Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Le cose sembrano sicuramente prendere piede: Facebook ha seguito lesempio di Microsoft ed è diventata lultima grande presenza tecnologica a parlare contro Apple in merito alla sua draconiana applicazione dellApp Store.

Facebook ha appena lanciato Facebook Gaming, il suo hub di streaming, sia su Android che su iOS, ma su questultima piattaforma è stata costretta a rimuovere totalmente una piccola sezione di minigiochi che permetteva ai giocatori di sfogarsi.

-

Lopinione di Apple sulla sezione era che avrebbe potuto consentire a Facebook di inserire nellapp giochi che Apple non sarebbe stata in grado di recensire, e inoltre che lo scopo principale dellapp erano proprio questi giochi.

Facebook sembra aver esaurito tutti i possibili processi di ricorso e, nonostante la sua protesta che il 95% dellattività dellapp comprende persone che guardano i flussi, non giocano ai giochi, Apple è rimasta impassibile.

Ciò ha richiesto alcune dichiarazioni forti dal vertice della catena di Facebook, fatte a The Verge. Sheryl Sandberg, il suo noto COO, ha dichiarato: "Sfortunatamente, abbiamo dovuto rimuovere completamente la funzionalità di gioco per ottenere lapprovazione di Apple sullapp Facebook Gaming standalone, il che significa che gli utenti iOS hanno unesperienza inferiore a quelli che utilizzano Android".

Alludendo ai problemi di Microsoft nel far decollare xCloud su iOS, il capo di Facebook Gaming, Vivek Sharma, ha proseguito: "Anche sullapp principale di Facebook e Messenger, siamo stati costretti a seppellire i giochi istantanei per anni su iOS. Questo è condiviso dolore nellindustria dei giochi, che alla fine danneggia i giocatori e gli sviluppatori e ostacola gravemente linnovazione sui dispositivi mobili per altri tipi di formati, come il cloud gaming".

Queste sono parole abbastanza forti in un campo che normalmente è dolorosamente attento alla gentilezza nei confronti dei concorrenti. Sembra certamente che le politiche di Apple siano sotto esame più che mai, e le sue contraddizioni sembrano strane dallesterno.

In particolare, il fatto che servizi di streaming come Netflix e altro ancora YouTube possano consentire agli utenti di accedere a materiale illimitato che Apple non può rivedere, tramite unapp dellApp Store, sembra confuso rispetto alla sua posizione sui giochi.

In effetti, la stessa Apple ha anche appena confermato che Google Stadia non può e non funzionerà in iOS al momento, per lo stesso motivo: laggiunta di Google alla banda di gigantesche aziende tecnologiche che potrebbero essere scontente in questo momento.

Migliori applicazioni per iPhone 2022: la guida definitiva

Resta da vedere come risponderà Apple in termini di azione effettiva e se sarà possibile raggiungere il compromesso che si presume sarebbe più adatto a tutte le parti.

Scritto da Max Freeman-Mills. Modifica di Dan Grabham.