Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Quando abbiamo ascoltato la soundbar SR-B20A di Yamaha, abbiamo suggerito che fosse piccola ed economica per i soliti standard Yamaha. Quindi, ovviamente, il prossimo prodotto Yamaha alle porte è questo, lSR-C20A, ed è sia più piccolo che più economico dellSR-B20A. Il che significa che per gli standard Yamaha, lSR-C20A è sia microscopico che un vero affare.

Il che è vero, fino a un certo punto. Piccolo è "piccolo" indipendentemente dal produttore di cui stai parlando, ma il prezzo abbordabile di unazienda potrebbe essere costoso per unaltra. Quindi, in realtà, ciò che dobbiamo sapere non è tanto se lSR-C20A conta come conveniente, ma se ne vale la pena o meno.

Design

  • Dimensioni: 64 x 600 x 94 mm
  • Peso: 1,8 kg

Abbiamo già detto che la Yamaha è piccola? LSR-C20A non ha bisogno di alcun trattamento speciale: è abbastanza compatto da stare sotto una TV o un monitor di gioco senza alcun problema. Se cerchi comodità, non cercare oltre.

E il design qui è discreto quanto le dimensioni. LSR-C20A è rifinito in modo impeccabile, per lo più in tessuto acustico. Ci sono alcuni controlli touch sulla superficie superiore e alcune spie LED sul davanti, e questo è tutto per te. Poiché stiamo parlando di Yamaha, cè una solidità nellSR-C20A che ti fa sapere che è costruito per durare.

Quindi, sebbene questa soundbar possa sembrare costosa in termini di quantità di materiali che coinvolge, ti assicuriamo che sono materiali di alta qualità che sono stati messi insieme da unazienda che sa esattamente cosa sta facendo.

Caratteristiche

  • Porte: 1x uscita HDMI (ARC), 2x ingressi ottici, 1x ingresso da 3,5 mm
  • Connettività: Bluetooth 5.0, senza Wi-Fi

Solo perché vuoi una piccola soundbar, ciò non significa che vuoi lesinare sulle funzionalità, giusto? Fortunatamente, la Yamaha ha ciò che lindustria automobilistica americana ama chiamare "parti essenziali quel tanto che basta" per renderla utile in qualsiasi numero di applicazioni.

YamahaC20A porte foto 1

Una presa HDMI ARC, un paio di ingressi ottici digitali, un ingresso analogico da 3,5 mm e la connettività wireless Bluetooth 5.0 dovrebbero coprire praticamente ogni eventualità. Non importa se hai bisogno dellSR-C20A per potenziare la tua esperienza di gioco, rendere le colonne sonore dei tuoi film un po giustizia alle immagini, o addirittura agire come un altoparlante musicale wireless, la Yamaha è specificata per fare un po di tutto.

Una volta che i tuoi contenuti audio vengono caricati sullSR-C20A, vengono gestiti da 100 watt di amplificazione in Classe D che guidano tre driver. Due driver full range da 1,8 pollici rivolti in avanti dal bordo della barra: ottengono 20 watt ciascuno. I restanti 60 watt alimentano un woofer da 75 mm (Yamaha insiste nel chiamarlo "subwoofer", forse perché non è possibile aggiungerne uno separato - che è possibile con lSR-B20A) che è rivolto verso lalto e spara dallalto del telaio.

YamahaFoto di revisione della soundbar Yamaha SR-C20A 1

Nel caso in cui questo suonasse un po incerto per quanto riguarda la risposta dei bassi, questo woofer è rinforzato da un paio di radiatori passivi dei bassi. Hanno le stesse dimensioni del driver dei bassi - uno rivolto verso lalto, laltro verso il basso - quindi se stai appoggiando lSR-C20A su una superficie, invece di fissarlo a una parete usando i suoi fissaggi a buco della serratura integrati, il confine del il radiatore a fuoco verso il basso è quasi nulla. Il che dovrebbe rassicurare i bassisti ovunque.

Interfaccia

  • Telecomando incluso
  • Tocca i controlli sulla "barra stessa"
  • Disponibile anche lapp di controllo

La buona notizia è questa: la splendida app di controllo remoto SB di Yamaha (disponibile gratuitamente su Apple iOS e Google Android) farà funzionare lSR-C20A. Tutto ciò di cui potresti aver bisogno per la soundbar può essere controllato da qui e, inoltre, essere controllato in modo stabile, logico e diretto. Non tutte le app di controllo sono utili e facili come questa.

YamahaFoto di revisione della soundbar Yamaha SR-C20A 2

Cè anche un telecomando con tutte le funzioni: è relativamente compatto come lo stesso SR-C20A, ma non è così piacevole come un oggetto. Oh, ha tutto ciò di cui hai bisogno: controlli indipendenti per il volume generale e il livello del subwoofer, tutti i diversi preset EQ (gioco, stereo, film, voce chiara e, piuttosto incautamente, estensione dei bassi) e così via.

È solo che il telecomando fisico sembra piuttosto economico e sgradevole in mano. Quindi è meglio attenersi allapp di controllo. Oppure, se ti trovi nelle vicinanze della soundbar stessa, ci sono quei pochi controlli touch per il volume, la selezione degli ingressi e così via.

Qualità del suono

  • Driver: 2 coni da 1,8 pollici (sinistro/destro), 1 woofer da 3 pollici, 2 radiatori passivi
    • Nessuna uscita subwoofer separata
    • 100 watt di potenza

Yamaha ha progettato lSR-C20A per essere adattabile, oltre che discreto. Quindi, non importa se il suo scopo principale è migliorare film o giochi o fungere da altoparlante wireless per la musica, è in grado di dare un buon resoconto di se stesso.

In ogni caso, lSC-R20A produce un suono più grande ed espansivo di quanto sembri verosimilmente da un dispositivo di dimensioni così modeste. Cè un sacco di larghezza sonora in offerta, nonostante il fatto che i driver siano rivolti in avanti e verso lalto, e anche un po di altezza. Se sei abituato al suono non accompagnato di una TV o di un monitor per giochi, lo Yamaha ti entusiasmerà con la scala e il dinamismo del suo suono.

YamahaFoto di recensione della soundbar Yamaha SR-C20A 5

Come era prevedibile, lSR-C20A non è a corto di presenza dei bassi. Ciò che è meno prevedibile è quanto sia ben controllato, dettagliato e generalmente ben educato. Alcune altre soundbar (incluse alcune della gamma Yamaha) si lasciano trasportare un po per quanto riguarda le basse frequenze - dopo tutto, cosa cè di più impressionante immediatamente di un grande vecchio carico di bassi? Ma il C20A ha abbastanza per tenere sotto controllo le cose di fascia bassa, lasciando la gamma media libera per andare avanti con il lavoro essenziale di consegnare i dialoghi del film senza interferenze.

La gamma media qui, infatti, è dettagliata e ricca di informazioni - il che, se un film o un gioco o un cantante sarà facile da seguire, è un prerequisito. Cè molto spazio intorno alle voci, non importa quanto sia frenetico il resto della gamma di frequenze, e lo Yamaha è piuttosto schietto senza mai essere invadente. A meno che non alzi davvero il volume, comunque.

Nella parte superiore della gamma di frequenze ci sono gli stessi livelli di dettaglio impressionanti come altrove, così come sostanza decente e controllo altrettanto decente. Cè una differenza tra "attacco" e "sregolatezza", specialmente per quanto riguarda i suoni acuti: la Yamaha lo capisce e gioca un gioco ben giudicato.

YamahaFoto di revisione della soundbar Yamaha SR-C20A 7

Anche qui cè una buona struttura con dinamismo. Sia i giochi che i film fanno molto affidamento sul passaggio (spesso senza preavviso) tra molto silenzioso e davvero molto rumoroso, e lSR-C20A può raggiungere una distanza considerevole. Stabilisce anche un soundstage credibile ed è in grado di organizzare numerosi elementi di una colonna sonora con reale coerenza.

Se sei uno di quegli ascoltatori a cui piace aumentare i livelli di volume, però, molte delle cose buone sono minate. Il grande volume ingrossa la risposta degli alti, allenta la presa sui bassi e costringe più o meno ogni elemento verso la parte anteriore del palco. E quello che in precedenza era un ascolto abbastanza abile e perspicace diventa, beh, un po urlante.

I migliori altoparlanti per i giocatori PC 2022: tutto il suono e l'illuminazione RGB di cui potresti aver bisogno

Prime impressioni

Se ciò di cui hai bisogno è un po di tutto dalla tua soundbar, ignorando che, a questo prezzo, non puoi aspettarti un suono surround, non puoi sbagliare molto con lo Yamaha SR-C20A. Questa soluzione da bar "one-box" può trasformare la sua mano praticamente in qualsiasi cosa, senza mai mettersi al centro dellattenzione.

Quindi, anche se non è del tutto perfetto sotto ogni aspetto - anche se è piuttosto vicino, a parte i volumi più alti e il telecomando non così carino incluso - sarà assolutamente perfetto per alcune persone che cercano un piccolo e maneggevole "bar". con grande suono.

Considera anche

YamahaFoto alternativa 2

Yamaha SR-B20A

squirrel_widget_3756761

È un po più grande del C20A - anche se ciò non significa che sia in alcun modo grande - e un po più costoso. Rispetto al C20A è anche leggermente indisciplinato per quanto riguarda i bassi, ma è disponibile una porta subwoofer separata se si desidera espandere con un componente aggiuntivo, che il C20A non fornisce.

  • Leggi la nostra recensione
Scritto da Simon Lucas. Modifica di __LASSAVED.