Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Sonos ha introdotto la soundbar Arc nel 2020, sostituendo la precedente Playbar del 2013, lasciando probabilmente molti a chiedersi se sia necessario eseguire l'aggiornamento.

Dopotutto, nel mondo della tecnologia possono succedere molte cose in sette anni e Sonos Arc ha introdotto alcune funzionalità che semplicemente non erano possibili o popolari quando è nata Playbar per la prima volta.

Con questo in mente, stiamo esaminando le differenze tra la vecchia Playbar e la più recente Arc nella gamma di soundbar di Sonos per aiutarti a prendere una decisione su qualsiasi decisione di aggiornamento. Puoi anche leggere come l'Arco si confronta con la soundbar Beam più piccola nella nostra funzione separata.

squirrel_widget_238693

Design e connessioni

  • Sonos Arc: 1141,7 x 87 x 115,7 mm, 6,25 kg, HDMI eARC
  • Sonos Playbar: 900 x 85 x 140 mm, 5,4 kg, ottica
  • Entrambi richiedono banda larga e alimentazione

Sonos Arc rappresenta un importante ripensamento del design rispetto alla Playbar , ma non se si considera il resto dell'attuale famiglia di altoparlanti Sonos . Adotta curve morbide e estremità ellittiche, oltre l'estetica squadrata e robusta di prima.

Entrambi sono in grado di funzionare allo stesso modo anche quando sono montati a parete o appoggiati su un supporto TV, con sensori intelligenti che determinano la posizione di ciascuna barra per regolare la propria firma sonora per adattarla.

L'Arco è un po' più grande - più lungo e con un'altezza leggermente maggiore, ma ha una profondità complessiva inferiore. La forma della Playbar significa che offre un aspetto molto diverso quando è piatta rispetto a quando è sotto un televisore, mentre l'Arco sembra simile in entrambi i fattori di forma.

Differiscono quando si tratta di connessioni sul retro. L'Arco ha una porta HDMI compatibile con HDMI eARC. In confronto, la Playbar ha un singolo ingresso audio digitale ottico (TOSlink). Ottieni un adattatore audio ottico con Arc, nel caso in cui sia ancora la tua connessione preferita (da una TV più vecchia, diciamo), ma la maggior parte dei televisori in questi giorni supporta HDMI ARC o eARC da almeno una delle loro porte.

Entrambi gli altoparlanti possono essere collegati alla rete domestica (e Internet) tramite Ethernet o Wi-Fi (802.11b/g 2.4GHz).

Sonos Arc è disponibile in due colori, tuttavia: bianco e nero. La Playbar è sempre stata disponibile solo in nero (con rifiniture metalliche).

Suono

  • Sonos Arc: 8 woofer, 3 tweeter - con Dolby Atmos
  • Sonos Playbar: 6 woofer di fascia media, 3 tweeter
  • Entrambi hanno amplificatori digitali di classe D per abbinare i driver degli altoparlanti

C'è una marcata differenza nel suono tra le due barre, in particolare perché l'Arco è stato il primo diffusore Sonos ad adottare il supporto Dolby Atmos .

La Playbar rimane un eccellente sistema audio, con un array di altoparlanti che presenta sei driver di fascia media, tre tweeter e nove amplificatori di classe D. Due dei driver sono angolati alle due estremità per offrire un palcoscenico sonoro più ampio, soprattutto se combinati con i driver frontali sinistro e destro. Il canale centrale è servito da due woofer e un tweeter per una voce precisa e chiara.

È effettivamente un sistema 3.0 che può essere abbinato a un paio di altoparlanti Sonos One separati e al Sub dell'azienda per creare più di una configurazione home cinema.

L'Arco, d'altra parte, è stato completamente rielaborato e risintonizzato per offrire più di un'esperienza 5.0.2 dalla stessa soundbar. I driver all'estrema sinistra e destra sono ancora più angolati, per fornire canali laterali più ampi, mentre i driver rivolti in avanti funzionano per i canali centrale, sinistro e destro.

Questa volta ci sono due driver extra angolati verso l'alto, creando i canali di altezza necessari per Dolby Atmos. Queste colonne sonore supportate dal rimbalzo dal soffitto alla posizione di ascolto per fornire un'ulteriore immersione in un film, un evento sportivo o musica mista ad Atmos.

Ci sono otto woofer ellittici in totale questa volta, più tre tweeter, ciascuno servito da uno degli 11 amplificatori di Classe D in totale.

Anche in questo caso, puoi aggiungere ulteriori altoparlanti Sonos One (o precedenti Play:1) per funzionare come canali posteriori/surround effettivi (piuttosto che virtuali) e un Sub.

Caratteristiche

  • Sonos Arc: HDMI eARC con HDMI CEC e sincronizzazione automatica, Alexa e Google Assistant integrati
  • Sonos Playbar: ricevitore IR

Per molti aspetti, Sonos Playbar è un sistema abbastanza stupido rispetto all'Arco. È un altoparlante Sonos, ovviamente, quindi si collega al controller/app Sonos e può riprodurre musica in streaming proprio come tutti i dispositivi Sonos. Tuttavia, poiché si collega a una TV (o ricevitore AV) tramite ottica, viene alimentato con l'audio e questo è tutto.

Con una connessione HDMI, Sonos Arc è molto più capace. Soprattutto con il supporto HDMI eARC .

HDMI eARC aggiunge una serie di vantaggi aggiuntivi. Non solo supporta la larghezza di banda richiesta per fornire una colonna sonora Dolby Atmos, ma è una connessione bidirezionale in modo che l'Arco possa comunicare anche con la TV. Ciò consente a HDMI CEC di funzionare tra dispositivi, il che significa che è necessario un solo telecomando da utilizzare su entrambi. Il telecomando della TV, ad esempio, può controllare tutte le funzionalità dell'Arco: volume, silenziamento, ecc.

Il volume della Playbar può essere controllato solo tramite IR o l'app Sonos, mentre l'Arc (anch'esso con un sensore IR) offre più opzioni.

Un'altra grande caratteristica che viene fornita con Arc è il controllo vocale e l'assistenza.

Come Sonos One, Move e Roam , Arc ha a bordo il supporto di Alexa e Google Assistant . Ciò significa che puoi utilizzare i suoi quattro microfoni a campo lontano per impartire comandi e porre domande a uno dei due assistenti vocali.

Prezzo

Non c'è dubbio che Sonos Arc viene fornito con molti più campanelli e fischietti rispetto al fratello maggiore, ma potresti essere influenzato dal prezzo.

Il Sonos Arc era notevolmente più costoso al momento del lancio rispetto alla Sonos Playbar. E, considerando che ora è stato sostituito, potresti essere in grado di procurarti una Playbar con uno sconto salutare.

Sonos Arc ti costerà £ 799 ($ 799), mentre la Playbar costava £ 699 ($ 699) al lancio.

squirrel_widget_73146

Conclusione

Ad essere onesti, spesso confrontiamo i nuovi prodotti con la versione precedente che stanno sostituendo o hanno sostituito e raramente consigliamo un aggiornamento generazionale. Tuttavia, nel caso di Sonos Arc, c'è un argomento molto più chiaro.

Essendo il primo prodotto Sonos ad adottare Dolby Atmos e a includere effettivi driver di attivazione verso l'alto, Sonos Arc ha un chiaro vantaggio rispetto al suo predecessore. E questo senza nemmeno considerare il supporto HDMI eARC, Alexa e Google Assistant, oltre a un aspetto, francamente, più sexy.

Sì, sarà un aggiornamento costoso, soprattutto perché Sonos Playbar rimane una delle migliori in circolazione, ma ottieni molto di più per i tuoi soldi.

Puoi dare un'occhiata alla nostra recensione completa di Sonos Arc qui.

Scritto da Rik Henderson. Modifica di Adrian Willings.