Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Meta sta osservando i suoi concorrenti, come Twitter, e sta prendendo nota di come fanno pagare gli abbonati. Perché potrebbe fare lo stesso.

The Verge ha visto una nota interna inviata di recente ai dipendenti di Meta e ora riferisce che Meta ha creato una "organizzazione di prodotto" per identificare e costruire "possibili funzioni a pagamento" per Facebook, Instagram e WhatsApp.

In un'intervista, il vicepresidente della monetizzazione di Meta, John Hegeman, ha dichiarato che la sua azienda non ha in programma di consentire alle persone di pagare per disattivare gli annunci pubblicitari nelle sue app. Al contrario, ha dichiarato: "Penso che vediamo l'opportunità di costruire nuovi tipi di prodotti, funzionalità ed esperienze per cui le persone sarebbero disposte a pagare e sarebbero entusiaste di farlo". Il dirigente non ha annunciato specificamente alcuna funzione a pagamento che potrebbe essere in lavorazione.

POCKET-LINT VIDEO OF THE DAY

Le entrate di Meta provengono quasi esclusivamente dagli annunci pubblicitari, quindi l'aggiunta di funzionalità a pagamento sembra ovvia e un modo logico per Meta di diversificarsi. Il rapporto di The Verge descrive l'attività pubblicitaria di Meta come"gravemente danneggiata" dalle modifiche apportate da Apple al tracciamento degli annunci. Questo, unito a un calo della spesa pubblicitaria digitale in tutto il settore, ha spinto Meta a creare la New Monetization Experiences, che sarà guidata da Pratiti Raychoudhury, già responsabile della ricerca di Meta.

"Penso che se ci sono opportunità di creare nuovo valore e linee di ricavo significative e anche di fornire una certa diversificazione, questo sarà ovviamente qualcosa di interessante", ha detto Hegeman. "Su un orizzonte temporale di 5 anni, credo che possa davvero spostare l'ago della bilancia e fare una differenza piuttosto significativa".

Si tenga presente che Meta ha già sperimentato funzionalità a pagamento, consentendo agli amministratori dei gruppi Facebook di far pagare l'accesso ai contenuti. Anche Instagram ha recentemente annunciato che i creatori possono far pagare gli abbonamenti per l'accesso.

Meta, naturalmente, è solo una delle tante applicazioni di social media che stanno esplorando diverse opportunità di monetizzazione sotto forma di funzioni a pagamento.

Twitter, ad esempio, ha messo a disposizione Super Follow a pagamento.

"Stiamo ovviamente prestando attenzione a ciò che accade nel settore", ha dichiarato Hegeman. "Penso che ci siano diverse aziende che hanno fatto cose interessanti in questo spazio e che speriamo di poter imparare ed emulare".

Meta ha promesso ai creatori che non prenderà una parte delle transazioni dalle funzionalità a pagamento e dagli abbonamenti fino al 2024.

Migliori applicazioni per iPhone 2022: la guida definitiva

Scritto da Maggie Tillman.
  • Fonte: Meta is planning more paid features for Facebook and Instagram - theverge.com