Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Ieri è trapelata la notizia che sono state scoperte falle di sicurezza in Apple Mail per iOS, tra le affermazioni che avrebbero potuto essere presenti per anni.

Da allora Apple ha risposto, rivelando di "non aver trovato prove che fossero usati contro i clienti", aggiungendo che "questi potenziali problemi verranno risolti presto in un aggiornamento software".

I difetti sono stati trovati ed evidenziati dalla società di ricerca sulla sicurezza ZecOps. Ha pubblicato un rapporto che rivela una vulnerabilità che potrebbe interessare gli utenti di iPhone e iPad che sembrava esistere dal 2012. Ha affermato che Apple Mail per iOS 6 (rilasciato con liPhone 5) mostrava lo stesso difetto di sicurezza riscontrato di recente in iOS 13 .

La successiva dichiarazione di Apple tenta tuttavia di tranquillizzare gli utenti: "Apple prende sul serio tutte le segnalazioni di minacce alla sicurezza", ha affermato.

"Abbiamo studiato a fondo il rapporto del ricercatore e, sulla base delle informazioni fornite, abbiamo concluso che questi problemi non rappresentano un rischio immediato per i nostri utenti.

"Il ricercatore ha identificato tre problemi in Mail, ma da soli non sono sufficienti per aggirare le protezioni di sicurezza di iPhone e iPad e non abbiamo trovato prove che siano stati usati contro i clienti.

"Questi potenziali problemi verranno risolti presto in un aggiornamento software. Apprezziamo la nostra collaborazione con i ricercatori sulla sicurezza per aiutare a mantenere i nostri utenti al sicuro e accrediteremo il ricercatore per la loro assistenza".

È la settimana del PC Gaming in associazione con Nvidia GeForce RTX

ZecOps ha affermato che la vulnerabilità "zero-click" ha potenzialmente consentito a un utente malintenzionato di accedere ai dati personali allinsaputa dellutente, inviando una o più e-mail che consumano una quantità significativa della RAM del telefono o del tablet.

"La vulnerabilità può essere attivata prima che lintera e-mail venga scaricata, quindi il contenuto delle-mail non rimarrà necessariamente sul dispositivo", ha scritto la società nel suo rapporto . Apparentemente ha trovato la falla di sicurezza dopo che diversi utenti di iPhone hanno segnalato guasti insoliti del dispositivo.

"Per mitigare questi problemi, puoi utilizzare lultima versione beta di iOS disponibile. Se non è possibile utilizzare una versione beta, considera la possibilità di disabilitare lapplicazione Mail e utilizzare Outlook o Gmail che non sono vulnerabili", ha aggiunto.

Scritto da Rik Henderson e Dan Grabham.