Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il pensiero di indossare un visore VR sul sedile posteriore di un'auto potrebbe riempirti di terrore. Con molti che soffrono di cinetosi durante i viaggi e molti che soffrono di cinetosi quando utilizzano un visore VR, sembra una ricetta per un doppio disastro.

Allontanandoci dal trambusto della sala espositiva del Mobile World Congress , ci incontriamo con Holride per una demo nel mondo reale della loro nuova tecnologia.

Holride vuole rendere i viaggi in auto più eccitanti, come afferma l'azienda, trasformando i veicoli in parchi a tema in movimento. È la realtà virtuale nella tua macchina.

Scivoliamo sul sedile posteriore di un'auto elettrica Cupra Born, dove ci aspetta un headset HTC Vive Flow . È il momento della verità: questo o vedrà il pronto ritorno di una colazione in hotel o, come suggerisce Holride sul suo sito web , si tradurrà in un'esperienza euforica.

Pocket-lintHoloride foto 2

Indossato come un paio di occhiali molto robusti, Vive Flow offre l'immersione visiva, con altoparlanti nelle aste per fornire l'audio senza bisogno di cuffie. È abbastanza diverso dai pesanti visori VR che abbiamo usato prima e questo è importante perché ora siamo nel retro di un'auto in movimento.

Ha bisogno di essere collegato per l'alimentazione, quindi è collegato alla presa USB-C nella parte posteriore dell'auto, ma è rassicurante comodo e abbastanza leggero come un auricolare in modo che non si senta stancante da indossare.

L'HTC Vive Flow è stato caricato con Holride. La società è una propaggine di Audi, che ha fornito parte del finanziamento iniziale e detiene una quota di minoranza, con Holride che è una piattaforma tecnologica in grado di fornire una gamma di applicazioni diverse.

L'obiettivo è che Holride sia indipendente dal marchio, che in futuro funzioni su una vasta gamma di dispositivi VR e sia compatibile con un'ampia gamma di auto.

Compatibile con l'auto? Di cosa si tratta?

Parte del segreto dietro Holride è che utilizza e riflette il movimento dell'auto, quindi avere accesso ai dati dall'auto fa parte dell'esperienza. Per la nostra corsa c'è un'unità di sviluppo bloccata all'interno del parabrezza, che fornisce dati a Holride, ma in futuro sarà collegata ai sensori dell'auto.

Perché questo è importante? Tutto torna alla cinetosi. La cinetosi colpisce per molte persone quando il corpo ti dice che ti stai muovendo, ma i tuoi occhi dicono al tuo cervello che non lo sei.

Quando iniziamo a guidare, il mondo virtuale che possiamo vedere si muove con l'auto. Quando ci fermiamo a un incrocio il mondo virtuale rallenta e si ferma, quando giriamo a sinistra in macchina, giriamo a sinistra anche il mondo virtuale. Abbinando ciò che il corpo sente e gli occhi vedono, la dissonanza che causa la cinetosi viene attenuata.

Stiamo giocando, puntando un cannone per far scoppiare palline colorate. Le palline galleggianti e l'universo virtuale si muovono mentre guidiamo. Ovviamente non ci sono controller, quindi abbiamo solo un semplice controllo del tocco fornito da un telefono cellulare.

È divertente e quell'ambiente in movimento - che Holride chiama "contenuto elastico" - significa che non ci sentiamo male, non c'è alcun senso di vertigine, diventa solo un'esperienza VR nel retro di un'auto.

Passiamo quindi a un cinema virtuale, avviando un film da guardare in movimento. Questa volta c'è uno schermo mobile, che pone immediatamente la domanda sul perché non riempia completamente la tua vista.

Quando riprendiamo a guidare, svoltando in curva e fermandoci nel traffico, ci sono piccole particelle galleggianti attorno al display che riflettono il movimento. Sotto il film fluttuante che stiamo guardando, c'è un debole contorno di una mappa a scorrimento, che riflette le curve e le svolte dell'auto.

Pocket-lintHoloride foto 3

Ecco perché la visuale del cinema non è del tutto avvolgente, perché ha bisogno di spazio intorno per riflettere il movimento in modo che Holride possa riflettere il movimento dell'auto nell'ambiente virtuale.

Ci allontaniamo dall'esperienza sorpresi. Ci aspettavamo ondate di nausea e non è successo. Ma solleva ancora la domanda sul perché dovresti rivolgerti a Holride piuttosto che guardare fuori dalla finestra o semplicemente usare il tuo telefono.

Mentre un giro in macchina per le trafficate strade di Barcellona potrebbe non essere il miglior caso d'uso per un sistema come Holride, c'è qualche argomento per poter offrire un'esperienza personalizzata e coinvolgente su altre forme di viaggio.

Holoride ci dice che hanno molto in serbo per il 2022. Anche se la demo che avevamo era chiaramente un prototipo e l'azienda non sarebbe stata attratta dalle specifiche di quando sarebbe stato lanciato, con quali dispositivi sarebbe compatibile o quanto potrebbe costare, è chiaro che questi dettagli verranno a galla nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

È interessante, certamente, e la tecnologia sembra essere in grado di contrastare la barriera della cinetosi: ciò che stiamo davvero aspettando è un'applicazione killer per vendere davvero questa tecnologia ai clienti.

Scritto da Chris Hall.