Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Nellultima settimana, Jaguar e BMW hanno svelato le nuove auto da corsa di Formula E, pronte per la stagione 5 della serie di corse esclusivamente elettriche.

La stagione 5 inizia a dicembre e le nuove auto sembrano sorprendentemente diverse da prima, soprattutto perché le loro ruote sono chiuse e la carrozzeria ha guadagnato un sacco di angoli frastagliati in nome di una migliore aerodinamica.

-

Seconda generazione di vetture di Formula E

Le auto per la prossima stagione sono tutte nuove. La nuova vettura da corsa di Jaguar si chiama i-Type 3. Mentre in BMW è la Gen 2 iFE 18 dal nome vivace.

Si dice che la Formula E sia la serie di corse del futuro. E sì, lavete indovinato, la E nel nome sta per "elettrico", con tutte le auto da corsa alimentate a batterie. Ciò significa che sta diventando una proposta sempre più allettante per i marchi automobilistici. Coloro che hanno grandi progetti per un futuro elettrico si uniranno alla Formula E. Jaguar, Audi, Renault e DS sono già lì. Le BMW sono una new entry per la prossima stagione.

Per la prossima stagione, le batterie di tutte le vetture saranno fornite dalla McLaren (sì, quelle famose di Formula 1 e 720S), e le vetture sono progettate per completare la gara in una macchina, o più al punto, con una batteria. Al momento, i piloti prendono due auto perché le batterie non possono andare lontano. Questo è un indizio della velocità con cui la tecnologia sta migliorando ed è uno dei motivi principali per cui la serie di Formula E fa appello ai marchi automobilistici.

Con il sipario che solo di recente è calato sulla quarta stagione della Formula E con unemozionante corsa su strada a New York che culmina con la vittoria del titolo di Luca di Grassi di Cheethah, guardiamo avanti ed esploriamo perché i grandi produttori di auto si stanno unendo alla Formula E.

Quali case automobilistiche partecipano alla Formula E?

Attualmente ci sono 10 squadre in Formula E. In questo momento partecipano Audi, DS Automobiles, Jaguar e Renault. Ci sono scuderie indipendenti a conduzione familiare e altri grandi marchi come lindiano Mahindra e il cinese Nio - potresti non averne sentito parlare, ma stanno crescendo i nomi delle auto in Asia.

Pocket-lintFormula E: perché le case automobilistiche si uniscono immagine 6

Ma nelle prossime due stagioni, quel quadro cambierà. Per la prossima stagione nel 2018-19, che è la quinta stagione della serie di corse, non è solo BMW, ma anche Nissan si unirà alla mischia. Nissan gestirà il proprio team Motorsport, il nome Nissan subentra alla Renault che sta partendo per concentrarsi sulla F1. BMW sarà la casa automobilistica del team Andretti Autosport.

Nel frattempo, lAudi avrà effettivamente due squadre la prossima stagione, essendo produttore per Virgin Racing (prendendo il posto di DS). E avere il proprio team Audi Sport ABT Schaeffler.

Entro il 2019-20 - sesta stagione - anche Porsche e Mercedes-Benz si uniranno alla mischia e diventeranno produttori di propulsori, e il campo passerà da dieci team (ciascuno con due piloti) a undici.

Entro il 2020, la formazione del team del produttore sarà la seguente:

  • Audi Sport
  • BMW
  • DS
  • Jaguar Land Rover
  • Mahindra
  • Mercedes-Benz
  • Nio
  • Nissan
  • Penske
  • Porsche
  • Venturi

Qual è la storia della tecnologia delle batterie elettriche con la Formula E?

In Formula 1 ci sono regole rigide - come la dimensione del motore - ma ognuno è libero di sviluppare i propri motori, cambio e approcci aerodinamici. In Formula E, è leggermente diverso. Ogni auto utilizza lo stesso "telaio" e riceve lo stesso pacco batteria, producendo la stessa quantità di energia.

Pocket-lintFormula E: perché le case automobilistiche si uniscono immagine 8

"Tutti si rendono conto che ci stiamo muovendo verso un futuro elettrico", afferma James Barclay, Team Manager di Jaguar Panasonic Racing, quando lo incontriamo allultimo round della quarta stagione di Formula E a New York. "Siamo una generazione che vedrà un cambiamento dalla combustione ai veicoli elettrici, e questo è tremendamente eccitante".

"Abbiamo voglia di imparare, come funziona unauto elettrica - cosa possiamo imparare, cosa possiamo fare meglio, quali sono i limiti - e cè una grande fame di informazioni".

Che impatto avrà la Formula E sulle auto elettriche che posso acquistare in futuro?

Ogni volta che i marchi automobilistici corrono, lo fanno per un motivo. O marketing (costruzione del marchio) o innovazione (sviluppo di tecnologia) che può arrivare alle auto stradali. Pensa agli esempi: Audi ha costruito Quattro sul retro delle sue auto da rally negli anni 70. Le auto da strada McLaren, semplicemente non esisterebbero oggi se non fosse stata prima una squadra di corse di Formula 1. Altri marchi - Ferrari, Porsche, Jaguar - sono indissolubilmente legati al motorsport.

Ma la Formula E - nonostante il suo aspetto e la sua velocità - è forse più legata alle auto elettriche che potrai acquistare domani, rispetto a qualsiasi auto da corsa del passato.

Jaguar Panasonic RacingFormula E: perché le case automobilistiche si uniscono immagine 3

"Uno dei motivi principali per cui siamo entrati in Formula E è il trasferimento di tecnologia: lo chiamiamo corsa allinnovazione", afferma Barclay. "La configurazione del gruppo propulsore [dellauto di Formula E] - gli inverter e i motori elettrici, riguarda il modo in cui li rendi il più leggeri possibile, rendili la massima efficienza e riduci al minimo lassorbimento. Quindi, mentre i nostri motori elettrici potrebbero non essere la stessa cosa dalla nostra vettura di Formula E alla nostra vettura da strada i-Pace, è il processo e il modo in cui la costruiamo, e ciò che possiamo trasferire sulle nostre vetture di produzione è un vantaggio per i nostri consumatori. più a lungo, è unauto da strada che può andare più lontano più a lungo."

Con tutti i principali produttori che stanno aumentando le consegne di auto elettriche - nellultimo mese abbiamo visto Mercedes lanciare l EQC e Audi finalmente svelare l e-tron , non sorprende che ci siano forti legami tra le auto da strada e la Formula E.

È la settimana della sicurezza domestica su Pocket-lint

Quanta potenza hanno le auto di Formula E?

Per la prossima stagione, le auto di Formula E riceveranno un aumento di potenza. Cè la nuova batteria della McLaren, ma anche laspetto dellauto è drasticamente diverso. Attualmente, le auto di Formula E hanno una batteria da 28kWh, che è un po più piccola di una BMW i3 . Lanno prossimo avranno 52 kWh. È un po più piccolo della nuova Hyundai Kona EV di gamma superiore.

In gara, le vetture producono 268 CV. In qualifica producono 335cv. Laspetto dellauto è progettato, come tutte le auto da corsa, attorno a principi aerodinamici.

Cosè Hyperboost?

Nella quinta stagione (2018-19), queste nuove batterie eliminano lattuale necessità per i piloti di cambiare auto a metà gara. Sebbene ciò mostri il miglioramento della tecnologia, rimuove un aspetto potenzialmente eccitante - e incline al rischio - dello sport, che è spesso il luogo in cui si verificano turbamenti ed eccitazione. Per contrastare ciò, nella quinta stagione, i piloti utilizzeranno qualcosa chiamato Hyperboost.

Pocket-lintFormula E: perché le case automobilistiche si uniscono immagine 22

È stato descritto come "come Mario Kart per le auto da corsa", quando prendi una stella doro e ottieni la super velocità che ti consente di andare dal fondo al davanti del campo. Il sistema è ancora in attesa della piena approvazione, quindi i dettagli potrebbero cambiare, ma lidea è che, dopo una certa distanza in un certo punto del tracciato, i piloti potranno attivare uno scatto extra di potenza - fino a 301 CV - permettendo loro di andare più veloce.

Ma dal punto di vista tattico dovranno capire quando è meglio usarlo, poiché non sarà disponibile ogni giro e non durerà a lungo.

Come posso essere coinvolto in Fanboost e andare a vedere la Formula E?

Purtroppo, per noi inglesi, la Formula E non arriva nel Regno Unito. Le gare si svolgono in Arabia Saudita, Marrakech, Hong Kong, Città del Messico, Sanya China, Roma, Parigi, Monaco, Berlino, Zurigo e New York. Tutte le gare si svolgono su circuiti cittadini, in città, ed è possibile ritirare i biglietti gratuitamente in alcuni eventi.

Ma quello che potrebbe interessarti di più è lelemento interattivo per i fan della Formula E. Oltre a Hyperboost, cè qualcosa chiamato Fanboost che i piloti possono già utilizzare - i piloti più votati (fallo tramite lapp Formula E) - ricevono una certa quantità di energia in più, da distribuire in un punto a loro scelta, e dove lauto ottiene una spinta fino a circa 325 CV. "Non sempre influisce sullesito della gara", afferma Barclay, "ma se usato in modo efficace può farlo".

Vuoi saperne di più sulla Formula E? Leggi la nostra guida completa e approfondita qui .

Scritto da Joe Simpson.