Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Quando acquisti unauto in genere scegli ciò che si adatta alle tue esigenze. Ecco perché troverai più livelli di dimensioni nelle gamme dei produttori. Ma la Renault Morphoz - che abbiamo presentato in anteprima in Francia prima della sua rivelazione al Salone di Ginevra (beh, quando quello spettacolo doveva svolgersi, poiché è stato poi cancellato) - contrasta questa tendenza, offrendo la possibilità di estendere fisicamente, o trasformarsi, da qui il nome, con il semplice tocco di un pulsante. Può soddisfare le tue esigenze di guida in città, autonomia estesa su lunghe distanze con la famiglia e così via.

Non abbiamo mai visto unauto trasformarsi davanti ai nostri occhi con il semplice tocco di un pulsante. Quindi, per quanto inverosimile possa essere questo concetto in questo momento, racchiude un sacco di pensieri futuri - dallauto stessa, al più ampio ecosistema di ritenzione e condivisione di energia. Ecco perché la Renault Morphoz è lauto più bella che vedrai questa settimana. O anche questanno.

-

Il nostro parere veloce
Renault Morphoz in immagini: la concept car si trasforma con il semplice tocco di un pulsante

Renault Morphoz in immagini: la concept car si trasforma con il semplice tocco di un pulsante

Cosè la Renault Morphoz?

Renault ha una storia recente di lancio di concept car: dalla coupé a due posti Trezor al salone di Parigi del 2016; alla futura vettura di F1 RS 2027 al salone di Shanghai 2017; al concept di guida autonoma Symbioz al Salone di Francoforte 2018; e un trio di auto eco/mobilità - EZ-Go, EZ-Pro, EZ-Ultimo - mostrate al salone di Parigi del 2018.

La Morphoz è la quinta vettura di questa serie di concept, con lobiettivo di "fornire esattamente ciò di cui hai bisogno nel momento in cui ne hai bisogno", secondo François Leboine, Design Concept Cars Director di Renault, in unintervista a Pocket-lint.

Il Morphoz è costruito sulla piattaforma modulare CMF EV, co-creata con Nissan, che rappresenta la generazione 2.0 dei veicoli elettrici dellazienda. Ovviamente non vedrai il Morphoz sulla strada presto - se non del tutto - ma è costruito su una tecnologia reale, che sarà limpronta di alcuni futuri veicoli Renault e Nissan.

Perché il Morphoz si estende?

"Lidea è di avere ogni giorno qualcosa che si adatti alle tue esigenze", afferma Leboine. "È stato creato per l80% di guida in città, ma può cambiare improvvisamente e offrire la possibilità di andare oltre".

Ed è qui che entra in gioco lidea di modularità. Con il semplice tocco di un pulsante - che in futuro sarà liberamente dimostrato come unapp sul telefono (anche se in questa fase si trattava di un controller fisico) - la parte anteriore si estende, offrendo la possibilità di integrare lattuale gamma di 400 km/248 m (batteria da 40 kWh) a 700 km/435 m molto più capaci (una batteria aggiuntiva da 50 kWh per un totale di 90 kWh).

Nel frattempo, anche la parte posteriore dellauto può estendersi, aprendo linterno e fornendo di conseguenza più spazio nel bagagliaio. Linterno è una proposta sbalorditiva: il sedile del passeggero anteriore può capovolgersi - letteralmente, in un movimento simile a una capriola - per creare unarea a pianta aperta a tre posti nella parte posteriore dellauto.

Il modo in cui tutto questo si manifesta è la parte più impressionante del Morphoz. Il movimento fisico non è solo elegante, il modo in cui lauto rivela nuove forme dalla fusione delle griglie posteriori, o le vivaci sezioni gialle che vengono rivelate dietro i pannelli, crea una trasformazione accattivante.

Dove vanno a finire le batterie?

Ora, ti starai chiedendo come la batteria di estensione della gamma trovi la sua strada nel Morphoz. Il concetto di Renault qui è di andare ben oltre la norma di una batteria integrata a tempo pieno, creando un ecosistema più ampio.

"Il Morphoz è la punta delliceberg", afferma Leboine introducendo il concetto di carico/scarico automatizzato. Lidea è che una stazione di caricamento contenga batterie collegate a una rete più ampia, dove possono fornire energia quando non sono utilizzate dal veicolo, che possono quindi essere caricate allinterno o allesterno del veicolo.

Potrebbe sembrare inverosimile, ma in Cina è già una realtà: il produttore di veicoli elettrici Nio offre stazioni di cambio batteria per alcune delle sue auto, montate in appena tre minuti. Ciò elimina anche il deprezzamento della durata della batteria nel tempo, poiché lazienda può introdurre nuove celle nuove nel sistema.

La Renault Morphoz è reale?

La Renault ha realizzato lauto ed è funzionale, ma è solo un concetto e non unauto di produzione omologata per la strada. Se dovessi essere al Salone di Ginevra 2020, quella sarebbe stata la tua prima occasione per intravedere il concetto. Ma poiché quello spettacolo è stato cancellato dal governo svizzero a causa dellepidemia di Coronavirus, sospettiamo che saranno spettacoli futuri in tutto il mondo in cui potrai dare una prima occhiata di persona.

Pocket-lintImmagini Renault Morphoz immagine 1

Tuttavia, non è tutta una finzione. Alcuni concetti della vettura sono particolarmente intriganti: lazione dellonda quando si avvicina per aprire le porte, per esempio; linterno di LivingSpace, che include profili utente da telefoni cellulari, tra cui una sovrapposizione dello schermo di realtà aumentata per il conducente.

Dagli interni agli esterni e oltre: Renault Morphoz è una versione giocosa del futuro della guida e della mobilità, in una forma accattivante che farà sicuramente parlare di cosa potrebbe essere un veicolo elettrico.

Che cos'è il Pocket-lint daily e come lo ricevi gratuitamente?

Scritto da Mike Lowe.