Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Grazie a un'app autonoma disponibile sull'App Store di Apple, è possibile trarre pieno vantaggio da Google Assistant e iniziare ad abbaiare comandi come si può fare con Siri.

Ma può sostituire l'assistente vocale di default di Apple? Vi spieghiamo tutto.

Cos'è Google Assistant?

Google Assistant è la versione di Google di un assistente - proprio come Apple ha Siri e Microsoft ha Cortana e Amazon ha Alexa e Samsung ha Bixby e così via. Pocket-lint ha una guida approfondita su Google Assistant che dettaglia tutto quello che devi sapere, inclusi i dispositivi e le app in cui si trova attualmente, come funziona, cosa può fare e i tipi di funzionalità che offre per ogni dispositivo.

Pocket-lintAssistente Google iPhone foto 3

Come funziona Google Assistant su iPhone?

Configura

Per prima cosa, scarica l'app gratuita di Google Assistant dall'App Store di Apple e accedi al tuo account Google. Chiederà l'accesso a vari permessi man mano che si cerca di utilizzare diverse funzionalità. Questo potrebbe significare Bluetooth, posizione e notifiche. Poi, sarai portato alla schermata di chat nell'app e ti verrà detto quali tipi di cose puoi chiedere. Se hai bisogno di aiuto o vuoi sapere di più su ciò che Google Assistant può fare, basta chiedere: "Cosa puoi fare?

Fai una domanda

Per fare una domanda, tocca l'icona del microfono in fondo alla schermata della chat e fai la tua domanda, o tocca l'icona della tastiera a destra dell'icona del microfono per far apparire una tastiera e inserire manualmente la tua domanda a Google Assistant.

Scoprire/il tuo materiale

Google Assistant non è solo per rispondere alle domande, ma anche per portarti informazioni utili e promemoria quando ne hai bisogno. Nella scheda inferiore dell'app Assistente vedrai un'icona che assomiglia un po' a un vassoio. Toccala e vedrai un feed di informazioni e suggerimenti utili, che può contenere promemoria o eventi del calendario, così come il meteo di oggi e qualsiasi festività importante o pubblica in arrivo.

Impostazioni

Nell'angolo in alto a destra vedrai una miniatura circolare. Toccando questo ti porta al tuo account e alle impostazioni dell'Assistente.

Le impostazioni ti permetteranno di aggiungere opzioni di pagamento e gestire dispositivi e servizi (come il tuo account Google Home o Spotify), regolare le tue informazioni personali, impostare le routine per la tua smarthome, cambiare la voce del tuo assistente e molto, molto altro.

Pocket-lintAssistente Google iPhone foto 1

Cosa può fare Assistant che Siri non può fare?

Ai fini di questa guida, ci stiamo concentrando su come Google Assistant sull'iPhone si confronta con Siri sull'iPhone.

Lanciare l'assistente

La prima ovvia differenza è che Siri è integrato in iOS, mentre Google Assistant è un'app indipendente che devi scaricare. Si può accedere facilmente a Siri tenendo premuto il pulsante di accensione dell'iPhone o dicendo 'Hey Siri', ma con Google Assistant (e Cortana, Alexa, e tutti gli altri assistenti di terze parti), è necessario lanciare un'app separata. È possibile impostare un collegamento a Siri per renderlo accessibile attraverso Siri però. Naturalmente, questo è diverso dai telefoni Android. Google Assistant è immediatamente lì e pronto. Alcuni telefoni hanno anche un pulsante dedicato all'Assistente.

Quando lanci per la prima volta l'app Google Assistant sul tuo iPhone, devi accedere a un account Google. Siri non ha questo passaggio quando lo usi per la prima volta sull'iPhone, anche se, tecnicamente, funziona tranquillamente con l'ID Apple che hai usato per accedere al tuo dispositivo.

Chiamate e testi

Se ti stai chiedendo se puoi fare una chiamata o inviare un messaggio sull'iPhone con Google Assistant, puoi, ma non è esattamente senza soluzione di continuità. Quando dici, "Chiama papà", per esempio, Assistant tirerà fuori il suo nome e lancerà una telefonata che potrai poi annullare o confermare. Se dici "Manda un messaggio a papà", ti chiede il tuo messaggio e lancia la tua app Messaggi. Siri può inviare messaggi senza aprire un'app.

Riprodurre musica

È possibile riprodurre musica utilizzando Google Assistant, ma ancora una volta, l'esperienza è confusa. Quando si chiede per la prima volta a Google Assistant di riprodurre musica, vi chiederà di scegliere tra Apple Music e YouTube come predefinito. Abbiamo scelto YouTube e detto: "Gioca AC/DC". Ha poi lanciato l'app YouTube e ha riprodotto una canzone a caso della band. Siamo tornati all'Assistente e abbiamo detto "Riproduci Father John Misty", e ci ha mostrato un elenco di album.

A quel punto abbiamo chiesto ad Assistant di riprodurre una canzone "su Apple Music" e l'ha fatto. Da quello che possiamo dire, ha commutato Apple Music nel nostro default. Poi non siamo riusciti a capire come cambiare di nuovo YouTube come predefinito. Quindi, questa funzione ha ancora bisogno di una messa a punto, secondo noi. Ora, con Siri, puoi chiedergli di riprodurre la musica, e la riprodurrà sempre su Apple Music e ti darà l'opzione di aprire Apple Music.

App di Google

Google Assistant funziona bene con le app di Google. È possibile inviare un'e-mail attraverso Gmail (dire a chi si vuole inviare l'e-mail, e si aprirà l'app Gmail; chiedere indicazioni con Google Maps invece delle mappe di Apple, ecc). Ora, con Siri, la tua email passerà sempre attraverso l'app Mail di Apple e può essere fatta senza aprire l'app, ma puoi anche chiedere a Siri di aprire alcune app di terze parti, tra cui Google Maps.

Restrizioni

Ci sono alcune restrizioni di iOS che limitano ciò che Google Assistant può fare. La scheda della posta in arrivo nell'app Google Assistant elenca che si impostano i promemoria, un'agenda e una lista della spesa. Tuttavia, Google Assistant non può ancora impostare allarmi, lanciare la fotocamera per scattare selfie (o lanciare qualsiasi app a comando), postare su social network come Twitter o Facebook, chiamare un'app di ride-hailing come Ubers o Lyft, ecc.

Non si possono nemmeno lanciare app di terze parti come Whatsapp per inviare un messaggio. Ma Siri può fare tutto questo. Detto questo, Google Assistant può gestire l'impostazione dei promemoria con un luogo e un'ora, mentre Siri può solo mettere ciò che hai richiesto nella lista dei promemoria di Apple.

Esplora

Parlando di app di terze parti, Apple ha aperto Siri agli sviluppatori e ha permesso a Siri Shortcuts di fare compiti più complicati di quelli precedentemente disponibili. Può essere un po' complicato impostarle, ma una volta fatto ci si sente relativamente senza soluzione di continuità. Con l'app Google Assistant, invece, c'è una scheda Explore piena di suggerimenti su ciò che si può fare con Assistant. Ci piace in particolare che Assistant offra l'accesso ad altri chatbot, come Genius, che indovina il nome di una canzone sulla base di uno snippet.

Contesto

Entrambi gli assistenti sono piuttosto bravi a ricordare il contesto in questi giorni. Per esempio, quando abbiamo chiesto "Chi è la regina d'Inghilterra" e l'abbiamo seguita con "Quanti anni ha?", entrambi sono stati in grado di rispondere alla seconda domanda con "95 anni".

TomTom Go Navigation App è un'app di navigazione mobile premium per tutti i conducenti

Scritto da Maggie Tillman e Elyse Betters. Modifica di Max Freeman-Mills.