Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Meta non implementerà la crittografia end-to-end per impostazione predefinita su Facebook Messenger e sulle conversazioni di Instagram fino al 2023.

Allinizio di questanno , Meta ha promesso che lopzione sulla privacy sarebbe stata disponibile per tutti gli utenti di Facebook Messenger e Instagram "non prima del 2022". Ora, la società madre di Facebook, Instagram e WhatsApp ha rivelato tramite un post su The Telegraph (come riportato per la prima volta da The Guardian ) che lintero sforzo è stato ritardato a causa delle preoccupazioni sulla sicurezza degli utenti.

Con la crittografia end-to-end, solo il mittente e il destinatario possono vedere un messaggio. Sebbene i messaggi inviati tramite Facebook Messenger e Instagram possano essere crittografati end-to-end, lopzione non è abilitata per impostazione predefinita e ora non lo sarà per un altro paio danni. Davis ha affermato che Meta non vuole che la funzione ostacoli la sua capacità di aiutare a fermare lattività criminale e che vuole "ottenere questo nel modo giusto".

Quindi, per aiutare "gli sforzi per la sicurezza pubblica", Meta prevede di utilizzare ora una "combinazione di dati non crittografati" tra app, informazioni sullaccount e rapporti degli utenti. Tieni presente che WhatsApp supporta già la crittografia end-to-end per impostazione predefinita.

Anche il Regno Unito, gli Stati Uniti, lAustralia, la Nuova Zelanda, il Canada, lIndia e il Giappone hanno firmato una dichiarazione internazionale che mette in guardia sui pericoli della crittografia e invita le piattaforme a concedere alle forze dellordine laccesso backdoor a messaggi e file crittografati con un mandato.

Secondo la BBC , il ministro degli Interni del Regno Unito ritiene che la crittografia end-to-end potrebbe rendere difficile prevenire gli abusi sui minori online.

Scritto da Maggie Tillman.