Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Se laudio della tua TV non è allaltezza, ci sono una serie di opzioni sul mercato per aiutarti a fare un salto di qualità. Tra questi cè la soundbar React di Polk Audio, che è disponibile per meno soldi di molti rivali.

Ma solo perché stai pagando di meno non significa che otterrai meno in termini di capacità del suono grezzo. Soprattutto se, come abbiamo fatto per questa recensione, opti per la soundbar React in bundle e il pacchetto React Sub.

Detto questo, il Polk React non offre alcuna fantasiosa decodifica del suono basata su oggetti, non fa nemmeno finta - poiché non cè uscita surround Dolby Atmos qui dalla barra stessa - invece si attiene ai formati surround Dolby Digital e DTS.

In seguito puoi investire negli altoparlanti surround RS2 di Polk, che vengono semplicemente accoppiati con il semplice tocco di un pulsante, per creare un sistema 5.1 completo (se hai il Sub) in passaggi più piccoli piuttosto che sborsare un grosso pezzo di cambiamento in anticipo. Questo, pensiamo, è una parte importante del più ampio fascino di questa soundbar.

Progettazione e configurazione

  • Porte: 1x uscita HDMI (ARC); 1x ingresso ottico
  • Controlli: telecomando incluso / pannello superiore della barra a quattro pulsanti
  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, controllo vocale Alexa integrato
  • Dimensioni (soundbar): 56 mm (A) x 864 mm (L) x 121 mm (P)
  • Dimensioni (seconda): 348 mm (A) x 218 mm (L) x 419 mm (P); 7.5kg

Dopo aver recensito di recente il JBL Bar 5.0 MultiBeam - che è una soluzione box all-in-one che non può mai essere collegata ai separatori - è stato interessante scavare nel Polk React per i suoi punti di differenza. La Polk è una soundbar più lunga - a 864 mm è più lunga di 160 mm in confronto - quindi anche seduto su una televisione da 55 pollici, come nella foto, è abbastanza bravo a coprire la maggior parte della larghezza dello schermo, il che è utile per un ampio panorama sonoro da abbinare lazione sullo schermo.

Il Polk è più semplice del JBL in termini di specifiche di base, tuttavia, poiché non cè un ingresso HDMI, solo un ingresso HDMI, lultimo dei quali è compatibile con ARC (canale di ritorno audio). Per noi questo ha significato un leggero rejig delle quattro porte HDMI della nostra TV, poiché non potevamo passare attraverso la soundbar stessa, assicurandoci che il cavo HDMI ARC fornito fosse in esecuzione dalla TV alla barra React.

Il fatto è che la nostra porta ARC è una delle due porte HDMI con risoluzione 4K sulla TV (ogni produttore lo fa attualmente), quindi il nostro box TV BT per la televisione ha dovuto essere relegato a HDMI 4 (che esegue il massimo Full HD - che, in tutta onestà, è il modo in cui viene trasmessa la maggior parte dei contenuti da lì) per salvare HDMI 1 per la nostra PlayStation 5 (la nostra fonte di app di streaming Blu-ray e 4K come Netflix). Tuttavia, ARC fa il suo lavoro: una volta accesa la TV, laudio si sincronizza tra il dispositivo e la soundbar.

Beh, allinizio non è successo. Per un breve periodo di tempo siamo stati in una terra di nessuno in cui laudio della TV e laudio della soundbar venivano trasmessi contemporaneamente. Questo perché la configurazione è, a nostro avviso, un po pignola. La soundbar aveva bisogno di un aggiornamento pronto alluso, questo ci ha detto (tramite avviso vocale), ma dopo averci consigliato di installare lapp Polk Connect - cosa che abbiamo fatto sul nostro telefono Google Android - non è piaciuta, costringendo invece un passaggio ad Amazon Alexa. Ma lapp Alexa inizialmente non è riuscita a far parlare le cose con successo.

Pocket-lintPolk React soundbar recensione foto 8

Il successo è arrivato dopo alcuni tentativi, dopo i quali non ci sono stati problemi, ma punta molto alle intenzioni di questo Polk: è una soundbar per il controllo vocale di Alexa in tutto e per tutto. Cè anche un pulsante Alexa al primo posto sul telecomando incluso. Non cè nemmeno un vero e proprio pulsante di spegnimento - poiché il telecomando principale della TV assumerà comunque questo compito - e cè sempre una luce incandescente di un certo colore nella parte anteriore del "bar", che pensiamo sia un aspetto negativo del design quando si guardano film al buio camere.

Oh, e Alexa grida follemente forte per qualche ragione anche - quasi al punto di distorcere - e non cè modo semplice che possiamo trovare a trasformare questo in giù, che è fastidioso.

Il telecomando incluso non è il più bello, ma è ben arredato, in grado di passare dalla sorgente audio TV a quella Bluetooth. Ci sono regolazioni per i bassi su/giù a sinistra, volume su/giù al centro, voce su/giù a destra, quattro preimpostazioni di film a selezione rapida sotto e regolazione del volume/bilanciamento del suono surround nella parte inferiore del controller .

Quella regolazione del suono surround non farà nulla a meno che tu non abbia acquistato le opzioni espandibili di Polk. Poiché la soundbar React stessa è una semplice disposizione degli altoparlanti sinistro, centrale e destro. Ma se acquisti gli altoparlanti surround RS2, non in prova qui, puoi facilmente sincronizzarli con il semplice tocco di un pulsante sul retro della soundbar e aumentare le cose su un sistema a 5 canali.

Scegli il subwoofer - abbinato allo stesso modo, utilizzando lo stesso pulsante per sincronizzare rapidamente senza cavi aggiuntivi - e questo porta il potenziale a 5.1 canali nel tuo salotto. Il sub è piuttosto robusto in termini di scala - e più profondo di quanto sia largo o alto - ma laggiunta di bassi veri allestremità inferiore dello spettro è trasformativa per il profilo sonoro. Riteniamo che sia unaggiunta essenziale per far sì che il bar React disponga del suo potenziale.

Qualità del suono

  • Soundbar: 2 driver di fascia media da 96x69 mm; 2 tweeter da 25 mm; 2x radiatori passivi
  • Regolazione: Bassi +/-, Voce +/-, Volume +/-, Bilanciamento e volume surround
  • Preimpostazioni modalità: Film, Musica, Sport, Notte
  • Sub: 1x woofer da 7 pollici

Il che ci porta allintero motivo per acquistare una soundbar: migliorare la qualità dellaudio, portando laudio della TV a nuovi livelli. E il Polk React fa un lavoro generalmente decente, anche se dato il suo posizionamento alla base di uno schermo (inevitabile, ovviamente) e la mancanza di controllo del suono basato su oggetti, manca di una verticalità distinta - quindi su schermi più grandi le parti vocali potrebbero non dare il limpressione che provengano dalla persona che parla con la massima precisione.

Pocket-lintRecensione della soundbar Polk React 1

Altrimenti ci sono molte modifiche che possono essere fatte con facilità, quindi è fantastico avere tutto quel controllo direttamente a portata di mano. I preset sono particolarmente utili, selezionando Movie per migliorare quei bassi extra - cè sempre un buon "wommm" abbassato in un film dazione - o Night per acquietare tali frequenze e consentire alla tua famiglia / ai vicini / chiunque di chiudere gli occhi quando stai facendo una sessione a tarda notte.

Anche i controlli indipendenti per bassi e voce sono utili, questi ultimi regolano davvero la fascia medio-alta della gamma di frequenza per dare più curvatura alluscita vocale. Quindi, se trovi che il bilanciamento dei bassi è un po troppo alto, questo può aiutare le voci a tagliare il mix con maggiore chiarezza. Ci piace che sia anche un sistema semplice, non troppo complesso in quanti modi può essere regolato.

Pocket-lintPolk React soundbar recensione foto 15

Tuttavia, per quanto riguarda i bassi, abbiamo sentito soundbar con capacità più robuste. Ecco perché, una volta abbinato al React Sub, sentirai e sentirai davvero la differenza. Con il subwoofer React collegato, il suono ha un fascino molto più radicato, trasmesso con gusto. Ha anche una grande musicalità, al punto che abbiamo smesso di usare il nostro altoparlante Marshall autonomo in soggiorno e invece abbiamo semplicemente inserito la modalità Polk React e Sub on Music per il miglior ascolto possibile.

Tramite lapp Alexa è abbastanza semplice registrare la soundbar come parte della rete domestica. Con Google Home aperto è facilmente identificabile (anche se non direttamente controllabile qui, poiché Alexa governa la strada), quindi Spotify funziona bene e puoi chiedere ad Alexa a voce di caricare i tuoi preferiti.

Sospettiamo che laggiunta di un paio di altoparlanti RS2 aumenterebbe lestensione del suono complessivo poiché, come abbiamo detto in alto, Polk React non supporta laudio basato su oggetti, quindi non otterrai alcun pseudo Dolby Atmos altezza e senso a tutto tondo da questa soundbar. Ma, in realtà, dato come tali sistemi a volte possono sfuggire di mano in modi strani (e non sempre meravigliosi), pensiamo che Polk offra esattamente ciò che le persone vorranno: un suono migliorato con un budget ridotto.

I migliori altoparlanti per i giocatori PC 2022: tutto il suono e l'illuminazione RGB di cui potresti aver bisogno

Pocket-lintRecensione della soundbar Polk React 7

Ciò solleverà la domanda, tuttavia, se si desidera qualcosa di più piccolo e tecnologicamente più completo, come il JBL Bar 5 MultiBeam di cui abbiamo parlato allinizio di questa recensione. Non può in alcun modo eguagliare i bassi potenti del subwoofer, ma se non hai lo spazio, potrebbe essere più adatto alle tue esigenze - e lAtmos trovato lì è impressionante dato il giusto materiale sorgente.

Prime impressioni

Sebbene il Polk React non abbia campane e fischietti per la decodifica del suono basata su oggetti - vale a dire che non ci sono canali verticali per lo pseudo surround - come un grande bar autonomo con uscita e controllo decenti, per un prezzo molto equo, ha molto andando per esso. Soprattutto se ti piace lintegrazione di Alexa per il controllo vocale.

Ma le cose migliorano davvero quando aggiungi un React Sub come parte del pacchetto. È allora che il suono diventa più pieno, profondo e ricco, al punto che è preferito come altoparlante per la musica del soggiorno quando la televisione non è in uso. Ora, se questo non è un elogio, allora cosè? Mantieni le tue aspettative sotto controllo in termini di abilità tecnologica e Polk offre risultati forti in questa fascia di mercato.

Considera anche

Pocket-lintFoto alternativa 2

JBL Bar 5.0 MultiBeam

squirrel_widget_4229578

È una prospettiva diversa, in quanto è una soluzione a scatola singola, quindi non sarai mai in grado di aggiungere extra o sub, ma potrebbe adattarsi meglio alle tue restrizioni di spazio. Tuttavia, consente il passthrough (grazie alle porte di ingresso e uscita HDMI con eARC) e offre la decodifica Dolby Atmos, che con la sorgente giusta offre un suono più completo. Detto questo, il Polks React Sub, se vuoi sborsare soldi extra, porta un suono dimpatto al passo successivo dove il JBL semplicemente non può raggiungere.

Pocket-lintPolk React soundbar foto 1

Yamaha SR-C20A

squirrel_widget_4026933

Cerchi qualcosa di più piccolo? Se quello di cui hai bisogno è un po di tutto dalla tua soundbar - ignorando che, a questo prezzo, non puoi aspettarti un suono surround - non puoi sbagliare con questa piccola Yamaha. È una soluzione one-box (quindi, come il JBL sopra, non cè subwoofer qui) e può girare la mano praticamente su qualsiasi cosa, senza mai mettersi al centro dellattenzione. Una prospettiva diversa, ma un bel pacchetto pulito.

Scritto da Mike Lowe. Modifica di __LASSAVED.