Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - La Bose SoundTouch 300 è la soundbar di punta dellazienda. Non solo vanta un livello superiore di qualità costruttiva, ma supporta anche la funzionalità multiroom. Questa sottile soundbar include la tecnologia Bose QuietPort e PhaseGuide (ne parleremo più avanti), insieme a Wi-Fi, Bluetooth (con NFC per la connessione tap-to-connect) e connessioni HDMI.

Cè anche il supporto Dolby Digital e DTS per la massima interruzione dellaudio, il controllo vocale di Alexa e la funzione di calibrazione della stanza ADAPTiQ di Bose. Il SoundTouch 300 non è economico in questa categoria di soundbar, ma è ben attrezzato. Vale la pena investire? Mettiamo alla prova questa soundbar e lo scopriamo.

Il nostro parere veloce

Il Bose SoundTouch 300 è un'ottima soundbar che riesce a fornire un palcoscenico aperto pur mantenendo molti dettagli e chiarezza. Le prestazioni dei bassi sono leggermente carenti, tuttavia, e anche se avete la possibilità di aggiungere un subwoofer, questo aumenterà notevolmente il costo.

C'è una serie decente di caratteristiche, tra cui SoundTouch multiroom e il controllo vocale Alexa, ma a questo prezzo l'assenza del supporto Dolby Atmos e DTS:X potrebbe mettere il Bose in svantaggio rispetto a gran parte della concorrenza.

Recensione della soundbar Bose SoundTouch 300: grande, audace e bella

Recensione della soundbar Bose SoundTouch 300: grande, audace e bella

4.0 stelle
Pro
  • Palcoscenico grande e aperto
  • App efficace a distanza
  • Design attraente
  • Qualità costruttiva eccellente
Contro
  • Un po' carente nei bassi
  • Problemi di installazione
  • Costoso in questa categoria

squirrel_widget_145407

Design accattivante ma imperfetto

  • Disponibile in nero
  • 978x108x57mm; 4,7 kg

Il Bose SoundTouch 300 è sicuramente un vincitore nel reparto look. La soundbar stessa è elegante e nera, con dimensioni relativamente sottili nonostante la sua larghezza complessiva. Cè una griglia avvolgente in alluminio perforato e un piano in vetro temperato, che è tutto ben fatto, contribuendo a giustificare quel cartellino del prezzo.

Pocket-lintImmagine di revisione della soundbar Bose SoundTouch 300 2

Dovresti essere in grado di posizionare il SoundTouch 300 davanti a un televisore senza bloccarne lo schermo o il sensore del telecomando a infrarossi. Tuttavia, cè anche la possibilità di montaggio a parete utilizzando una staffa (il WB-300, che viene venduto separatamente per circa £ 35).

Il SoundTouch 300 può essere attraente, ma a volte sembra un caso di forma sulla funzione. È estremamente minimalista nel suo design, senza controlli sullunità stessa e senza display. Invece cè un numero di piccoli LED allestrema sinistra che indicano lo stato della soundbar, ma questi sono troppo piccoli per essere visti effettivamente da una normale posizione seduta e non sono nemmeno così informativi quando puoi leggerli.

In secondo luogo, il piano in vetro si comporta come uno specchio, riflettendo ciò che è sullo schermo. Quanto sia fastidioso dipenderà dalla posizione della soundbar rispetto alla parte inferiore dello schermo, ma labbiamo trovato particolarmente distratto di notte.

Caratteristiche del Bose SoundTouch 300

  • Tecnologia QuietPort e PhaseGuide
  • Supporto multiroom SoundTouch
  • Controllo vocale Amazon Alexa

Il Bose SoundTouch 300 include la maggior parte delle funzionalità che ti aspetteresti di vedere da una soundbar in questa fascia di prezzo, come la decodifica Dolby Digital e DTS e gli ingressi e le uscite HDMI. Non cè supporto per laudio basato su oggetti come Dolby Atmos o DTS:X, ma la soundbar include SoundTouch, il sistema multiroom di Bose, che ti consente di trasmettere musica in streaming ad altri altoparlanti allinterno della tua rete.

Bose non ha reso pubblica la potenza della soundbar, né ha confermato lesatta configurazione del driver, se non per dire che utilizza "driver personalizzati". Tuttavia, la soundbar include la tecnologia proprietaria PhaseGuide e QuietPort di Bose: la prima invia laudio ai lati della soundbar per creare un palcoscenico frontale più ampio; questultimo garantisce bassi profondi, puliti e privi di distorsioni.

Pocket-lintImmagine di revisione della soundbar Bose SoundTouch 300 8

Il SoundTouch 300 include Wi-Fi, Bluetooth e NFC (Near Field Communication) integrati e può essere controllato tramite lapp SoundTouch. Fornisce inoltre laccesso a Spotify (che è effettivamente integrato nellapp) e puoi eseguire lo streaming da Amazon Music, Deezer, Internet Radio e dalla tua rete domestica. Ci sono anche sei preimpostazioni, che consentono agli utenti di memorizzare le proprie canzoni, album o stazioni radio preferite.

Infine, come praticamente ogni altro produttore in questi giorni, Bose ha aggiunto il controllo vocale utilizzando Amazon Alexa. Ciò consente laccesso vocale a mani libere alla tua musica utilizzando qualsiasi dispositivo abilitato per Alexa, come Amazon Echo Dot . Tutto quello che devi fare è aprire lapp Alexa, cercare "Bose" nel menu Abilità, quindi seguire la semplice configurazione una tantum.

Connessioni e controlli

  • Ingresso HDMI; Uscita HDMI con ARC
  • Ethernet (cablata); Wi-Fi (senza fili); Bluetooth (senza fili)
  • Ingresso audio digitale ottico; Porta micro-USB

Il Bose SoundTouch 300 ospita tutte le sue connessioni in due aree incassate sul lato inferiore, anche se lo spazio è ancora limitato, rendendo a volte difficile inserire effettivamente i cavi. Cè una gamma ragionevole di opzioni, ma considerando il costo vorremmo vedere più ingressi HDMI.

Pocket-lintImmagine di revisione della soundbar Bose SoundTouch 300 6

Così comè ottieni un singolo ingresso HDMI e unuscita HDMI che supporta ARC (Audio Return Channel), mentre tutte le porte HDMI supportano 4K/60p, HDR (High Dynamic Range) e HDCP 2.2 (per garantire la conformità alle normative sulla sorgente; in definitiva puoi eseguire lo streaming e lorigine da qualsiasi hardware senza problemi grazie a questa stretta di mano). Dato che Bose non supporta i formati audio basati su oggetti, la connessione ARC è probabilmente lopzione migliore, soprattutto in considerazione del numero limitato di ingressi HDMI.

Nella stessa rientranza delle porte HDMI, troverai un ingresso audio digitale ottico e un jack da 3,5 mm per il microfono di configurazione ADAPTiQ. Nella seconda area incassata cè la porta Ethernet, una parte posteriore da 3,5 mm per il collegamento fisico del subwoofer Acoustimass 300 opzionale e un connettore di alimentazione a due pin.

Poiché non ci sono controlli effettivi sulla soundbar stessa, dovrai utilizzare il telecomando universale in dotazione o lapp SoundTouch per configurare e controllare il Bose.

Per fortuna il telecomando è progettato bene, con una disposizione dei pulsanti intuitiva, una costruzione solida e una sensazione ergonomica. Ci sono più pulsanti di quelli effettivamente necessari per controllare la soundbar stessa, ma questo perché puoi anche utilizzare il telecomando per controllare i dispositivi, come la TV, il PVR o il lettore Blu-ray.

Pocket-lintImmagine recensione soundbar Bose SoundTouch 300 9

Non è solo il telecomando ad essere ben progettato: anche lapp SoundTouch è eccellente. Linterfaccia utente è fluida e reattiva, con una grafica intuitiva che ne rende lutilizzo un piacere. Ti consente di configurare la soundbar (ne parleremo più avanti) e di controllarla efficacemente, consentendoti di selezionare da una serie di schede laterali. È possibile selezionare una qualsiasi delle sorgenti collegate, nonché altri altoparlanti in un sistema multiroom. Lapp fornisce anche laccesso diretto a Spotify, che è perfettamente integrato in esso, così come Internet Radio e qualsiasi unità NAS collegata alla rete domestica. Ottima anche la funzionalità multiroom, che consente di riprodurre musica da qualsiasi altoparlante collegato al sistema SoundTouch.

Configurazione e funzionamento

  • Calibrazione audio ADAPTiQ

Prima di tutto la buona notizia: per la maggior parte linstallazione è molto semplice. È sufficiente collegare tutte le sorgenti alla Bose prima di collegarla alla TV, quindi seguire le istruzioni fornite dalla soundbar stessa.

Queste istruzioni verbali assumono la forma di una voce femminile che ti guida attraverso il processo di installazione. Non abbiamo avuto alcun problema a configurare lapp SoundTouch o la connessione ARC tra la TV e la soundbar; né abbiamo avuto problemi con la funzione di calibrazione audio ADAPTiQ, che utilizza un microfono che si collega a un jack dedicato sulla soundbar.

Insolitamente, questo microfono di configurazione dedicato viene effettivamente indossato sulla testa, piuttosto che attaccato a unasta per microfono o a un treppiede. È unidea brillante, perché la calibrazione automatica si basa su dove si trova la testa dellascoltatore. Quindi quale modo migliore per prendere le misure se non da quella stessa posizione? E no, non devi indossarlo per sempre.

Pocket-lintImmagine di revisione della soundbar Bose SoundTouch 300 4

ADAPTiQ è progettato per analizzare e correggere eventuali effetti negativi causati dalla stanza stessa, garantendo prestazioni ottimali. Prendi cinque misurazioni in totale, iniziando dal punto debole e poi spostandoti in altre posizioni di seduta nella stanza. È semplice e i risultati sono molto buoni, risultando in un suono complessivamente più equilibrato.

Fin qui tutto bene, ma ora passiamo alla parte davvero fastidiosa della configurazione: quando abbiamo provato a utilizzare un lettore Blu-ray come sorgente audio, che era collegato direttamente al Bose tramite lingresso HDMI, non cera alcun suono. Pensando allinizio che potesse esserci un problema con il lettore o il cavo HDMI, abbiamo cambiato entrambi ma ancora niente.

Una ricerca su Internet più tardi e si scopre che cè unimpostazione "Direct Audio" che deve essere selezionata in profondità nel menu di configurazione dellapp SoundTouch. Configurare una sorgente HDMI non dovrebbe essere così difficile.

Un grande suono audace ma privo di bassi

  • Supporto per aggiungere subwoofer e altoparlanti posteriori per il sistema audio surround 5.1

Piccoli cavilli sulla configurazione e sul design a parte, una volta che hai la possibilità di ascoltare il Bose SoundTouch 300 è davvero impressionante. La società potrebbe essere a denti stretti sullesatta natura della tecnologia allinterno della soundbar, ma sicuramente funziona bene.

Guardare programmi TV e film

Ci aspetteremmo che qualsiasi soundbar degna di questo nome sia in grado di gestire il programma televisivo medio, che si tratti di notiziari, documentari, eventi sportivi o programmi di cucina. Il Bose si è dimostrato molto abile nel fornire laudio da questo tipo di programmazione in modo chiaro e conciso, mantenendo il dialogo intelligibile mentre diffondeva la musica sul davanti.

Pocket-lintImmagine di revisione della soundbar Bose SoundTouch 300 5

Con qualcosa di un po più impegnativo, come la serie Netflix Luke Cage , il Bose rimane impressionante. Il dialogo è ancora chiaro e la musica espansiva, ma ora con gli effetti aggiunti al mix la soundbar crea un muro di suoni nella parte anteriore della stanza. I livelli dei bassi sono ragionevoli evitando di suonare distorti o fragili.

Anche se nessuno si aspetta miracoli, se sei un fan del cinema allora vuoi che la tua soundbar gestisca una grande colonna sonora moderna con un certo grado di abilità. Con Pacific Rim: Uprising , i punti di forza del Bose sono continuati, ma la sua debolezza ha mostrato: il soundstage generale manca della sensazione immersiva che si otterrebbe da un sistema 5.1 e i passi dei robot giganti mancavano di una reale presenza dei bassi.

Aggiunta di subwoofer e altoparlanti aggiuntivi per il surround

Forse realizzando questa limitazione, Bose offre la possibilità di espandere il SoundTouch 300 in una configurazione 5.1 completa. Per fare ciò dovrai prendere il subwoofer wireless Acoustimass 300 e gli altoparlanti surround wireless Virtually Invisible 300 (sebbene aggiungerli alla soundbar aumenti il costo a circa £ 1.450). Non li abbiamo inclusi per questa recensione, ma prevediamo che la differenza sia abbastanza potente.

squirrel_widget_145407

Per ricapitolare

La soundbar Bose SoundTouch 300 combina un aspetto magnifico con un palcoscenico grande e aperto che mantiene molta chiarezza e dettaglio. Tuttavia una mancanza di bassi e alcuni problemi di configurazione rovinano una prestazione altrimenti eccellente.

Scritto da Steve Withers. Modifica di Stuart Miles.