Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Nel 2020 Sonos ha cambiato la sua decisione di dismettere alcuni dei suoi altoparlanti e dispositivi legacy. Tuttavia, il software Sonos S2 lanciato nello stesso anno non li supporta.

Sonos S2 (alias Sonos sugli app store) è riservato ai dispositivi attuali e a quelli nuovi, in quanto richiede la maggiore potenza di elaborazione che essi offrono. Questo non significa però che il vostro vecchio kit sia obsoleto. Infatti, i prodotti legacy continuano a funzionare: dovrete solo prendere una decisione su uno o due di essi.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul software Sonos S2, compresi i diffusori Sonos supportati e quelli non supportati.

Cos'è il software di sistema Sonos S2?

Sonos S2 è un importante aggiornamento del software di sistema Sonos, reso disponibile nell'agosto 2020 per la maggior parte dei diffusori e dei dispositivi Sonos. Ha aggiunto nuove funzionalità, come il supporto per Dolby Atmos (per la soundbarSonos Arc ), oltre ad altri formati audio a più alta risoluzione e gruppi di ambienti.

SonosSonos prodotti fuori produzione image 1

Ora è anche il software predefinito per tutti i dispositivi Sonos compatibili.

Tutti i dispositivi più vecchi (come nell'elenco sottostante) potranno continuare a utilizzare il vecchio software del controller Sonos, che è stato rinominato Sonos S1 al momento del lancio del software S2.

Quali sono gli speaker e i dispositivi Sonos interessati?

Se si effettua l'aggiornamento a Sonos S2, i seguenti dispositivi non sono compatibili e devono rimanere sul software di generazione attuale (Sonos S1):

  • Sonos Bridge
  • Sonos Connect
  • Sonos Connect:Amp
  • Sonos CR200 telecomando wireless
  • Sonos Play:5 (Gen 1)
  • Lettori Sonos Zone (ZP90, ZP100, ZP120, ecc.)

Tutti gli altri dispositivi Sonos sono in grado di eseguire il software Sonos S2. Tutti i prodotti rilasciati dopo il maggio 2020 richiedono il software Sonos S2.

Perché non ricevono nuove funzioni?

Come i televisori, gli smartphone, i tablet e la maggior parte delle altre apparecchiature di intrattenimento, i dispositivi Sonos mostrano inevitabilmente la loro età, non per la tecnologia audio, ma per le capacità di elaborazione e di archiviazione disponibili al momento del lancio. I dispositivi interessati non sono quindi più in grado di eseguire efficacemente il software più recente o i servizi di streaming più avanzati e moderni.

Dopo tutto, alcuni dei dispositivi hanno più di 15 anni. Quanti si aspettano che un televisore di 15 anni fa sia in grado di eseguire Netflix, 4K o persino BBC iPlayer?

Sonos continua a rilasciare patch per i dispositivi legacy in caso di rilevamento di falle di sicurezza, ma non gli stessi aggiornamenti significativi del resto della sua famiglia di speaker.

Cosa fare se si possiede un altoparlante o un dispositivo Sonos interessato dal problema

Se possedete uno dei dispositivi di cui sopra e temete che smettano di funzionare, sappiate che non è assolutamente così.

È invece possibile continuare a utilizzarli con il software Sonos S1. Tuttavia, ci sono alcune avvertenze.

Ad esempio, se si desidera utilizzare i prodotti legacy con i diffusori più recenti nell'ambito della stessa rete Sonos, non sarà possibile aggiornare i dispositivi più recenti a Sonos S2. Continueranno a funzionare tutti insieme, ma i dispositivi più recenti dovranno rimanere su Sonos S1.

In alternativa, è possibile isolare i dispositivi più vecchi e interessati e gestirli separatamente dai diffusori più recenti, ovvero gestire due zone della casa collegate in modo indipendente anziché una. I dispositivi più vecchi collegati tra loro in una zona e i dispositivi non interessati in un'altra. In questo modo, i dispositivi più recenti otterranno i vantaggi del software S2.

Inoltre, se acquistate nuovi speaker Sonos rilasciati dopo il maggio 2020, potrete utilizzarli solo con Sonos S2, quindi dovrete comunque creare due reti separate.

Scambiate il vostro dispositivo Sonos con il 30% di sconto su un nuovo dispositivo

Se non volete continuare a utilizzare i dispositivi Sonos interessati in futuro, potete scegliere di utilizzare il programma Trade Up dell'azienda.

Questo programma consente di ottenere uno sconto del 30% su un dispositivo sostitutivo nuovo di zecca. Tuttavia, mentre in precedenza era necessario "brickare" il vecchio dispositivo in modo permanente, attraverso la "modalità di riciclo", ora non è più così.

Ora è possibile utilizzare il servizio Trade Up senza effettuare il brick del vecchio dispositivo, consentendo di cederlo a un familiare, venderlo o addirittura utilizzarlo ancora con il vecchio software di sistema.

Le istruzioni dettagliate su come utilizzare il programma Trade Up sono disponibili in un articolo a parte.

Scritto da Rik Henderson. Modifica di Britta O'Boyle.