Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Spotify ha chiarito in modo inequivocabile che sta puntando al mercato degli audiolibri in modo importante, come parte dei suoi annunci per la giornata degli investitori del 2022.

La discussione nasce in seguito all'acquisizione, ancora in corso, di Findaway, una piattaforma che consente ai creatori di distribuire direttamente i propri audiolibri, ma sembra che le sue ambizioni vadano oltre.

È interessante notare che diversi interlocutori di Spotify hanno confermato che il modello in mente è ancora "Freemium", come il suo streaming musicale di base, quindi gli utenti potrebbero teoricamente accedere ai libri con interruzioni pubblicitarie senza pagare.

È praticamente l'opposto di come funzionano le cose su una piattaforma esistente come Audible, ma potrebbe essere un'interessante novità in un mercato pieno di audiolibri sorprendentemente costosi.

Parte del fascino di Spotify sta nel fatto che, a quanto pare, gli audiolibri rappresentano la metà del mercato librario complessivo in termini di fatturato, quindi c'è sicuramente una fetta di torta da ritagliarsi se si riesce ad atterrare.

Nel post di aggiornamento di Spotify si possono leggere molti altri dettagli sull'iniziativa, sorprendentemente schietti e tecnici. Resta da vedere quanto tempo ci vorrà perché Spotify riesca a far arrivare i libri alle persone.

Scritto da Max Freeman-Mills.