Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - In questa serie di funzionalità osserviamo la vita con unauto elettrica. Abbiamo precedentemente esaminato l ansia da autonomia e ora passiamo al contrappunto: la ricarica a casa, che è una pietra angolare della proprietà di unauto elettrica.

Senza la possibilità di fare un salto alla tua stazione di servizio locale e ottenere più carburante, devi assicurarti di avere un modo per ricaricare la batteria della tua auto. Mentre le auto come la Nissan Leaf sono come qualsiasi altra hatchback quando si tratta di guidare, è la ricarica che rappresenta il più grande cambiamento nel comportamento per i conducenti.

Ma una volta che hai la ricarica a casa, cose come lansia da autonomia possono scomparire rapidamente.

Pocket-lintSogni elettrici e ricarica domestica La Nissan Leaf incontra PodPoint image 2

La Nissan Leaf è una delle auto elettriche più vendute

Negli ultimi 4 mesi abbiamo vissuto con la Nissan Leaf . Questa auto elettrica di seconda generazione di Nissan è una delle auto elettriche più vendute sulla strada e parte di ciò si riduce al fatto che sia una piccola auto fantastica, ma Nissan ha anche il vantaggio di offrire un veicolo elettrico dedicato per un numero di anni - cè un po di eredità qui.

Larrivo della Nissan Leaf ha visto anche il passaggio allauto elettrica, dove in precedenza quei viaggi erano stati effettuati su un SUV diesel. Una coscienza più pulita, emissioni di scarico inferiori e costi di carburante ridotti si aggiungono al fatto che la Leaf è in realtà unauto perfettamente pratica.

Abbiamo parcheggiato il bruciatore a gasolio da un lato, con la sua ricarica da £ 70 ogni due settimane e abbiamo abbracciato lelettrico per la nostra auto di tutti i giorni. La Nissan Leaf si è occupata della gestione della scuola, della spesa settimanale, delle visite agli amici e dei pendolari locali, tutti lavori a cui il diesel non è mai stato veramente adatto.

La Nissan Leaf 2 si trova da qualche parte nel mezzo del pacco quando si tratta di autonomia, dandoci una media di circa 150-160 miglia per il modello standard con la sua batteria da 40 kW e 239 miglia (sulla carta) per lofferta E+ estesa con una batteria da 62kW.

Siamo anche fortunati ad avere un vialetto, che semplifica la ricarica a casa, perché non devi mai pensare di incastrare un cavo su un marciapiede.

Pocket-lintSogni elettrici e ricarica domestica La Nissan Leaf incontra Podpoint image 6

Se riesci a trovare una presa di corrente, puoi caricare la tua auto

Con unauto elettrica nuova di zecca spesso non cè altra scelta che usare una spina a 3 pin. È sicuramente il più semplice per iniziare ed è facile come caricare il tuo smartphone o laptop. Ma è anche lopzione più lenta a 3kW. I tempi di ricarica dipendono dalle dimensioni della batteria: la Nissan Leaf impiega circa 20 ore per caricarsi completamente semplicemente collegandola alla presa di corrente.

Se hai una batteria più grande, come ad esempio l Audi e-tron , quel tempo si estenderà oltre le 30 ore. In realtà, raramente lo caricherai da completamente vuoto, quindi questa è unopzione molto vivibile per molte persone, specialmente se torni a casa dal lavoro e raramente usi di nuovo lauto fino al mattino.

Linstallazione di una presa 13A esterna impermeabilizzata è unopzione abbastanza economica, o potresti già averne una nel tuo garage. Certamente, è altamente raccomandato disporre di una disposizione dedicata per la ricarica: lutilizzo di una prolunga non classificata per un uso intensivo può portare al surriscaldamento del cavo e hai bisogno di una soluzione che possa funzionare con tutte le condizioni atmosferiche, altrimenti le cose possono diventare pericolose.

Per noi, se avessimo collegato il Leaf entro le 21:00, avremmo avuto una carica completa per la scuola o per andare al lavoro la mattina successiva. Il punto di arrivo è quando la batteria è scarica, ma devi ripartire subito. Aspettare che lindicatore di carica si muova può essere doloroso.

Pocket-lintSogni elettrici e ricarica domestica La Nissan Leaf incontra PodPoint image 3

Cambio di marcia: il wall box domestico

Volendo velocizzare questa esperienza e ridurre i tempi di ricarica, siamo passati alla fase due: un punto di ricarica EV dedicato. Le tipiche scatole a muro domestiche offrono una carica di 7 kW e possono essere installate nella maggior parte delle case. Come abbiamo detto, poiché abbiamo un vialetto, è unopzione facile.

Ci sono varie unità da 7kW disponibili da aziende come BP Chargemaster o Pod Point e sono progettate per essere compatte, occupando poco spazio sulla parete della tua casa. Sono anche progettati per adattarsi alla maggior parte dei veicoli elettrici, ma vale la pena verificare che quello che scegli sia compatibile con la tua auto.

Pod Point offre una stazione di ricarica da 7 kW per £ 859, ma questo prezzo può essere ridotto a £ 359 se hai diritto a una sovvenzione governativa EVHS da £ 500 e, fintanto che questa è la tua prima, è probabile che tu lo sia. Quel prezzo include linstallazione, che è semplice e veloce, probabilmente un paio dore di lavoro. Alcune aziende di veicoli elettrici offriranno anche offerte per caricabatterie domestici gratuiti, qualcosa da considerare quando stai cercando di acquistare unauto.

Abbiamo optato per una presa universale, il che significa che dobbiamo estrarre il cavo dal retro dellauto ogni volta che vogliamo caricare, ma significa che è a prova di futuro. Dovresti solo assicurarti di avere il cavo giusto per lauto che vuoi caricare.

Una volta installata, la stazione di ricarica da 7 kW ha ridotto il tempo di ricarica a circa 6 ore e consigliamo vivamente questo approccio: da allora abbiamo utilizzato raramente lopzione di ricarica a 3 pin, e certamente non a casa.

Anche se non è ancora così veloce come usare il CHAdeMO o il caricabatterie rapido che puoi trovare su strada e nelle stazioni di servizio autostradali, abbiamo scoperto che fa unenorme differenza - e sicuramente vale il costo di installazione.

Non sei limitato solo a 7kW. Se ti capita di avere un cablaggio trifase (raro nelle proprietà residenziali del Regno Unito, ma comune nelle proprietà commerciali), potresti essere in grado di avere un caricabatterie da 22 kW. Per trarne vantaggio avrai bisogno che anche la tua auto sia compatibile e sebbene sia una soluzione domestica più rara, non è inaudita.

Pocket-lintSogni elettrici e ricarica domestica La Nissan Leaf incontra Podpoint image 5

Appello alla tasca: la ricarica a casa costa poco

Ma quanto costa tutto questo e quanto si può risparmiare quando si tratta di far funzionare la propria auto?

Tutto dipende dal prezzo della tua elettricità e da quanto devi caricare, ma per noi abbiamo scoperto che la Leaf ci costa circa 30 sterline al mese in elettricità per funzionare, o circa 4,50 sterline per una carica completa.

Lo sappiamo perché Pod Point viene fornito con unapp di accompagnamento che ti consente di vedere i costi di ricarica giornalieri e mensili, una volta che gli hai comunicato la tariffa elettrica a cui ti trovi. È fantastico per vantarsi: prima di passare allelettrico quel SUV diesel ci costava £ 70 di carburante ogni due settimane e ora stiamo pagando molto meno.

La ricarica a casa è anche più economica rispetto alla ricarica in movimento. Lutilizzo di CHAdeMO sullautostrada elettrica (sulle autostrade del Regno Unito) costa 30 p/kWh, quindi è tre o quattro volte il costo, e altre reti di ricarica pubbliche possono addebitare una tassa di connessione di £ 1 per carica - che è quasi un quarto del costo di ricarica domestica solo sulle tasse.

Non cè dubbio, in realtà, che la ricarica domestica più rapida sia la strada da percorrere quando si tratta di vivere con unauto elettrica e con un Pod Point installato andare alla stazione di servizio ora sembra arcaico. Dicono che la prova del budino sia nel mangiare e per questa famiglia non si torna al diesel.

Scritto da Stuart Miles.