Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Bowers & Wilkins deve essersi stancato delle domande su quando sarebbe entrato nel mercato degli altoparlanti Bluetooth. Dopotutto, è stato uno dei pionieri dei dock premium per iPod e iPhone con la sua gamma Zeppelin. Ha persino abbracciato Airplay come tecnologia di trasmissione musicale wireless.

Quindi il suo rifiuto di abbracciare il Bluetooth ha sconcertato molti, portando lazienda ad essere uno degli ultimi produttori di altoparlanti in grado di offrire un dispositivo veramente portatile, uno che si adatterebbe perfettamente a una camera dalbergo come una cucina o abbellisca una credenza del soggiorno.

Ma il Bluetooth non era una tecnologia abbastanza buona, afferma B&W. Non è stato progettato per trasportare un flusso musicale senza aggiungere livelli di compressione udibili propri. Andava e va bene per le tracce MP3 a basso bitrate, che molti hanno sui loro dispositivi, ma non per i livelli di dettaglio e chiarezza audiofili, entrambi di vitale importanza per uno dei marchi più rispettati della Gran Bretagna.

Poi è arrivato aptX e ha cambiato tutto. Lestensione tecnologica incentrata sullaudio di CSR al Bluetooth ha dato a Bowers & Wilkins limpulso necessario per guardare indietro al mercato degli altoparlanti wireless portatili e il T7 è il risultato finale di questo ritrovato entusiasmo. Quindi vale la pena aspettare?

Il nostro parere veloce

Bowers & Wilkins ha fatto bene ad aspettare che la tecnologia aptX di CSR migliorasse la trasmissione audio wireless tramite Bluetooth prima di presentare il suo primo altoparlante portatile. È un ottimo esempio di stile e sostanza di cui il marchio può essere orgoglioso.

A parte il fatto che il prezzo sarà fuori portata per alcuni, lunico altro aspetto negativo non è tanto la produzione di Bowers & Wilkins, ma lintegrazione del dispositivo di aptX. A meno che tu non disponga di uno smartphone compatibile, ad esempio - abbiamo abbinato principalmente lHTC One (M8) - altrimenti non otterrai il vantaggio della migliore qualità audio possibile CD, supponendo che i tuoi file sorgente siano allaltezza.

Ma anche in caso contrario, il T7 suona ancora in modo eccellente. Abbiamo anche abbinato un iPhone 6 Plus (nessun aptX lì) e siamo rimasti più che colpiti dal controllo del T7 su MP3 e altri tipi di file, in particolare quelli rippati a bitrate di qualità simile a un CD. E con Qualcomm che acquista il creatore di aptX e il proprietario CSR, puoi scommettere che la tecnologia sarà di serie nella maggior parte dei telefoni in futuro. Solo non di Apple.

Recensione Bowers & Wilkins T7: laltoparlante Bluetooth che vale la pena aspettare

Recensione Bowers & Wilkins T7: laltoparlante Bluetooth che vale la pena aspettare

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Ogni centimetro del suo design si basa sulle prestazioni audio piuttosto che solo sullestetica
  • Un campo sonoro straordinariamente chiaro e realistico anche ad alti volumi
  • Sintonizzato per favorire la voce e la nitidezza
  • Anche la risposta dei bassi è profonda e tangibile
Contro
  • Forse un po pesante per essere veramente portatile per i viaggiatori
  • Il rivestimento in gomma raccoglie la polvere molto facilmente
  • è disponibile solo in nero ma per una buona ragione

Stile pesante

Il T7 è un altoparlante Bluetooth portatile con ogni grammo della classe del marchio Bowers & Wilkins impresso su di esso, sia in termini di design che di prestazioni audio. A 300 sterline non è economico, ma non è nemmeno di cartone.

Pocket-lintBowers Wilkins t7 recensione immagine 2

Ad essere onesti, nellaspetto è piuttosto "pazzo". E il suo peso di 940 g sulla nostra bilancia potrebbe renderlo un po troppo pesante per essere trasportato in una custodia durante il viaggio. Il suo uso più comune sarà quindi per trasferire musica da una stanza allaltra intorno a una casa, anche se conosciamo alcuni che la porterebbero volentieri in viaggio nei loro bagagli.

Tuttavia, il peso è un male necessario poiché ogni parte dellaspetto e della costruzione riflette la qualità dei componenti audio utilizzati.

La caratteristica estetica più sorprendente del T7, ad esempio, serve anche a migliorare le prestazioni audio: attorno al bordo della griglia dellaltoparlante frontale cè una struttura a nido dape realizzata con la tecnologia Micro Matrix di Bowers & Wilkins, lunica applicazione che ha trasformato in un prodotto disponibile in commercio.

Pocket-lintBowers Wilkins t7 recensione immagine 6

La sua struttura consente al cabinet di mantenere lintegrità e di fornire una piattaforma solida, ma più leggera, per alloggiare le unità di azionamento. Sembra anche dannatamente bello, specialmente con la luce che filtra dal retro.

Anche il rivestimento in gomma è stato scelto appositamente per motivi audio, non solo visivi. Fornisce un buffer tra laltoparlante compatto e la superficie su cui si trova, riducendo le vibrazioni e garantendo che i suoni provengano dalle unità di trasmissione, non dal tavolo o dal mobile sottostante.

Ci è stato detto che questo è anche il motivo per cui al momento è disponibile solo in nero poiché la particolare gomma scelta è disponibile solo in quel colore.

Piccola scatola, grande audio

Allinterno dellaltoparlante Bowers & Wilkins T7 ci sono due driver da 50 mm con diaframmi in fibra di vetro e possono sostenere chiarezza e verità quando si alza il volume. Utilizza anche due radiatori dei bassi a cancellazione di forza che, invece di fare affidamento su una porta massiccia, funzionano in modo sincrono per mantenere frequenze ridicolmente basse, anche da una scatola così piccola (misura circa 210 x 115 x 55 mm).

Pocket-lintBowers Wilkins t7 recensione immagine 4

Il concetto è simile al tanto amato subwoofer PV1 di Bowers & Wilkins ed è emblematico di gran parte della tecnologia utilizzata in tutto il T7. Anni di perfezionamento nella creazione di altoparlanti audio di fascia alta hanno portato a tecnologie di alto livello che si sono riversate nella scatola portatile. Può essere piccolo, ma nel talento è potente.

Un altro ottimo esempio di ciò è nei convertitori audio digitale-analogico utilizzati. Questi DAC sono gli stessi che si trovano nei diffusori Zeppelin, molto più grandi e molto lodati. Assicurano che loutput del paesaggio sonoro rimanga libero da qualsiasi interferenza o avvertenza causata dalla traduzione. In breve, ottieni un suono ricco e dettagliato che si adatta quasi perfettamente alla sorgente audio.

Rock ventiquattrore su ventiquattro

Lultima caratteristica della tribuna che non è una semplice nota a posteriori è la durata della batteria del B&W T7. Con una carica completa, il primo altoparlante Bluetooth portatile di Bowers & Wilkins è in grado di durare 18 ore di riproduzione continua.

Dobbiamo ancora esaurire la carica anche una volta in tempo per questa recensione, e ne stiamo usando uno per circa tre giorni di uso regolare, ma siamo informati che la durata della batteria tiene conto della musica rock suonata al massimo del 75% volume senza fermarsi. Questo è davvero spettacolare per un altoparlante portatile, figuriamoci uno di questa qualità.

Pocket-lintBowers Wilkins t7 recensione immagine 9

Altre caratteristiche includono il fatto che puoi accoppiare fino a otto dispositivi contemporaneamente, una serie di segnali audio che suonano per diverse funzioni create dal musicista Mira Calix e unaccordatura che si concentra sulla voce forse più della maggior parte dei prodotti comparativi sul mercato.

Ma il più grande risultato del T7 è che se stavi ascoltando laudio di qualità CD in streaming da un dispositivo compatibile ma non riuscivi a vedere laltoparlante stesso, giureresti ciecamente che proveniva da un impianto stereo hi-fi più grande e dedicato . Non siamo nemmeno riusciti a pomparlo al massimo durante il test. Le nostre orecchie, sospettiamo, cederebbero prima dellunità.

Scritto da Rik Henderson.