Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - La storica startup Magic Leap lancerà il suo visore AR di seconda generazione nel 2021, ha annunciato il CEO Peggy Johnson alla Future Investment Initiative dellArabia Saudita.

Prendendo in giro alcune delle prime specifiche per il dispositivo, il nuovo capo di Magic Leap - che è subentrato a luglio - ha suggerito che il prossimo visore Magic Leap sarà "50% più piccolo, 20% più leggero, con un campo visivo più ampio del 100%" e rilasciato in Q4 2021 per laccesso anticipato.

Cè poco altro da fare in questo momento, che è stato un tema coerente in tutta la timeline di Magic Leap, ma questo getta un po di luce sulla direzione in cui si sta dirigendo lazienda.

Dopo aver lanciato lattesissimo Magic Leap One nel 2018 ai consumatori, lazienda è passata allimpresa lo scorso anno e ha iniziato a competere maggiormente con HoloLens di Microsoft, piuttosto che con Oculus e HTC.

Sulla base delle stime fornite da Johnson, possiamo aspettarci che lauricolare di seconda generazione peserà poco più di 250 g, rispetto allunità One 316 g, e il design simile a una maschera sarà leggermente ridotto.

Con il campo visivo, è un po più complicato prevedere cosa significhi effettivamente il suggerimento "100% più grande".

A questo punto, non è noto se Magic Leap manterrà lo stesso rapporto di aspetto 4:3 che attualmente è presente su One, ma sospettiamo che il suggerimento di aumento del 100% si riferisca alla superficie complessiva. Ciò significa che qualcosa come il campo visivo orizzontale si estenderebbe da 40 gradi a 55 gradi, anziché raddoppiare.

Come sempre, tuttavia, non lo sapremo con certezza fino a quando la società non rivelerà ufficialmente le specifiche di progettazione più avanti nel 2021. E quando lo farà, aspettati che il fattore più importante del suo successo sia il prezzo e il confronto con HoloLens 2.

Scritto da Conor Allison.