Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Zoom ha recentemente annunciato che non offrirà la crittografia end-to-end (E2EE) gratuitamente agli utenti ed è stata rapidamente colpita da critiche da tutti i punti di vista.

Ora Zoom sta cambiando idea, annunciando che tutti coloro che utilizzano il software di videoconferenza riceveranno la protezione E2EE. La funzione non sarà limitata agli utenti aziendali di Zoom. Sta arrivando sia agli utenti gratuiti che a quelli a pagamento. Apparirà come un passaggio a qualsiasi chiamata, quindi gli amministratori possono abilitare o disabilitare a livello di account o gruppo. Zoom ha indicato che gli utenti gratuiti devono essere verificati per abilitare la crittografia.

Tieni presente che, a giugno, la società ha suggerito che era preoccupata che gli utenti gratuiti avrebbero utilizzato chiamate crittografate per attività illegali.

"Zoom non monitora in modo proattivo i contenuti delle riunioni e non condividiamo informazioni con le forze dellordine tranne in circostanze come labuso sessuale di minori", ha affermato Zoom allepoca . "Abbiamo in programma di fornire la crittografia end-to-end agli utenti per i quali possiamo verificare lidentità, limitando così i danni a questi gruppi vulnerabili. Gli utenti gratuiti si registrano con un indirizzo e-mail, che non fornisce informazioni sufficienti per verificare lidentità. "

Accumula ricompense e vantaggi su tutte le tue carte esistenti con questa Curve Mastercard

Zoom ora sembra fare marcia indietro e contemporaneamente introdurre una soluzione alternativa, offrendo agli utenti chiamate crittografate gratuite se eseguono una verifica una tantum. Devono fornire informazioni aggiuntive, come la verifica di un numero di telefono tramite un SMS. "Molte aziende leader eseguono passaggi simili sulla creazione di account per ridurre la creazione di massa di account abusivi", ha spiegato Zoom.

Zoom ha descritto il suo processo di verifica per E2EE come "autenticazione basata sul rischio" che "combatterà gli abusi". Zoom ha anche affermato che offre la crittografia di trasporto AES 256 GCM per impostazione predefinita, che è "uno degli standard di crittografia più forti".

Zoom prevede di offrire la sua funzionalità di crittografia end-to-end inizialmente attraverso un beta test che inizierà a essere attivo a luglio.

Scritto da Maggie Tillman.