Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il dipartimento dei trasporti del Regno Unito ha ufficialmente chiesto prove in una consultazione sui sistemi automatici di mantenimento della corsia (ALKS), un primo passo verso la definizione della posizione legale per le auto a guida autonoma sulle strade del Regno Unito.

La consultazione esaminerà in modo specifico le tecnologie alla base di ALKS in vista di come questi sistemi verranno sanciti dalla legge britannica in futuro.

Lannuncio descrive il sistema dicendo: "Questa tecnologia è progettata per consentire ai conducenti - per la prima volta in assoluto - di delegare il compito di guidare al veicolo. Quando attivato, il sistema mantiene il veicolo allinterno della sua corsia, controllandone i movimenti per lunghi periodi. di tempo senza che il conducente debba fare nulla. Il conducente deve essere pronto e in grado di riprendere il controllo della guida quando richiesto dal veicolo."

La maggior parte dei conducenti saprà che tali sistemi sono già ampiamente disponibili sulle auto attuali e sono stati per molti anni, dal ProPilot di Nissan allAutopilot di Tesla, ma anche generalmente coperti dai sistemi di sicurezza disponibili attraverso il cruise control adattivo.

La sfumatura qui è nella parola "delega": attualmente molti produttori presentano questi sistemi come assistenza alla guida (ADAS) e non cè senso di delega poiché devi mantenere il controllo del veicolo da solo, in ogni momento. La consultazione esaminerà il cambiamento in una situazione in cui la tecnologia dellauto ha il controllo.

Laspetto importante di questa consultazione nel Regno Unito è limpatto che potrebbe avere sulla legislazione, che è uno degli ostacoli allautorizzazione di veicoli adeguatamente autonomi sulle strade.

"La richiesta di prove chiederà se i veicoli che utilizzano questa tecnologia debbano essere legalmente definiti come veicoli automatizzati, il che significherebbe che il fornitore di tecnologia sarebbe responsabile della sicurezza del veicolo quando il sistema è attivato, piuttosto che il conducente".

Quindi questa consultazione non riguarda tanto la tecnologia, quanto limpatto sulla responsabilità. Attualmente, il conducente è responsabile del controllo del veicolo anche quando utilizza sistemi come il pilota automatico sulla Tesla, che è uno dei sistemi più avanzati di questo tipo.

Tesla ha visto una serie di incidenti di alto profilo evidenziati perché il veicolo ha avuto un incidente durante la guida con il pilota automatico. Il caso di un guidatore che si sposta sul sedile del passeggero della M1 mette in evidenza sia labilità tecnica che la complicazione che questi sistemi comportano. Con la nuova legislazione, saranno istituiti sistemi di rilevamento per garantire che il conducente rimanga al proprio posto, che il conducente stia attento alla strada e che tutti i dati siano accessibili in caso di incidente, in modo che le autorità possano vedere cosa è realmente accaduto.

Lannuncio va un po oltre, dicendo che più avanti nel 2020 si aprirà una consultazione pubblica sulle modifiche necessarie al codice della strada per accogliere i risultati di questultima indagine.

Auto elettriche del futuro: le prossime auto alimentate a batteria che saranno sulle strade entro i prossimi 5 anni

Il Dipartimento dei trasporti afferma che il processo "potrebbe vedere sistemi sui veicoli del Regno Unito entro la primavera del 2021". Sebbene la tecnologia esista già da molti produttori, potrebbe portare a un leggero cambiamento nel modo in cui vengono implementati per soddisfare eventuali requisiti delineati a seguito di questa e delle successive consultazioni.

Scritto da Chris Hall.
  • Fonte: Safe use of Automated Lane Keeping System on GB motorways: call for evidence - gov.uk
Sezioni Automobili