Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - L'Oculus Quest 2 è uno dei visori VR più popolari in circolazione, ma quando si tratta di tracciamento del movimento, attualmente è limitato ai soli movimenti della mano e della testa.

Potrebbe non essere così a lungo, tuttavia, poiché un'immagine individuata da UploadVR suggerisce che il rilevamento del corpo potrebbe essere aggiunto nel prossimo futuro.

La perdita arriva dopo che Meta ha apportato modifiche alle Unity Development Resources per Quest 2 e ha incluso uno screenshot che mostrava l'SDK di Oculus contenente un menu a discesa per "Supporto per il monitoraggio del corpo".

Meta, ovviamente, ha rimosso rapidamente l'immagine, ma non prima che i fan della realtà virtuale con gli occhi d'aquila avessero catturato uno screenshot .

Riteniamo che sarebbe particolarmente difficile implementare il rilevamento del corpo sull'attuale visore Quest 2, a causa del posizionamento delle telecamere.

Sebbene il Quest 2 abbia due fotocamere rivolte verso il basso, la loro posizione significa che possono vedere davvero il corpo dell'utente solo quando sono seduti e guardano leggermente verso il basso.

Potrebbe essere più probabile che vediamo questa funzione sui prossimi auricolari Quest Pro o Project Cambria , forse anche un dispositivo autonomo simile al Vive Tracker 3.0 .

Data l'attenzione di Meta sul metaverso e sulle tecnologie immersive, non sorprende vederla andare avanti in questa direzione.

Il corretto rilevamento del corpo apre un mondo di possibilità per le esperienze VR e AR , non vediamo l'ora di vedere dove andrà a finire.

Scritto da Luke Baker.