Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Secondo quanto riferito, Apple non sta solo considerando di lanciare un servizio di abbonamento hardware in modo da poter ottenere l'iPhone a un canone mensile ricorrente, ma sta anche pianificando di costruire la propria infrastruttura di servizi finanziari.

Secondo Bloomberg, lo sforzo è internamente nome in codice Breakout, a indicare che aiuterà gli utenti a uscire dall'attuale sistema finanziario. Il piano prevede che Apple offra la propria tecnologia sviluppata internamente per "l'elaborazione dei pagamenti, la valutazione del rischio per i prestiti, l'analisi delle frodi, i controlli del credito e ulteriori funzioni del servizio clienti come la gestione delle controversie".

Una mossa del genere non avrebbe un impatto immediato sulla Apple Card , poiché Apple potrebbe ancora collaborare con Goldman Sachs. Invece, secondo quanto riferito, Apple sta pensando a prodotti futuri come la presunta funzione Apple Pay Later , che si pensa sia un'opzione di prestito a breve termine simile a Klarna. L'iniziativa potrebbe anche collegarsi al servizio di abbonamento iPhone che Apple sta esplorando e potrebbe persino essere lanciato nel 2022.

Apple ha preferito a lungo avere il controllo su ogni aspetto dei suoi prodotti, che si tratti del processore dell'iPhone o del Mac o del software che esegue, credendo che ciò offra un'esperienza più fluida per l'utente e gli consenta anche di generare più entrate e essere meno dipendente dai partner. La mossa di offrire i propri servizi finanziari, quindi, ha senso per Apple vista la sua storia.

TomTom Go Navigation App è un'app di navigazione mobile premium per tutti i conducenti

Scritto da Maggie Tillman.