Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Il capo di Apple, Tim Cook, ha fatto un tentativo su Facebook e altri social network, etichettandoli come "fornitori di notizie false e venditori ambulanti di divisione" durante un discorso preparato, appassionato e chiaramente ponderato.

Cook ha fatto le osservazioni durante una rara ma breve apparizione pubblica (beh, su YouTube) in occasione dellapertura della conferenza annuale Computers, Privacy and Data Protection (CPDP) nella Giornata mondiale della privacy.

  • Il capo di Alexa e dei dispositivi di Amazon: prendiamo molto sul serio la privacy

Sebbene Cook non abbia menzionato Facebook per nome, è abbastanza chiaro chi fosse lobiettivo centrale del suo discorso. "Siamo qui oggi perché il percorso di minor resistenza è raramente il percorso della saggezza", ha detto.

“Se unazienda è costruita su utenti fuorvianti, sullo sfruttamento dei dati, su scelte che non sono affatto scelte, non merita il nostro elogio, merita una riforma.

“Non dovremmo distogliere lo sguardo dal quadro più ampio e da una più dilagante disinformazione e teorie della cospirazione spremute da algoritmi, non possiamo più chiudere un occhio su una teoria della tecnologia [che] tutto limpegno è un buon coinvolgimento, più lungo è, meglio è. E possiamo andare tutti a raccogliere quanti più dati possibile.

“Troppi stanno ancora ponendo la domanda con cui possiamo farla franca quando hanno bisogno di chiedersi quali sono le conseguenze? Quali sono le conseguenze di dare la priorità alle teorie del complotto e alla violenza? Quali sono le conseguenze non solo di tollerare ma anche di premiare i contenuti che minano la fiducia del pubblico nelle vaccinazioni salvavita?

“Quali sono le conseguenze di vedere migliaia di utenti unirsi a gruppi estremisti e poi perpetuare un algoritmo che raccomanda ancora di più. È ormai tempo di smettere di fingere che questo approccio non abbia un costo. Di polarizzazione, di fiducia perduta e sì, di violenza.

"Il fatto è che un ecosistema interconnesso di aziende, broker di dati, fornitori di notizie false e venditori ambulanti di divisioni, tracker e imbonitori che cercano solo di fare soldi veloci è più presente nelle nostre vite di quanto non lo sia mai stato."

Le osservazioni arrivano un giorno dopo che Mark Zuckerberg di Facebook ha colto lopportunità durante la chiamata sui guadagni di Facebook di ieri per chiamare Apple per nome a causa delle sue maggiori restrizioni sulla privacy per le app in iOS 14. Zuckerberg ha dichiarato: "Apple ha tutti gli incentivi a utilizzare la sua posizione dominante sulla piattaforma per interferire con il funzionamento delle nostre app e di altre app, cosa che fanno regolarmente per preferire le proprie...

"Apple potrebbe dire che lo stanno facendo per aiutare le persone, ma le mosse seguono chiaramente i loro interessi competitivi.

"Penso che questa dinamica sia importante per le persone da capire perché noi e altri ci troveremo di fronte a questo per il prossimo futuro".

Cook è apparso alla conferenza del CPDP in parte a causa della sua connessione personale con il defunto responsabile europeo della protezione dei dati Giovanni Buttarelli, che ha menzionato nelle sue osservazioni. Buttarelli è stata la forza trainante del regolamento generale dellUE sulla protezione dei Daa (GDPR).

Scritto da Dan Grabham.