Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - HTC ha lanciato una nuova piattaforma di collaborazione e riunione remota progettata per aiutare i colleghi a connettersi e lavorare in modo più efficace.

Vive Sync è progettato per consentire a un massimo di 30 persone di incontrarsi contemporaneamente, che si tratti di presentazioni remote, discussioni in classe o riunioni creative più pratiche.

Con tutti che lavorano in remoto e utilizzano servizi come Zoom e Teams, è logico che vengano visualizzati più servizi, ma Vive Sync è pensato per essere più utile.

Vive Sync non solo consente alle persone di incontrarsi, ma ha anche funzionalità che ti aspetteresti dalla realtà virtuale come il monitoraggio di tutto il corpo. Ciò significa che puoi non solo utilizzare avatar personalizzati, ma anche comunicare tramite il linguaggio del corpo e lavorare anche su contenuti 3D allinterno dello spazio VR.

I file FBX, OBJ e Unity Asset Bundle possono essere caricati e utilizzati allinterno di Vive Sync, il che significa che gli utenti possono anche condividere e rivedere le creazioni allinterno della riunione.

Le funzionalità attualmente includono la revisione del modello 3D, lacquisizione di note vocali, il disegno 3D e le funzionalità di annotazione e il supporto per la condivisione di file OneDrive inclusi video, PDF e presentazioni sul grande schermo della sala riunioni VR.

Se le persone utilizzano Vive Pro Eye , anche il tracciamento oculare presente su quellauricolare può essere inserito nella riunione. Tutto ciò significa che non solo puoi interagire in modo più naturale con le persone nella riunione, ma anche lavorare in modo più efficiente ed efficace.

Vive Sync può essere provato gratuitamente in versione beta, quindi se disponi di un visore VR appropriato, puoi provarlo ora.

Scritto da Adrian Willings.