Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - "Dolby Atmos" è allegato a così tanti prodotti ora - dai televisori agli smartphone - che forse vale la pena ricordare a noi stessi cosè il "vero" Dolby Atmos. È un formato audio basato su oggetti, progettato per offrire altezza, larghezza e profondità a un campo sonoro. Quindi, se sei stato in un cinema Dolby Atmos, allora conosci la straordinaria sensazione del suono che si muove sopra di te, così come da dietro o da fianco. Si tratta di abbinare il movimento audio al movimento video nel modo più accurato e convincente possibile, immergendoti così ancora più completamente nellazione.

In casa, ovviamente, mettere gli altoparlanti nel soffitto della tua sala TV può essere problematico, motivo per cui così tanti prodotti abilitati per Dolby Atmos si accontentano di tentare di fornire limpressione di un suono dallalto. Questo avviene quasi sempre usando il soffitto per riflettere il suono sparato verso lalto verso di esso - e così soundbar come Ambeo di Sennheiser e Arc di Sonos e TV come lOLED HZ1500 di Panasonic , dispongono di altoparlanti rivolti verso lalto nel tentativo di portare una sensazione di altezza al tuo suono dellhome cinema.

Ma solo perché un prodotto dice Dolby Atmos da qualche parte, non è affatto una garanzia di un suono davvero coinvolgente. Tutto ciò che significa, in realtà, è che il prodotto è in grado di accettare e decifrare un segnale Dolby Atmos - e un segnale Dolby Atmos può essere upscalato fino a 24.1.10 (24 canali surround, un subwoofer, 10 canali overhead) o ridimensionato tutti il modo in mono (un altoparlante).

Quindi, quando una soundbar Dolby Atmos non è davvero una soundbar Dolby Atmos? Quando è un Sony HT-G700.

Design

  • Dimensioni soundbar: 64 x 980 x 108 mm / Peso: 3,5 kg / Potenza: 300 W
  • Dimensioni subwoofer: 387 x 192 x 406 mm / Peso: 7,5 kg / Potenza: 100 W

Davvero, cosa vuoi dal design della tua combinazione soundbar e subwoofer? Una barra che non intralcia la tua TV e un subwoofer wireless in modo che possa essere parcheggiato in un posto comodo, giusto? E nellHT-G700 questo è esattamente ciò che Sony ha fornito, quindi questo è un grosso segno di spunta nella colonna degli aspetti positivi.

Con unaltezza inferiore a 6,5 cm, la soundbar non sta per sporcare la parte inferiore dello schermo della TV (a meno che non sia uno di quei design stupidi che si trova molto in basso). Con un tocco di meno di un metro di larghezza, non sembra troppo grande sotto schermi TV inferiori a 50 pollici e non sembra perso sotto schermi più grandi (fino a quando non superano i 65 pollici). Il telaio in plastica dura della soundbar non sembra così lussuoso rispetto, ad esempio, al Citation Multibeam 700 di Harman Kardon dal prezzo simile , ma poi un telaio in plastica dura non invoglia i gatti a usare la tua nuova soundbar come un tiragraffi, poiché inevitabilmente must con il Kvadrat in lana 700.

Il subwoofer non è più indulgente al tatto. Ma poi la maggior parte delle persone lo terrà nascosto, quindi il pannello truciolare esposto ruvido nella parte posteriore ha effettivamente un po più senso della cornice nera lucida della porta reflex sotto il driver nella parte anteriore.

Caratteristiche

  • 3 driver full range da 100 mm/45 mm da pista / 1 driver da 160 mm (subwoofer)
  • HDMI eARC, Bluetooth 5.0

Ci sono due spaccati sul retro della soundbar. Uno è occupato da una connessione di rete a forma di otto, laltro con un ingresso ottico digitale, un ingresso USB (solo per gli aggiornamenti del firmware) e un paio di prese HDMI. La vista sia dellingresso HDMI che delluscita HDMI è molto gradita, soprattutto perché luscita è abilitata per eARC .

Pocket-lintFoto di recensione della soundbar Sony HT-G700 5

Quindi ottenere informazioni audio a bordo della Sony è abbastanza semplice. Una volta lì, viene decodificato e servito a tre driver "da pista" a gamma completa: sono di forma ellittica (45 mm x 100 mm) e hanno il compito di fornire lintera gamma di frequenza dallalto verso il basso fino a dove prende il subwoofer wireless Sopra. Ciascuno riceve 100 watt di amplificazione in Classe D, che in qualsiasi situazione domestica dovrebbe essere adeguata.

Ciò che la Sony non presenta è alcun tipo di sorgente sonora verso lalto, né alcuna angolazione dei suoi driver per tentare di estendere la larghezza del suo suono. Invece di utilizzare mezzi fisici per dare limpressione di un suono surround - e Sony afferma che lHT-G700 può imitare una configurazione Dolby Atmos 7.1.2 completa - si basa sullelaborazione del suono digitale per estrarre la sensazione di sette canali surround , più un paio di canali sopraelevati, tutti da tre conducenti rivolti in avanti.

Ed è qui che Sony inizia ad accumulare un po di linguaggio florido. "Immersive AE", ad esempio, è in realtà una combinazione delle tecnologie "Virtual Surround Engine" di Sony e "S-Force Pro Front Surround" ed è "Immersive AE" che intende aggiungere altezza e larghezza virtuali al suono proveniente dal soundbar.

Il subwoofer, ovviamente, se la passa molto più facilmente. Anchesso ha 100 watt di amplificazione in Classe D a bordo, ma dopo è fondamentalmente solo un woofer da 16 cm (aumentato da una porta bass reflex rivolta in avanti) progettato per riempire la parte inferiore della gamma di frequenza. E, naturalmente, nessun appassionato di home cinema ha mai prestato attenzione alla provenienza delle basse frequenze: vogliono solo ascoltarle (e, idealmente, sentirle).

Pocket-lintSony HT-G700 recensione della soundbar foto 1

Per quanto riguarda la musica, cè la possibilità di utilizzare la connettività Bluetooth 5.0 oltre agli ingressi fisici. AAC è previsto, quindi i dispositivi Apple iOS possono partecipare, ma stranamente non cè aptX o, cosa ancora più strana, nessun segno del codec LDAC proprietario di Sony per i flussi di fascia alta.

Interfaccia

  • Telecomando completo
  • Display integrato

Questo non è un altoparlante intelligente. Non è nemmeno moderatamente intelligente. Non cè Wi-Fi, nessuna presa Ethernet, quindi non cè compatibilità di rete e, di conseguenza, nessuna app di controllo o controllo vocale. Quello che cè, però, è un telecomando completo che copre ogni evenienza.

Pocket-lintSony HT-G700 recensione soundbar foto 2

I menu di configurazione dellHT-G700 sono più stretti e profondi di quanto non sia lideale, ma il telefono è abbastanza logico da rendere la navigazione ragionevolmente semplice. Fortunatamente, il bilanciere "volume su/giù" è davanti e al centro - e ogni altro controllo è organizzato in modo abbastanza chiaro. In realtà, lunica cosa che manca è la retroilluminazione per quando ti godi lesperienza dellhome cinema a luci spente.

Cè anche un display a matrice di punti estremamente breve sulla parte anteriore della barra, appena a sinistra del centro. Abbi la pazienza di aspettare che scorra ed è abbastanza facile accertare cosa sta facendo la Sony.

Qualità del suono

Con questo tipo di denaro, non è sufficiente per lHT-G700 offrire un utile aggiornamento del suono dal televisore medio: è solo un punto di partenza. Ma, fortunatamente, la Sony supera questo primo ostacolo e con uno stile decente.

SonySony HT-G700 recensione foto 4

È complessivamente un ascolto più schietto, più robusto e più dinamico di praticamente qualsiasi TV che non ha un prezzo premium a causa del suo sistema audio aggiornato. Cè una scala del suono molto più ampia di quella che qualsiasi TV tradizionale può raccogliere, una maggiore presenza e molta più attività di fascia bassa. Se tutto ciò per cui vuoi una soundbar è rendere il suono della tua TV impoverito, la Sony può farlo per te.

Intendiamoci, anche qualsiasi soundbar decente può farlo. E non è come se la Sony fosse un esecutore impeccabile. Cè una sorta di disconnessione tra la soundbar e il subwoofer, una concavità definita in quellarea della gamma di frequenze in cui avviene il passaggio di consegne. Il subwoofer stesso si rivela rapidamente piuttosto monotono, con poca inclinazione a distinguere tra le informazioni a bassa frequenza: è a corto di dettagli e consistenza, e quindi si limita a sbattere contro. Almeno è abbastanza rapido mentre lo fa, però.

La soundbar, nel frattempo, non è perfettamente ordinata quando si tratta di tonalità: quei driver a gamma intera offrono le frequenze più alte in modo un po spigoloso e più si suona forte, più forte diventa lestremità superiore fino a sfiorare labrasivo.

E quando metti in fila alcuni contenuti Atmos , ad esempio un flusso Netflix Dolby Atmos/Dolby Vision del Reputation Stadium Tour di Taylor Swift, la Sony fatica a mantenere la sua affermazione di "suono surround cinematografico". Non cè dubbio che il suono che presenta è considerevolmente più grande della soundbar da cui proviene: è complessivamente più alto e più largo. Ma sebbene il sito Web di Sony suggerisca che ascolterai "suono da tutte le direzioni", semplicemente non è così.

Pocket-lintSony HT-G700 recensione soundbar foto 6

Tutto ciò che accade, accade davanti a te. Cè una scarsa suggestione del suono surround, per non parlare di un elemento sopraelevato. Gli effetti sono diretti in modo piuttosto marcato sui tre driver anteriori, lampiezza aggiuntiva del suono è sempre benvenuta e il driver centrale fa un buon lavoro con le informazioni del canale centrale: il dialogo è vivace, coerente e facile da seguire. Cè anche un buon livello di dettaglio nella presentazione di Sony.

I migliori altoparlanti per i giocatori PC 2022: tutto il suono e l'illuminazione RGB di cui potresti aver bisogno

Passa alla musica, disattiva tutte le elaborazioni di fantasia per dare allHT-G700 la possibilità di fornire un suono stereo convincente, e cè una piacevole immediatezza nel modo in cui la musica viene presentata. La Sony ha il vantaggio di un numero qualsiasi di soundbar di prezzo simile quando si tratta di messa in scena e messa a fuoco, ma la sua tonalità irregolare non è mai lontana dallessere la sua caratteristica distintiva.

Prime impressioni

Nonostante sia dietro alcune delle soundbar Dolby Atmos più efficaci e convincenti in circolazione, Sony sembra aver esagerato in qualche modo per quanto riguarda lHT-G700.

È a corto di unità tonale, anche la soundbar e il suo subwoofer sono piuttosto estranei. Ma soprattutto, le affermazioni di Sony per loverhead in stile Dolby Atmos e il suono surround sono più che un po esagerate.

Se desideri una soundbar ordinata e discreta per portare una presenza extra significativa al suono della tua TV, allora lHT-G700 spunta quella casella. Semplicemente non va il miglio in più.

Considera anche

Sonos Beam

squirrel_widget_144759

Sonos Beam rimane la soundbar da battere con questa cifra. Va senza subwoofer, non si immagina un ascolto in stile Atmos... ma ha funzionalità intelligenti, può far parte di un vero sistema audio surround e ha un bilanciamento tonale molto ben ordinato. Sembra, si sente e, soprattutto, suona più costoso dellHT-G700.

Scritto da Simon Lucas. Modifica di __LASSAVED.