Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Quando si tratta di qualità del suono, il produttore danese di fascia alta Bang & Olufsen è molto apprezzato. Le propaggini dellazienda, B&O Play e Beoplay, creano anche eccellenti altoparlanti e cuffie portatili a prezzi più accessibili.

Non che il Beolit 17 sia esattamente economico, dato il suo prezzo richiesto di £ 449, ma poi quanti altri altoparlanti portatili - diciamo che vagamente, è davvero semi-portatile, dato il peso - possono dare il via a un suono così significativo senza bisogno di essere permanentemente collegato alla rete?

Se stai cercando un altoparlante adeguato che possa essere utilizzato in casa o portato fuori in giardino per i barbecue, B&O Play fa qualcosa con il Beolit 17. Soprattutto in questo design aggiornato, che è molto più ordinato del suo predecessore del 2015 .

Il nostro parere veloce

Quando abbiamo ascoltato per la prima volta il B&O Play Beolit 17, abbiamo pensato che fosse un altoparlante cablato. Il fatto che possa dare un volume così considerevole, con bassi morbidi e un bilanciamento ponderato di medi e alti è una vera testimonianza delle radici Bang & Olufsen a cui è collegato B&O Play.

Certo, è costoso, il suono non è perfettamente coeso da tutte le angolazioni o quando il volume è particolarmente basso, ma queste sono piccole pecche da un prodotto abbastanza buono da soddisfare tutte le tue esigenze audio, sia a casa che fuori.

Suonalo forte, suonalo con orgoglio: non cè niente di meglio del Beolit 17.

Recensione B&O Play Beolit 17: Boxe intelligente

Recensione B&O Play Beolit 17: Boxe intelligente

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Qualità del suono forte ed equilibrata
  • Specialmente da un dispositivo portatile alimentato a batteria
  • La porta USB-C risolve i problemi di progettazione del prodotto precedente
Contro
  • Costosa
  • Lesperienza dellapp può essere glitch
  • Non esattamente portatile (pesa 2
  • 6 kg)
  • Suono a 360 gradi non perfetto
  • Volumi più bassi suonano meno coesi

squirrel_widget_142280

Bang & Olufsen Beolit 17 recensione: Design

  • Materiali: griglia in alluminio, base in gomma, cinturino in pelle
  • Finiture: Naturale (grigio), Stone Grey
  • USB di tipo C per la ricarica
  • Batteria integrata da 2200 mAh per la portabilità
  • 230x189x135mm; 2,6 kg

Lultimo prodotto Beolit che abbiamo visto è arrivato sul mercato prima ancora che USB Type-C fosse una cosa. Potrebbe sembrare uno strano punto di partenza per questa recensione, ma è più importante di quanto sembri: il Beolit 17 ha una piccola porta USB-C utilizzata per la ricarica, mentre il vecchio Beolit 15 aveva un cavo di alimentazione a forma di 8 pieno. via in un cassetto pop-open posteriore che ha fatto sembrare il design pignolo.

Pocket-lintBeolit 17 recensione immagine 8

Il Beolit 17 è tuttaltro che esigente. Pensiamo che questo gigantesco altoparlante simile a un cesto da picnic tocchi tutto il linguaggio di design visivo che B&O Play usa così spesso, come la griglia in alluminio con aperture circolari o luso della pelle per la maniglia di trasporto - che è attaccata da un pulsante B&O- come il cerchio, per uno spunto di design in più.

Anche i lati del Beolit 17 non sono coperti da pulsanti antiestetici. In alto troverai i cinque pulsanti: accensione, aumento del volume, riduzione del volume, associazione Bluetooth e un pulsante configurabile con un solo tocco che funziona in combinazione con lapp Beoplay per riprodurre/mettere in pausa, regolare lequalizzazione (tramite ToneTouch) o continua dove si trovava lultima traccia riprodotta durante lultima sessione.

Lapp Beoplay non è del tutto corretta, tuttavia, poiché abbiamo riscontrato che è difettosa. Ha fatto crashare il nostro telefono Android un certo numero di volte, ha rifiutato laccoppiamento Bluetooth su altri e non sarà la fonte più intuitiva da cui riprodurre i tuoi brani se non lo desideri. Detto questo, la possibilità di aggiungere più dispositivi B&O Play ha senso, così come il design semplicistico.

Pocket-lintBeolit 17 recensione immagine 4

Torniamo per un momento a quella porta USB-C: può essere utilizzata per caricare dispositivi esterni, come il telefono, in caso di necessità. Emetterà fino a un massimo di 500 mAh secondo la scheda tecnica, in modo da non scaricare troppo rapidamente la batteria da 2200 mAh del Beolit 17. Senza nulla collegato e il volume impostato in modo abbastanza conservativo, abbiamo trascorso giorni interi di ascolto da questo portatile, il che è impressionante considerando lenorme influenza dellaudio.

Recensione B&O Beoplay Beolit 17: qualità del suono

  • 3 tweeter da 1,5", 1 driver full-range da 5,5", 2 radiatori passivi dei bassi da 4"
  • 2x amplificatori di classe D da 35 W (2x 120 W di potenza di picco per bassi e alti)
  • 37 - 20.000 Hz risposta in frequenza
  • Ingresso ausiliario da 3,5 mm; Bluetooth 4.2

Essendo un dispositivo portatile, Beolit 17 è la configurazione migliore per luso wireless. Abbiamo utilizzato dispositivi associati tramite Bluetooth e abbiamo riscontrato che la connessione è sempre solida. Tuttavia, non cè alcuna menzione ufficiale da parte di B&O Play delle tecnologie aptX o aptX HD per una trasmissione wireless di qualità superiore.

Pocket-lintBeolit 17 recensione immagine 6

Tuttavia, la qualità del suono è davvero qualcosa. Considerando che il Beolit 17 è un portatile, la veridicità del basso è eccezionale. È possibile una fascia bassa quotata a 37Hz, che oltre ai semplici colpi di batteria paffuti ti darà un sub-basso fluido perfetto per le tracce underground, senza esagerare. Questo è ciò che è molto "B&O" nel bilanciamento: ci sono i bassi, ma non è devastante per il resto del mix.

I tweeter separati garantiscono unampia fascia alta, mentre un driver a gamma completa gestisce tutto ciò che si trova tra le gamme di frequenza. A volumi più bassi questa miscela di uscite non produce un suono coeso al 100%, tuttavia, con livelli leggermente più alti che mettono tutto insieme in perfetto unisono.

Parte di questa coesione percettiva del suono dipenderà dal posizionamento degli altoparlanti per un suono apparente a 360 gradi. Sì, il Beolit 17 suona bene dalla maggior parte delle angolazioni intorno ad esso, ma il suono non è uniforme durante la sua rotazione. Suona meglio dalla parte anteriore o leggermente angolata, piuttosto che ascoltarlo dalla parte posteriore. Tuttavia, è una buona proposta per un suono che riempie davvero la stanza o un suono in spazi aperti per il divertimento di tutti i tuoi amici.

Pocket-lintBeolit 17 recensione immagine 3

Se ti trovi in uno spazio aperto, il volume totale che può essere ottenuto senza distorsioni è considerevole da un dispositivo portatile. Quindi dipenderà dagli amplificatori, che in qualche modo spiegano anche il peso di 2,6 kg del Beolit 17.

Tuttavia, pesante è un termine che può essere usato per descrivere il panorama sonoro generale del Beolit 17 e per quanto può essere quando si cerca di trasportare il prodotto in giro.

squirrel_widget_142280

Per ricapitolare

Quando abbiamo ascoltato per la prima volta il B&O Play Beolit 17, abbiamo pensato che fosse un altoparlante cablato. Il fatto che possa dare un volume così considerevole, con bassi morbidi e un equilibrio ponderato di medi e alti è una vera testimonianza delle radici Bang & Olufsen a cui è collegato B&O Play. Suonalo forte, suonalo con orgoglio: non cè niente di meglio del Beolit 17.

Scritto da Mike Lowe.