Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - HTC ha annunciato una nuova versione di HTC Vive, soprannominata HTC Vive Pro, durante il CES 2018 di Las Vegas.

Il nuovo modello, che si colloca al di sopra dellattuale Vive già disponibile sul mercato, presenterà una risoluzione notevolmente migliorata e un supporto audio ad alta risoluzione. Aggiunge anche le cuffie integrate e, per fortuna, funziona ancora con tutti gli attuali contenuti Vive già disponibili.

Costruito per i fan della realtà virtuale che vogliono il meglio, il nuovo modello avrà un display OLED 2800 x 1600 (615ppi). Sono 1400 x 1600 per occhio, notevolmente migliorati rispetto alla risoluzione di 1080 x 1200 della versione esistente.

In effetti, HTC afferma che si tratta di un aumento del 78% della chiarezza: gli utenti saranno in grado di leggere facilmente il testo durante la realtà virtuale.

Il Vive Pro migliorerà anche lesperienza audio. Conterrà un amplificatore in linea, due microfoni per una comunicazione chiara e cuffie integrate, proprio come lOculus Rift. Ci sarà una migliore cancellazione del rumore per le persone che parlano tra loro.

Un aggiornamento di HTC Vive è stato propagandato dalla fine del 2016. Tuttavia, non si ritiene che questo sia il leggendario HTC Vive 2.

LHTC Vive originale rimane in vendita. Le cuffie Vive Pro saranno vendute senza i controller o i sensori ambientali nei prossimi due mesi per coloro che possiedono già Vive e desiderano eseguire laggiornamento. I nuovi clienti potranno ottenere un pacchetto completo nel corso dellanno.

Il Vive Pro sarà in vendita entro la fine dellanno, molto probabilmente a un prezzo premium, ma dobbiamo ancora scoprire un prezzo effettivo.

La società ha anche annunciato un adattatore wireless Vive. Disponibile questa estate, darà agli utenti di PC la possibilità di abbandonare completamente i cavi.

I dettagli sono ancora scarsi al momento, ma è stato realizzato utilizzando le specifiche WiGig di Intel e funziona sulla banda a 60 Ghz per massimizzare le prestazioni e ridurre la latenza.

Scritto da Stuart Miles e Rik Henderson.