Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Nissan ha svelato i piani per un impianto di produzione a Yokohama che si concentrerà sulla produzione di batterie a stato solido per veicoli elettrici.

La casa automobilistica giapponese ha dettagliato l'impianto prototipo in una dichiarazione, con una linea di produzione pilota per la tecnologia della batteria impostata per iniziare nel 2024.

Da lì, i materiali, il processo e il design saranno studiati dall'azienda prima di diventare potenzialmente il primo produttore EV a portare sul mercato batterie completamente a stato solido nel 2028.

In questo momento, naturalmente, la tecnologia delle batterie agli ioni di litio è utilizzata nella maggior parte dei veicoli elettrici. Da quello che sappiamo finora, però, le batterie allo stato solido dovrebbero essere in grado di offrire una ricarica più veloce e un consumo di energia più efficiente rispetto alla tecnologia attuale, oltre a ridurre potenzialmente il costo di possedere un EV.

Questo almeno secondo Nissan, che dice che le sue batterie allo stato solido potrebbero ridurre il prezzo dei pacchi batteria a 75 dollari per kWh entro il 2028 - e, alla fine, a 65 dollari per kWh.

Naturalmente, Nissan non è l'unica azienda che sta cercando di passare alla tecnologia a stato solido nella prossima metà del decennio.

Ford sta progettando di portare la sua soluzione sul mercato entro il 2030, QuantumScape, sostenuta da Volkswagen, punta al 2024 e anche Toyota ha espresso un interesse a produrre le batterie entro la metà del decennio.

Le migliori auto elettriche 2022: i migliori veicoli a batteria disponibili sulle strade del Regno Unito

Con il costo e la scala della produzione di batterie a stato solido per i veicoli elettrici non senza rischi, questo rappresenta un investimento audace da parte di Nissan. Se è in grado di attenersi approssimativamente alla sua linea temporale, tuttavia, potrebbe essere la prima ad andare 'next-gen' elettrica in tutto il suo portafoglio, il che sarebbe un bel vantaggio.

Scritto da Conor Allison.