Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Chiunque sia sintonizzato sulle notizie o abbia il minimo interesse per le auto saprà che le automobili a guida autonoma sono molto in arrivo.

"Shock, orrore, sussulto", ti sentiamo piangere. E anche per una buona ragione, perché presto un robot ti trasporterà su e giù per le autostrade di questa piccola isola mentre rispondi alle e-mail, abbuffati su Netflix o cattura quaranta strizzatine docchio senza interruzioni del traffico o dalla necessità di navigare in una rotonda.

Gli oppositori suggeriranno che significa che il brivido di spingere unauto lungo una strada secondaria difficile diventerà probabilmente un ricordo del passato, con i produttori del futuro che si concentrano più sul comfort e sullintrattenimento in auto che sulla dinamica di guida.

Ma prima che i benzinai appendano per sempre i loro guanti da guida con la parte posteriore in corda, possono ancora godersi un periodo intermedio (e probabilmente glorioso) in cui alti livelli di autonomia eliminano lo stress da fastidiose situazioni di traffico, ma il pieno controllo viene restituito al guidatore a la pressione di un pulsante.

Immagine di guida autonoma Audi Traffic Jam Pilot 2

Un tale sistema sarà trovato nella prossima Audi A8 sotto forma di Traffic Jam Pilot: un sistema di guida autonoma altamente avanzato che si trova sotto la funzionalità AI del marchio tedesco che introduce il parcheggio in garage a mani libere e la capacità di cacciare autonomamente posti auto nel parcheggio del supermercato.

Può affrontare manovre così sofisticate a mani libere grazie al peso della tecnologia che Audi è riuscita a stipare nella sua super berlina premium.

Una moltitudine di sensori a medio e lungo raggio, fotocamere esterne e una nuova scheda computer centrale zFAS (completa di processori Tegra e Nvidia) si uniscono per creare un quadro completo del mondo attorno allimminente A8 e, a sua volta, consentirgli di assumere compiti di guida avanzati.

Audi Traffic Jam Pilot: come funziona?

Potresti ricordare che siamo stati abbastanza fortunati da sederci al volante di un vecchio concept A7 e lasciare che lallora chiamato "Jack" prendesse il controllo delle funzioni di guida.

Faceva tutto parte della spinta di Audi per livelli di autonomia più elevati, ma uno dei principali ostacoli che i produttori devono affrontare è stato il costo della tecnologia necessaria per rendere sicuri tali sistemi.

In particolare, gli scanner laser LIDAR utilizzati per costruire unimmagine virtuale più completa del mondo esterno sono stati astronomicamente costosi, ingombranti e ingombranti.

"Siamo riusciti a riportare lo scanner laser alle sue funzionalità più basilari", spiega Stefan Rietdorf, lingegnere Audi responsabile dello sviluppo delle funzioni di guida automatizzata e luomo che si precipita lungo una delle autostrade di Francoforte nella prossima A8 mentre parla con Lanugine tascabile.

"Significa che possiamo contenere i costi, le dimensioni e il peso, ma comunque beneficiare delle funzionalità di cui abbiamo bisogno per raggiungere questo livello di autonomia", aggiunge.

Il sistema stesso è estremamente semplice da utilizzare e fintanto che il traffico non supera i 60 km/h (37,3 mph) e lA8 può determinare che la strada è unautostrada tramite la sua pletora di sensori (nessun pedone e una chiara barriera di sicurezza tra i veicoli in arrivo) , Traffic Jam Pilot sarà offerto al guidatore tramite lo splendido schermo del cockpit virtuale ad alta definizione del nuovo modello che si trova dove avrebbero avuto i vecchi quadranti degli strumenti.

Il guidatore preme quindi un pulsante AI in metallo lucido sulla console centrale e il cockpit virtuale mostra una grafica dellauto dal retro e segni sfocati sulla strada.

Una volta attivata, limminente A8 rimarrà allinterno della sua corsia, frenerà e accelererà per stare al passo con il traffico davanti e applicherà qualsiasi coppia di sterzo necessaria per mantenere lauto al centro.

In caso di rallentamento del traffico, lA8 accosta gradualmente leggermente al lato della sua corsia (a quanto pare a tutti i tedeschi viene insegnato questo per consentire i servizi di emergenza) e poi riparte quando il traffico riprende.

Immagine di guida autonoma Audi Traffic Jam Pilot 4

È straordinariamente fluido dal sedile del passeggero, senza frenate a scatti o input di sterzo selvaggi, e si sente completamente naturale dopo pochi minuti.

Tanto che Rietdorf raggiunge il sistema di infotainment e inizia a guardare un video.

Audi Traffic Jam Pilot: la legalità

Ammetteremo che un leggero senso di panico ci ha travolto quando lo schermo ad alta risoluzione ha iniziato a riprodurre una delle ultime pubblicità di Audi (apparentemente Rietdorf non aveva sentito parlare di Game of Thrones), ma il nostro ospite ci ha assicurato che era perfettamente legale.

Ebbene, in Germania.

La Germania ha modificato i suoi regolamenti alla fine di giugno 2017 per consentire la guida di auto con funzioni condizionali e completamente automatizzate "entro i parametri designati per luso", il che significa sostanzialmente che è possibile interagire con lo schermo dellinfotainment quando è attivato Traffic Jam Pilot.

Pocket-lintInterni Audi A8 immagine 1

"Chiamiamo questa interazione attività secondarie", spiega Rietdorf. "E significa che i conducenti sarebbero in grado di rispondere alle e-mail, sfogliare le playlist e interagire con una serie di app integrate nel sistema di infotainment in quelle regioni in cui è legale", aggiunge.

Ciò non significa che i conducenti saranno in grado di essere risucchiati in un gioco di Angry Birds sul proprio smartphone, poiché devono essere disposti ad assumere le funzioni di guida in un dato momento e il modo principale per avvisare il conducente è attraverso uno dei numerosi schermate che si trovano allinterno dellA8 .

Questa è la differenza chiave che ha permesso ad Audi di appoggiarsi pesantemente ai legislatori per rendere legale questa tecnologia. In una parola, è sicuro.

Se Traffic Jam Pilot dovesse cedere i propri compiti, prima emetterà un delicato messaggio visivo e sonoro al conducente, seguito da avvisi sempre più severi.

La mancata presa in consegna, ad esempio in caso di emergenza sanitaria, comporterà il rallentamento della A8, il tamponamento dei freni, lo scuotimento della cintura di sicurezza e infine larresto completo dellauto con le luci di emergenza accese.

Immagine di guida autonoma Audi Traffic Jam Pilot 3

Se non cè ancora risposta, il sistema di bordo avviserà automaticamente i servizi di emergenza con dati precisi sulla posizione.

"Abbiamo anche dovuto dimostrare che i nostri sistemi, sia fisici che software, sono a prova di guasto, motivo per cui abbiamo più sistemi di frenata, due sistemi di sterzo individuali e auto-intelligenza integrati nel software in modo che sappia non duplicare alcun errore", spiega Rietdorf.

In realtà, il sistema pecca anche per eccesso di cautela, quindi se il sistema scanner laser ritiene di non avere una visione chiara della strada davanti a sé, restituirà i compiti al conducente anziché al soldato. Abbiamo visto simili da Toyota e Nissan nei loro veicoli stradali giapponesi.

  • Le auto senza conducente sono realtà: lauto autonoma di Toyota ci porta a fare un giro

Audi Traffic Jam Pilot: cosa significa per il futuro?

Potrebbe sembrare un piccolo passo per lumanità, ma essere in grado di svolgere "compiti secondari" mentre piedi, mani e occhi non sono alla guida è un enorme passo avanti per la guida autonoma.

Tanto che la Society of Automotive Engineers (SAE) ha ritenuto questa tecnologia una vera automazione condizionata di livello 3, che lo renderebbe il primo sistema del suo genere ad essere offerto ai clienti.

Audi A8 AI Traffic Jam Pilot immagine 2

Il livello 0 vede il conducente responsabile del controllo longitudinale e laterale.

Il livello 1 è considerato come assistenza alla guida, in cui il conducente ha ancora il pieno controllo ma è supportato da qualcosa come Adaptive Cruise Control.

Il livello 2, il livello a cui apparentemente siamo rimasti bloccati per molto tempo, è descritto come "automazione parziale" e, secondo il SAE, significa che il guidatore può delegare al sistema "il controllo combinato longitudinale e laterale continuo del veicolo ma mantiene in ogni momento la funzione di monitoraggio e di controllo”.

Le migliori auto elettriche 2022: i migliori veicoli a batteria disponibili sulle strade del Regno Unito

Qui, il conducente mantiene sempre la responsabilità. Un esempio è lattuale Traffic Jam Assist di Audi, che si assume i compiti di frenare e accelerare lauto nel traffico lento fino a 65 km/h (40.4mph) e si occupa anche di sterzare su strade migliori, ma richiede al conducente di monitorare in ogni momento.

Il Livello 3, o Automazione Condizionata, significa che il conducente non deve più monitorare continuamente e può svolgere altre attività supportate dalle apparecchiature di bordo.

Audi Traffic Jam Pilot Guida autonoma immagine 6

Ma il sistema riconosce autonomamente i propri limiti e quando le condizioni esterne non si sposano più con le attitudini della tecnologia chiederà al conducente di subentrare.

Il Dr. Wolfgang Schmid, luomo responsabile degli affari governativi, della mobilità digitale e dei combustibili rinnovabili presso Audi, afferma che alcuni enti governativi sono più aperti a livelli più elevati di automazione dei veicoli rispetto ad altri e il suo team sta attualmente lavorando per vedere il Livello 3 implementato in quanti più mercati possibili.

"Abbiamo fatto grandi progressi qui in Germania, ma è un argomento molto complicato", spiega.

"Non solo dobbiamo cambiare le leggi riguardanti la condotta e il modo in cui i conducenti si comportano quando sono al volante, dobbiamo anche aderire alla legislazione tecnica e dimostrare che i nostri sistemi sono sicuri", aggiunge.

Audi A8 AI Traffic Jam Pilot immagine 5

Di conseguenza, Audi introdurrà Traffic Jam Pilot solo in quei mercati in cui è legale sfruttare tutto il suo potenziale.

Dopotutto, chi vuole rimanere bloccato in un ingorgo mentre lauto fa tutto il duro lavoro se non puoi indulgere in uno o due post sfacciati su Facebook? Noi di certo non...

Scritto da Leon Poultney.