in versione beta), gli utenti scopriranno che i veicoli Telsa saranno ora in grado di riconoscere i semafori e i segnali di stop. In pratica, ciò significa che i veicoli rallenteranno automaticamente quando si avvicinano alla segnaletica stradale e i conducenti verranno avvisati di tale azione.

Questo video mostra laggiornamento in azione:

Noterai la grande linea rossa sul display insieme ai segnali di stop. Apparentemente laggiornamento richiede agli utenti di premere il selettore delle marce o il pedale dellacceleratore per allontanarsi di nuovo quando è sicuro farlo.

Vale la pena notare che questo cambiamento si sta diffondendo negli Stati Uniti e ci aspetteremmo di vederlo anche su altre coste nel prossimo futuro. Ma senza dubbio lazienda dovrà adeguarsi a strade diverse e sistemi di semafori di arresto in altre regioni prima di poter essere spinta completamente.

Auto elettriche del futuro: le prossime auto alimentate a batteria che saranno sulle strade entro i prossimi 5 anni

Scritto da Adrian Willings.