Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Sonos e Disney+ hanno unito le forze - gioco di parole - per la premiere della seconda stagione di The Mandalorian, che arriverà il 30 ottobre.

La collaborazione ha lo scopo di aiutare i fan a sperimentare un suono migliore a casa ed esplorare le nuove storie, le galassie e la colonna sonora originale della stagione con un suono coinvolgente attraverso le soundbar Sonos Arc o Sonos Beam.

Sonos Arc è la soundbar più recente dellazienda, che offre suono 3D e supporto per Dolby Atmos , mentre Sonos Beam è un altoparlante intelligente che offre un suono eccezionale da solo, nonché allinterno di una configurazione audio surround 5.1.

POCKET-LINT VIDEO OF THE DAY

Oltre a incoraggiare una migliore esperienza sonora, il team Sonos e Disney+ vede coloro che aggiornano il proprio sistema home theater con un Sonos Arc, Sonos Beam o alcuni set di altoparlanti Sonos tra il 1 ottobre e il 31 ottobre 2020, ottenendo sei mesi di Disney+ inclusi.

Inoltre, Sonos Radio vedrà una nuova stazione curata a mano chiamata Things That Stuck apparire il 30 ottobre dal compositore della seconda stagione di The Mandalorian, Ludwig Göransson, con centinaia di canzoni che lo hanno influenzato. Anche la colonna sonora della seconda stagione di Mandalorian debutterà sulla stazione con un commento esclusivo.

La seconda stagione di The Mandalorian debutterà il 30 ottobre 2020 ed è disponibile in esclusiva per lo streaming su Disney+.

I sei mesi di Disney+ incluso con i set di altoparlanti Sonos Arc, Beam o Sonos sono disponibili solo per i nuovi abbonati Disney+ negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Paesi Bassi e Svezia.

Migliori altoparlanti Alexa 2022: le migliori alternative ad Amazon Echo

Scritto da Britta O'Boyle.